Anti-Intellettualismo e il "Dumbing Down" dell'America

C'è una crescente e inquietante tendenza all'elitismo anti-intellettuale nella cultura americana. È il licenziamento della scienza, delle arti e delle scienze umane e la loro sostituzione con l'intrattenimento, l'auto-giustizia, l'ignoranza e la credulità deliberata.

Susan Jacoby, autrice di The Age of American Unreason, dice in un articolo sul Washington Post, "Dumbness, per parafrasare il defunto senatore Daniel Patrick Moynihan, è stato fermamente definito verso il basso per diversi decenni, da una combinazione di forze finora irresistibili. Questi includono il trionfo della cultura video sulla cultura della stampa; una disgiunzione tra il crescente livello di educazione formale degli americani e la loro traballante comprensione della geografia di base, della scienza e della storia; e la fusione dell'anti-razionalismo con l'anti-intellettualismo ".

C'è stata una lunga tradizione di anti-intellettualismo in America, a differenza della maggior parte degli altri paesi occidentali. Richard Hofstadter, che ha vinto un premio Pulitzer nel 1964 per il suo libro, Anti-Intellectualism In American Life , descrive come le vaste fondamenta di antielite, anti-ragione e anti-scienza siano state infuse nel tessuto politico e sociale americano. Il famoso scrittore di fantascienza Isaac Asimov disse una volta: "C'è un culto dell'ignoranza negli Stati Uniti, e c'è sempre stato. La tensione dell'anti-intellettualismo è stata un filo costante che si snoda attraverso la nostra vita politica e culturale, alimentata dalla falsa idea che la democrazia significhi che la mia ignoranza è buona quanto la tua conoscenza ".

Mark Bauerlein, nel suo libro The Dumbest Generation, rivela come un'intera generazione di giovani sia stordita dalla loro avversione per la lettura di qualsiasi cosa di sostanza e della loro dipendenza dalla "merda" digitale attraverso i social media.

Il giornalista Charles Pierce, autore di Idiot America, aggiunge un'altra prospettiva: "L'ascesa dell'idiota America oggi rappresenta – per profitto principalmente, ma anche e più cinicamente, per il vantaggio politico nella ricerca del potere – la rottura di un consenso che la ricerca di la conoscenza è un bene. Rappresenta anche l'ascesa della nozione secondo cui le persone di cui dovremmo fidarci meno sono le persone che meglio sanno di cosa stanno parlando. Nella nuova era dei media, tutti sono esperti. "

"C'è un diffuso sospetto di diritti, privilegi, conoscenza e specializzazione", afferma Catherine Liu, l'autrice di American Idyll: Academic Antielitism as Cultural Critique e professore di film e media studies all'Università della California. La stessa missione delle università è cambiata, sostiene Liu. "Non istruiamo più le persone. Li addestriamo per ottenere posti di lavoro. "

Una parte della ragione del crescente anti-intellettualismo si può trovare nel declino dello stato dell'istruzione negli Stati Uniti rispetto ad altri paesi avanzati:

  • Dopo aver guidato il mondo per decenni in 25-34 anni con laurea, gli Stati Uniti sono ora al 12 ° posto. Il World Economic Forum ha classificato gli Stati Uniti al 52 ° posto tra 139 nazioni nella qualità dei corsi universitari di matematica e scienze nel 2010. Quasi il 50% di tutti gli studenti laureati nelle scienze negli Stati Uniti sono stranieri, molti dei quali stanno tornando nei loro paesi d'origine ;
  • Il Consiglio degli affari pubblici dell'Oklahoma ha commissionato un sondaggio di educazione civica tra gli studenti delle scuole pubbliche. Un sorprendente 77% non sapeva che George Washington era il primo presidente; non potevo nominare Thomas Jefferson come l'autore della Dichiarazione di Indipendenza; e solo il 2,8% degli studenti ha effettivamente superato il test di cittadinanza. Analogamente, il Goldwater Institute di Phoenix ha fatto lo stesso sondaggio e solo il 3,5% degli studenti ha superato il test civico;
  • Secondo il rapporto del Consiglio Nazionale delle Ricerche, solo il 28% degli insegnanti di scienze delle scuole superiori segue coerentemente le linee guida del Consiglio Nazionale di Ricerca sull'insegnamento dell'evoluzione e il 13% di questi insegnanti sostiene esplicitamente il creazionismo o il "design intelligente";
  • Il 18% degli americani crede ancora che il sole ruoti intorno alla terra, secondo un sondaggio Gallup;
  • L'American Association of State Colleges and Universities riferisce sull'educazione mostra che gli Stati Uniti sono al secondo posto tra tutte le nazioni nella proporzione della popolazione di 35-64 anni con una laurea, ma 19 nella percentuale di quelli di 25-34 anni con un socio o diploma di scuola superiore, il che significa che per la prima volta, il livello di istruzione dei giovani sarà inferiore ai loro genitori;
  • Il 74% dei Repubblicani nel Senato degli Stati Uniti e il 53% nella Camera dei Rappresentanti negano la validità del cambiamento climatico nonostante i risultati dell'Accademia Nazionale delle Scienze degli Stati Uniti e di ogni altra organizzazione scientifica significativa nel mondo;
  • Secondo il National Assessment of Educational Progress 2009, il 68% dei bambini delle scuole pubbliche negli Stati Uniti non legge con precisione quando finiscono il terzo anno. E gli US News & World hanno riferito che appena il 50% degli studenti è pronto per la lettura a livello universitario quando si diplomano;
  • Secondo un sondaggio del 2006 del National Geographic-Roper, quasi la metà degli americani tra i 18 ei 24 anni non ritiene necessario conoscere la posizione di altri paesi in cui vengono fatte importanti notizie. Più di un terzo considera "non affatto importante" conoscere una lingua straniera, e solo il 14% lo considera "molto importante";
  • Secondo il rapporto National Endowment for the Arts del 1982, l'82% dei laureati legge romanzi o poesie per piacere; due decenni dopo, solo il 67% lo fece. E più del 40% degli americani sotto i 44 anni non ha letto un singolo libro di narrativa o saggistica, nel corso di un anno. La proporzione di bambini di 17 anni che non leggono nulla (se non richiesto dalla scuola) è raddoppiata tra il 1984-2004;
  • Gallup ha pubblicato un sondaggio che indica che il 42% degli americani crede ancora che Dio abbia creato gli esseri umani nella loro forma attuale meno di 10.000 anni fa;
  • Uno studio del 2008 dell'Università del Texas ha rilevato che il 25% degli insegnanti di biologia della scuola pubblica crede che esseri umani e dinosauri abbiano abitato la terra contemporaneamente.

Nelle scuole americane, la cultura esalta l'atleta e la cheerleader di bell'aspetto. Gli studenti ben istruiti e intellettuali sono comunemente indicati nelle scuole pubbliche e nei media come "nerd", "dweebs", "dork" e "geeks", e sono inesorabilmente molestati e persino aggrediti dai più famosi "atleti" per apertamente mostrando qualsiasi intelletto. Questi atteggiamenti anti-intellettuali non si riflettono negli studenti nella maggior parte dei paesi europei o asiatici, i cui livelli di istruzione hanno ormai eguagliato e supereranno quello degli Stati Uniti. E la maggior parte dei programmi TV o film come The Big Bang Theory ritraggono gli intellettuali come geek se non effeminati .

John W. Traphagan, professore di studi religiosi presso l'Università del Texas, sostiene che il problema è che i paesi asiatici hanno valori culturali fondamentali che sono più simili a un culto dell'intelligenza e dell'istruzione di un culto dell'ignoranza e dell'anti-intellettualismo. In Giappone, ad esempio, gli insegnanti sono tenuti in grande considerazione e normalmente considerati tra i membri più importanti di una comunità. Vi è il sospetto e persino il disprezzo per il lavoro degli insegnanti che avviene negli Stati Uniti. Gli insegnanti in Giappone sono pagati in genere molto più dei loro colleghi negli Stati Uniti. La professione di insegnamento è considerata di valore centrale nella società giapponese e in coloro che scegliere che la professione sia ben compensata in termini di stipendio, pensione e rispetto delle proprie conoscenze e dei loro sforzi a favore dei bambini.

Inoltre, non vediamo in Giappone un numero significativo di tipi di scuole religiose progettate per proteggere i bambini dalla conoscenza dei principi di base della scienza e accettate le comprensioni della storia – come la teoria evolutiva o le opinioni religiose dei Padri fondatori, che erano in gran parte deisti – che sono essenziali per avere una comprensione fondamentale del mondo, sostiene Traphagan. La ragione di ciò è dovuta al fatto che in generale l'educazione al valore giapponese valorizza il lavoro degli intellettuali e vede un pubblico ben istruito con una conoscenza comune di base in aree di fatto scientifico, matematica, storia, letteratura, ecc. una democrazia di successo.

Stiamo creando un mondo di fantocci. Manichini arrabbiati che sentono di avere il diritto, l'autorità e il bisogno non solo di commentare tutto, ma di assicurarsi che la loro voce sia ascoltata sopra il resto, e di trascinare verso il basso qualsiasi punto di vista opposto attraverso attacchi personali, forte ripetizione e confronto.

Bill Keller, scrivendo sul New York Times, sostiene che l'elitarismo anti-intellettuale non è un elitismo di saggezza, educazione, esperienza o conoscenza. La nuova élite sono i poster arrabbiati dei social media, quelli che possono gridare più forte e più spesso, una cricca di prepotenti e malcontenti che si azzuffano insieme come cani che accecano una volpe. Troppo spesso è un'élite combinata di anti-intellettuali e seguaci della cospirazione – non quelli che possono esprimere la risposta più convincente e coerente. Insieme fomentano una rabbiosa cultura dell'anti-razionalismo in cui ogni fatto è sospetto; ogni ombra contiene una cospirazione segreta. Il pensiero razionale è il nemico. Il pensiero critico è lo strumento del diavolo.

Keller nota anche che la mentalità della mandria prende il sopravvento online; gli anti-intellettuali diventano l'equivalente metaforico di un linciaggio arrabbiato quando qualcuno sfida una delle credenze della folla o pubblica qualcosa al di fuori del gruppo di valori auto-limitanti del mob.

Keller attribuisce questo in parte all'universo online che "distorce i giovani, educati e attenti alle mode". Moda, intrattenimento, spettacolo, voyeurismo – siamo diretti verso la banalità, verso l'insignificante, verso un consumismo insindacabile e palese. Ciò si traduce in compiacimento intellettuale. Le persone accettano senza fare domande, credono senza appesantire le scelte, si uniscono al branco perché in una cultura dove le regole della convenienza, il vero individualismo è troppo duro lavoro. Pensare richiede troppo tempo: interferisce con l'immediatezza dell'esperienza online.

Reality TV e cultura pop presentate in riviste e siti online pretendono di fornire informazioni utili sull'importanza di The Housewives of [nome della città] che può in qualche modo arricchire le nostre vite. Dopo tutto, in che altro modo si possono spiegare le storie insipide e inutili che tolgono divorzi, barare e ingrassare? In quale altro modo possiamo spiegare come i Kardashian, o Paris Hilton sono noti per essere famosi per essere famosi senza contribuire effettivamente a qualcosa di cui discutere? Gli eventi artificiali delle loro vite diventano il cardine dei media populisti per distrarre le persone dalle vere questioni e preoccupazioni che ci attendono.

L'attuale tendenza all'aumento dell'anti-intellettualismo che si sta ora affermando nella politica e nella leadership imprenditoriale e sostenuta da un sistema scolastico in declino dovrebbe essere motivo di preoccupazione per i leader e la popolazione generale, una questione che deve essere affrontata ora.

Copyright, 2017 di Ray Williams. Questo articolo non può essere riprodotto o pubblicato senza il permesso dell'autore. Se lo condividi, ti preghiamo di dare credito all'autore e non rimuovere i link incorporati.

Per leggere altri miei post su questo blog, clicca qui.

Unisciti a me su Twitter: @raybwilliams.

Scrivo anche a The Financial Post e Fulfillment Daily and Business.com

Per saperne di più su come i leader possono usare le pratiche di consapevolezza per trasformare i luoghi di lavoro caotici, leggi il mio libro, Eye of the Storm: in che modo i leader consapevoli possono trasformare luoghi di lavoro caotici.

Solutions Collecting From Web of "Anti-Intellettualismo e il "Dumbing Down" dell'America"