Assapora il momento presente

" Quando mastichi, sai cosa stai masticando. Masticare lentamente e completamente. Masticare consapevolmente, assaporando il gusto della mela e del suo nutrimento, immergendoti nel processo al cento per cento. In questo modo, apprezzi davvero la mela così com'è. E man mano che diventi pienamente consapevole di mangiare la mela, diventi anche pienamente consapevole del momento presente. Ti impegni pienamente nel qui e ora. Vivendo nel momento, puoi davvero provare ciò che ti offre la mela e diventare più vivo . "Thich Nhat Hanh e Lilian Cheung Savor (2010)

Thich Nhat Hanh ci invita a mangiare una mela lentamente e in completa consapevolezza, come pratica di consapevolezza.

Tuttavia, noto che nella mia pratica sono consapevole dell'impermanenza della mela. Mi chiedo che se la mela sta marcendo, è impermanente, e quindi il momento in cui la mela è matura è breve e fugace, forse dovrei buttarlo subito nel cumulo di concime. Perché dovrei godermi una dolce mela matura o vederla matura? Perché dovremmo disfavorire la mela prima che sia matura, o quando è troppo matura e gocciolante di succo o coperta di mosche? Come possiamo assaporare la mela, quando è impermanente, e lo siamo anche noi? Non c'è da fare che sarebbe meglio affrettare la mela sulla strada per diventare compost o un melo, piuttosto che godersi il suo momento presente di sapore e dolcezza perfetta? Sta prendendo cura della mela in modo che diventi matura e piacevole non una forma di brama e coinvolgimento sensuale?

Questo potrebbe essere un argomento per il suicidio, in particolare il suicidio proprio in un momento culminante della vita, quando la vita è squisita e può solo peggiorare. Perché non saltare da un ponte a un arcobaleno o al tramonto, in un momento di salute e gioia, piuttosto che aspettare l'inevitabile sofferenza della vecchiaia, della morte e del decadimento? Perché non emulare Virginia Woolf e camminare nell'oceano con una tasca piena di pietre al tramonto o al tramonto della luna, quando il mare è perfetto e le stelle sono luminose?

Un esempio letterario di questo sentimento si verifica nel Faust di Goethe. La maggior parte delle persone è a conoscenza del Faust di Marlowe (se pensa a Faust per niente) e della creazione di un "contratto faustiano". Nella versione di Marlowe, il Dr. Faust accetta di vendere la sua anima al Diavolo, Mefistofele, in cambio di conoscenza illimitata e piaceri mondani per 24 anni. Tuttavia, nel Faust di Goethe, il dottore accetta di consegnare la sua anima al Diavolo esattamente in un momento di perfetta beatitudine:

" Quando, al momento, allora, dico 'Ah, resta un po'! Sei così bella!'

Allora puoi afferrarmi: allora puoi,

Poi, alla mia rovina, andrò volentieri! "

Ho lottato con questo perché a volte, al mattino in Costa Rica, sono sopraffatto dalla bellezza del momento presente. Vedo i pipistrelli correre a casa a cercare posatoi prima dell'alba. Sento i pappagalli, i pappagalli, le colombe e i picchi che continuano, come pendolari in una città frenetica. La vita scoppia dall'oscurità. Sono in soggezione. È vicino alla perfetta beatitudine. Eppure so che non posso restare in Costa Rica per sempre. So che è un posto difficile dove vivere, e sto invecchiando ogni momento. La mia casa è piena di scale. Quando i miei genitori e suoceri morirono, alla fine degli anni '80, riuscirono a malapena a navigare su un pavimento piatto con una sedia a rotelle. Come posso vivere qui ora, sapendo che nel caso migliore, entro 15 anni, sarà impossibile?

Eppure, se dovessi andarmene adesso, perché so che tra 15 anni questa casa sarà ingestibile, sarebbe come gettare una mela matura e deliziosa sul mucchio di compost, solo perché è impermanente. Questo non ha per niente senso!

Buddha by the Sea

Meditazione su come assaporare il momento presente

Il Buddha ci insegna ad assaporare la vita anche se sappiamo che è impermanente e la sofferenza è inevitabile. Siddhartha Gautama abbandonò l'ascetismo – cercando di non gustare il cibo o il sonno – dopo aver raggiunto l'illuminazione. Nel Vecchio Sentiero, Nubi Bianche Thich Nhat Hanh racconta la storia di come Sujata, una ragazza del villaggio, salvò la vita di Siddhartha:

"Mentre Sujata si avvicinava al fiume, vide un uomo che giaceva incosciente sulla strada. Posò il piatto e corse da lui. Respirava a malapena e i suoi occhi erano strettamente chiusi. Le sue guance avevano l'aspetto sommerso di qualcuno che non aveva avuto da mangiare per molto tempo. Sui suoi lunghi capelli, la barba aggrovigliata e l'indumento sbrindellato, Sujata sapeva di essere un asceta di montagna che doveva essere svenuto dalla fame. Senza esitare, versò una tazza di latte e la alleviò contro le labbra dell'uomo, versandone alcune gocce. All'inizio non rispose, ma poi le sue labbra tremarono e si aprirono leggermente. Sujata si versò lentamente del latte in bocca. Cominciò a bere e in breve tempo la tazza era vuota.

Sujata si sedette quindi lungo la sponda del fiume per vedere se l'uomo avrebbe riacquistato conoscenza. Lentamente si sedette e aprì gli occhi. Vedendo Sujata, sorrise. Si tirò indietro la parte posteriore del suo vestito sopra la spalla e incrociò le gambe nella posizione del loto. Cominciò a respirare, prima superficialmente e poi più profondamente. La sua seduta era stabile e bella. Pensando che doveva essere un dio della montagna, Sujata si unì ai suoi palmi e cominciò a prostrarsi davanti a lui, ma l'uomo le fece cenno di fermarsi. Sujata si mise a sedere e l'uomo le parlò a bassa voce: "Bambina, per favore, versami un po 'di latte".

Felice di sentirlo parlare, Sujata ha versato un'altra tazza e l'ha bevuto tutto. Sentiva quanto fosse veramente nutriente. Meno di un'ora prima, pensò che stava per respirare l'ultimo. Adesso i suoi occhi brillavano e lui sorrise gentilmente. Sujata gli chiese come fosse svenuto sulla strada.

"Ho praticato la meditazione in montagna. La dura disciplina ascetica ha lasciato il mio corpo debole, così oggi ho deciso di andare al villaggio a chiedere del cibo. Ma ho perso tutte le mie forze per arrivare qui. Grazie a te, la mia vita è stata salvata. "… Sujata ascoltò attentamente mentre Siddhartha le diceva:" Ho visto che abusare del corpo non può aiutare a trovare pace o comprensione. Il corpo non è solo uno strumento. È il tempio dello spirito, la zattera con cui attraversiamo l'altra sponda. Non praticherò più l'auto-mortificazione. Andrò ogni mattina al villaggio per chiedere il cibo. "

Ora, ci sono molte enormi differenze tra il Buddha e me. Godersi la bellezza della mattina vicino al mare in Costa Rica non è come chiedere un po 'di cibo o accettare una tazza di latte. Mi sto godendo il privilegio. Momenti di vita che non sono disponibili per tutti. C'è una grande differenza tra accettare il dono di una tazza di latte, salvare la vita e accettare i frutti del lavoro, degli investimenti e dell'eredità che si traducono nel privilegio di una vista sull'oceano.

Diciamo, per esempio, che qualcuno ci dà una mela matura, e ha un sapore molto buono. Questo è il giusto sostentamento e l'essere nel momento presente. Se qualcuno mi ha dato un po 'di soldi molto tempo fa, e l'ho usato per comprare questa casa, così che ora posso sedermi e meditare e godermi il panorama e il respiro del mare – questo è diverso. Ci sono due diversi argomenti da affrontare. Il primo argomento riguarda la brama e l'abolizione della sofferenza. Dovremmo goderci il momento presente. Se in un momento abbiamo una mela matura, ed è molto buona, dovremmo assaggiarla, non gettarla direttamente nel compost perché alla fine marcirà. Non dovremmo quindi fare un patto faustiano, per dare le nostre anime al diavolo per una mela perfetta. Tuttavia, in conflitto con questo argomento è giusto sostentamento. Se posso comprare una mela matura e non puoi, come posso assaporare questa mela?

Sono abbastanza chiaro sul primo argomento: che essere felici nel momento presente non è solo ok, ma anche una buona cosa. Non c'è bisogno di concludere un momento felice perché si concluderà naturalmente. Tuttavia, sono meno chiaro sul secondo. Questa colpa liberale? È giusto assaporare un momento perfetto, mentre gli altri soffrono? Assaporare è ok, ma l'equità rimane ambigua. Per ora, non sono pronto per essere una suora. Quindi mi godrò l'alba in tutta la sua gloria, completamente sveglio, consapevole e riconoscente.

Solutions Collecting From Web of "Assapora il momento presente"