Aspettando un'etichetta: valutazioni di Neuropsych e difficoltà di apprendimento

Diversi mesi fa, ho scritto sul disturbo dell'apprendimento di mia figlia proprio mentre stavamo iniziando ad esplorare che tipo di problemi ha probabilmente. Tra pochi giorni, avrà la sua valutazione neuropsichica da lungo tempo, e anche se è certamente un sollievo essere arrivato a questo punto, sembra anche che stiamo per superare una soglia tra ciò che pensiamo di avere ( o è) e ciò che gli altri vedono in lei. Questa tensione è in tanti modi al centro della lotta che i genitori di bambini con bisogni speciali affrontano: quanta parte delle azioni o reazioni individuali di un bambino sono dovute al temperamento, e quanti sono i "disturbi" quantificabili che richiedono la terapia di una forma o di un altro? Anche se abbiamo ricevuto così tanti suggerimenti utili dai suoi insegnanti e dal suo tutor, ed è possibile che la riparazione che sta ricevendo non cambierà in alcun modo importante, è difficile non chiedersi cosa succede quando le etichette si attaccano a ciò che è stato fino ad ora supposizioni ed ipotesi plausibili su chi è mia figlia e cosa può o non può fare.

Da una parte, sto sinceramente aspettando di ottenere le informazioni e le informazioni dettagliate che una valutazione fornirà sul perché determinati compiti sono particolarmente difficili per mio figlio. Sembra chiaro che lei sia probabilmente dislessica, un'idea con cui siamo diventati abbastanza a nostro agio. In realtà, anche sapendo che lei potrebbe avere un disturbo di apprendimento classificabile ha aiutato immensamente tutti noi. Con la guida gentile ma inesorabile del tutor che abbiamo ingaggiato, lei ha già fatto passi da gigante fin dalla caduta, e i nostri stessi atteggiamenti dei genitori si sono spostati di conseguenza in una direzione più ottimista. È chiaro che sta imparando a leggere, finalmente, e che certe tecniche e pratiche ripetitive stanno aiutando quel processo molto più efficacemente di qualsiasi cosa lei abbia fatto a scuola. Inoltre, non ci troviamo più semplicemente a implorarla di "provare più duramente", cosa che lei non era assolutamente in grado di fare; ora abbiamo un arsenale di metodi per aiutarla a raggiungere il suo livello. Speriamo che la valutazione neuropsica ci consenta di aiutarla in modo ancora più efficace e (altrettanto importante) con una compassione ancora più grande per ciò che sta lavorando duramente per superare.

Eppure, per quanto io tenti di immaginare i risultati della valutazione come strumenti utili per aiutarci a procedere, c'è un altro lato – ok, un paio – che mi spaventa ancora. La dislessia è un disturbo che può essere lavorato con la pratica e le tecniche di apprendimento speciali. Inoltre, la società è diventata abbastanza consapevole di come le difficoltà nell'apprendimento della lettura siano piuttosto distinte dalle altre sfaccettature importanti di un bambino come la personalità o l'intelligenza. Infatti, è raro incontrare un dislessico o un genitore di un bambino dislessico che non è pronto a rassicurarti che il disturbo non ha alcuna relazione con l'intelligenza e che una persona dislessica può e spesso va avanti per ottenere grandi cose. Questo è, ovviamente, estremamente rassicurante, non importa quante volte lo si sente!

Disturbi dell'attenzione o del comportamento sono meno chiari. Se lo psicologo ritiene che nostra figlia abbia ADD, o ADHD, potremmo dover affrontare la raccomandazione che dovrebbe essere medicata. Potremmo dover affrontare le domande della scuola sull'opportunità o meno di rimanere nella popolazione generale e di istruzione generale. Potremmo – e questa è la cosa più difficile da anticipare – rivalutare gran parte del suo comportamento (e anche della sua personalità) alla luce di tale diagnosi. So che sto saltando la pistola, ma sto cercando di avvolgere la mia mente su questa possibilità che qualcuno che non conosce mio figlio possa essere in grado di dirmi che chi è lei potrebbe essere il risultato di una specie di disturbo, una sorta di stato etichettato. È possibile che lei non sia più semplicemente "ad alta energia", "energica" o "ostinata"? Deve esserci una specie di piccola morte nell'anima di un genitore a cui viene detto che le parti del loro bambino che hanno pensato come uniche o speciali sono, di fatto, tratti associati a una malattia o un disturbo. Per quanto la tua mente razionale sappia che faresti qualsiasi cosa per aiutare il tuo bambino a funzionare felicemente e in salute nel mondo, il tuo cuore sarà ferito.

Quindi mi avvicino alla settimana successiva con paura e ottimismo, cercando di rassicurarmi sul fatto che stiamo facendo la cosa giusta, qualunque sia l'esito. Certo, mi sento estremamente fortunato a vivere in questo posto e questa volta, con l'accesso agli esperti per aiutarci a negoziare questa situazione. Considero anche conforto nell'esperienza e nella saggezza dei genitori che sono stati lì prima di me, e soprattutto nella consapevolezza che qualunque cosa apprendiamo, e per quanto possa sembrare difficile, alla fine contribuirà a spianare la strada a questo figlio di nostro. E farei qualsiasi cosa per quello.

Cosa ho cucinato questa settimana:

  • Maple Sugar Ragamuffins (per lo spuntino della squadra post softball: le ragazze sembravano piacerle molto, rotolare molto strettamente e cospargere di zucchero extra d'acero)
  • Rigatoni con peperoni e salsicce (elementi essenziali della cucina classica italiana )
  • Kemp's Black Beans con riso e patate dolci arrostite ( Gourmet Everyday )
  • Orecchiette fatte a mano con pancetta e broccoli
  • Salmone arrosto e cavolfiore
  • Budino al cioccolato setoso ( essenza di cioccolato , metti il ​​budino con un setaccio fine prima di raffreddarlo)

Solutions Collecting From Web of "Aspettando un'etichetta: valutazioni di Neuropsych e difficoltà di apprendimento"