Asma: un fattore di rischio per l'apnea del sonno?

Ci sono diversi fattori di rischio associati all'apnea ostruttiva del sonno che sono di lunga data e ben noti. Includono fattori di stile di vita e di salute come l'obesità o il peso corporeo in eccesso, l'ipertensione e l'uso di alcol e tabacco, oltre a fattori genetici e demografici come la storia familiare della malattia, l'età e l'essere maschi. Ora, grazie a una nuova ricerca, potremmo avere un nuovo fattore di rischio OSA da aggiungere a questa lista: asma.

I ricercatori dell'Università del Wisconsin hanno studiato l'influenza dell'asma nello sviluppo dell'apnea ostruttiva del sonno. Hanno trovato un rischio significativamente elevato per OSA tra le persone con asma. Quelle persone che avevano sviluppato l'asma da bambini erano particolarmente a rischio. I ricercatori hanno osservato 773 uomini e donne adulti per un periodo di 8 anni. Tutti erano partecipanti allo studio del Wisconsin Sleep Cohort e avevano un'età compresa tra i 30 ei 60 anni al momento dello studio. Dei 773 partecipanti, 201 avevano asma all'inizio del periodo di studio e 61 di loro avevano sviluppato asma durante l'infanzia. Nessuno dei partecipanti ha avuto apnea ostruttiva del sonno. Ogni quattro anni, i soggetti hanno partecipato a valutazioni del sonno di laboratorio, valutazioni della salute clinica e questionari sulla salute. Dopo essersi adeguati ad altri fattori di rischio per l'apnea del sonno, tra cui età, sesso, indice di massa corporea, fumo e congestione nasale, i ricercatori hanno scoperto che la presenza di asma aumenta significativamente il rischio di apnea notturna :

  • Le persone con asma erano 1,70 volte più probabilità di sviluppare apnea notturna durante il periodo di studio di 8 anni rispetto a quelli senza asma.
  • Tra quelli nello studio che avevano sviluppato asma durante l'infanzia, il rischio era ancora più alto. Queste persone avevano 2,34 volte il rischio di sviluppare l'apnea ostruttiva del sonno, rispetto a quelli senza asma.
  • I ricercatori hanno scoperto che l'asma più a lungo era stata presente, maggiore era il rischio di apnea notturna. Ogni 5 anni in cui una persona aveva asma era associata ad un aumento del 10% del rischio di sviluppare apnea ostruttiva del sonno.
  • Tra i partecipanti, 45 hanno sviluppato asma durante il periodo di osservazione dello studio. I ricercatori hanno scoperto che queste persone avevano il 48% in più di probabilità di sviluppare apnea del sonno rispetto a quelle senza asma. La dimensione di questo gruppo era troppo piccola per consentire ai ricercatori di dimostrare un significato statistico a questi risultati. Nella loro discussione sui risultati dello studio, i ricercatori hanno indicato questa particolare scoperta come importante per le indagini di follow-up.

Questo ultimo studio non è il primo a dimostrare un legame tra asma e apnea del sonno. La ricerca precedente ha mostrato connessioni tra le due condizioni:

  • In uno studio condotto su più di 4.500 adulti di età compresa tra 20 e 69 anni, è stata riscontrata asma associata a sintomi comuni dell'apnea notturna, tra cui russamento, apnee e sonnolenza diurna.
  • I ricercatori dell'Istituto israeliano di tecnologia Technion-Israel hanno studiato se l'asma difficile da controllare possa influenzare l'insorgenza dell'apnea notturna. Hanno scoperto che i pazienti con asma instabile e difficile da controllare erano a rischio significativamente più elevato per l'apnea ostruttiva del sonno.
  • I ricercatori dell'Università del Wisconsin hanno anche esaminato il rischio di apnea notturna nei pazienti con asma scarsamente controllato, e hanno scoperto che questi pazienti erano a più alto rischio di apnea ostruttiva del sonno dopo aggiustamento per altri fattori di rischio di apnea del sonno, compresa l'obesità.

Questi e altri studi precedenti hanno identificato un'associazione tra i due disturbi, l'asma e l'apnea notturna. L'ultimo studio rappresenta un importante passo in avanti verso la creazione di un nesso causale tra le due condizioni, esaminando specificamente la direzione della relazione tra i due . La presenza di asma nelle persone successivamente identificate come più probabilità di sviluppare apnea del sonno suggerisce che l'asma possa effettivamente contribuire all'insorgenza dell'apnea notturna.

L'asma è una malattia polmonare che causa difficoltà a respirare, mancanza di respiro, tosse e respiro sibilante. Alcune persone possono sperimentare questi sintomi durante la notte e possono interferire con il sonno. Stabilire l'asma come fattore di rischio per l'OSA è un importante sviluppo della salute pubblica. Più di 25 milioni di americani soffrono di asma, tra cui 7 milioni di bambini. Se questi adulti e bambini sono a più alto rischio di apnea ostruttiva del sonno a causa della loro asma, sono anche a rischio per le complicazioni che vengono con apnea del sonno. L'apnea ostruttiva del sonno è associata ad un aumento del rischio per una serie di problemi di salute, tra cui malattie cardiache, diabete e alcuni tipi di cancro. I bambini possono sperimentare anche apnea e respirazione disturbata dal sonno, ei bambini hanno i loro rischi per la salute associati alla condizione, compresi i problemi di sviluppo emotivo, sociale e cognitivo.

Trovare nuovi modi per identificare e prevenire l'apnea ostruttiva del sonno è fondamentale per il sonno e la salute generale di milioni di americani che soffrono di questo grave disturbo del sonno. La ricerca sul ruolo dell'asma è un passo importante in questa direzione.

Sogni d'oro,

Michael J. Breus, PhD

The Sleep Doctor ™

www.thesleepdoctor.com

Solutions Collecting From Web of "Asma: un fattore di rischio per l'apnea del sonno?"