Ansia sul lavoro

Questo post è il seguito del post precedente su Emozioni al lavoro e si concentra su un'esperienza emotiva comune per molti: l'ansia. Ti senti come se due persone vivessero nella tua testa? Uno è logico e calmo e l'altro è drammatico e rumoroso, una voce irrazionale e incontrollabile del destino? Potresti avere a che fare con l'ansia.

L'ansia porta molte maschere: può apparire come la paura e il panico (inclusi attacchi di panico debilitanti), pensieri ossessivi o comportamenti compulsivi, una mente ruminante che sembra svegliarsi proprio quando si desidera dormire, la fobia sociale che ti impedisce di entrare in una stanza piena di estranei, il battito del tuo cuore quando viene chiamato per parlare, ecc.

Come tutte le nostre emozioni, l'ansia è una normale esperienza umana e ha i suoi buoni punti. "L'ansia è energia", mi disse una volta un dottore. La tua ansia può tenerti concentrato e ispirarti a continuare a muoverti, ad agire e a gestire cose che altrimenti trascurerai. Ti tiene anche consapevole e attento dei tuoi dintorni. Questo, ovviamente, ha benefici di sopravvivenza. Tuttavia, come ogni emozione, l'ansia può attraversare quella linea da utile a limitante a decisamente distruttiva a seconda di quanto si va avanti nello spettro.

Puoi pensare all'ansia come a una lotta in corso nel tuo cervello: una lotta tra il cervello più "reattivo" della lucertola e la parte più razionale della corteccia prefrontale del tuo cervello che gestisce la logica e le tue abilità di funzionamento esecutivo: la capacità di ricordare, focalizzare la tua attenzione , organizzare e pianificare. Un mio amico musicista professionista ha detto che quando le persone lo hanno riconosciuto e hanno ricevuto un autografo, il loro QI ha automaticamente perso 20 punti. Questa è l'ansia al lavoro. Quindi pensiamoci sul posto di lavoro. Se l'ansia è una delle tue emozioni, forse è più forte per te di altre – come potrebbe influire sul rendimento sul lavoro?

Ecco alcune possibilità:

  • Problemi di memoria : hai difficoltà a ricordare i nomi in particolare subito dopo che ti sei presentato a qualcuno. Vai in riunioni dove sai che dovresti ricordare i nomi delle persone ma non puoi. Hai difficoltà a rimanere concentrato e dimenticare ciò che è stato appena detto.
  • Nervosismo : può presentarsi in difficoltà parlando con una persona in una posizione più alta di te. O quando devi parlare a una riunione o un programma. Forse si presenta quando devi intraprendere un nuovo progetto o un ruolo di leadership.
  • Cordialità eccessiva : non parli, o sorridi quando non sei felice o contento. Secondo il Dr. David Burns, le persone che sono le più gentili e "simpatiche" sono spesso persone che sono anche ansiose. Potresti essere un gradito interlocutore che spende tutte le tue energie per assicurarsi che tutti intorno a te siano felici, senza essere consapevole di come questo comportamento stia distruggendo le tue energie e rendendoti infelice. Per non parlare di quanto sei "on edge" cercando di piacere agli altri.
  • Rabbia : quel temperamento veloce o una risposta acuta potrebbero in realtà essere un segno di ansia o paura. Se ti senti irascibile, chiediti: "Cosa sto resistendo?" Che cosa mi sta causando a combattere, internamente o con qualcun altro?
  • Hai bisogno di scappare : vuoi solo scappare, dal tuo ufficio, dalla situazione, dal tuo lavoro. Questo può apparire in escapism online dove ti perdi in Pinterest, Twitter, o altri siti di social media al lavoro. O sei ossessionato dalle notizie del giorno che rinfrescano costantemente le fonti di notizie online. Potresti anche tornare a casa e guardare davanti alla TV perché il tuo cervello è esausto. Esausto, cioè finché non provi ad andare a dormire e poi …
  • Insonnia / costante affaticamento : l'ansia è stancante. Sì, può essere la fonte di una buona energia, ma dopo un po 'l'energia svanisce e tu sei fisicamente, emotivamente e mentalmente stanco. E così vai a letto, solo per farti svegliare il cervello e decidere di torturarti con tutti i pensieri su ciò che dovresti / woulda / coulda fatto e che devi fare.

Qualcuno di questo suona familiare? Come gestisci questo al lavoro? Alcuni potrebbero dire che questo è il motivo per cui è stato inventato "Happy Hour". E c'è del vero in questo: l'alcol può calmare il sistema nervoso. Ma è una soluzione scadente a lungo termine e gli effetti finali di medicarsi con alcol o droghe illegali non valgono la pena.

Anziché:

1. Inizia semplicemente riconoscendolo . Identifica la fonte se puoi e i sintomi. Come vivi l'ansia?

2. Normalizza : tutti sperimentano un certo livello di ansia. Non sei insolito. (Questo è un buon posto, tuttavia, per porre l'avvertenza che se l'ansia è estrema, causando dolore, creando attacchi di panico o limitando in altro modo la tua vita, vedi un professionista.Potresti rispondere bene alla terapia e / o ai farmaci. siamo presi dalle spiriti dell'ansia, può essere difficile tirarci fuori senza l'aiuto di altri.)

3. Fai un respiro . Sul serio. Fai solo un respiro. La respirazione profonda è uno dei modi migliori per calmare il tuo sistema iperattivo: ti aiuterà ad abbassare la pressione sanguigna e ad abbassare i sentimenti di panico. Concentrandosi sul suono del respiro dentro e fuori (anche il conteggio dei respiri – come in 4 in inspirazione, 7 in attesa e 8 in espirazione) aiuta a distrarre la mente ruminante. Non puoi concentrarti su tutte le chiacchiere nel tuo cervello quando contate e trattenete il respiro.

Una volta Victor Frankl disse: "Tra lo stimolo e la risposta, c'è uno spazio. In quello spazio c'è il nostro potere di scegliere la nostra risposta. Nella nostra risposta giace la nostra crescita e libertà. "La respirazione ti aiuta a creare quello spazio. Ti dà un momento per mettere in pausa e staccare da qualsiasi fonte di stress. Puoi quindi scegliere la tua risposta.

4. Prova qualche biblioterapia . Questa è una parola di fantasia per "leggere un libro". Ci sono alcuni libri eccellenti che affrontano l'ansia da una varietà di angolazioni e ti forniranno una profondità di informazioni che questo post non può. La tua biblioteca locale è un'ottima risorsa per controllarli.

Ecco i miei attuali 3 migliori libri per far fronte all'ansia:

1. Self Help in linea: F ** k Anxiety di Robert Duff, Ph.D. Come avverte lo stesso autore, il libro non è per tutti, contiene un linguaggio che è sicuramente per un pubblico adulto. Ma a parte questo, a mio parere, una lettura veloce e una guida estremamente preziosa per affrontare l'ansia. Mi ha fatto ridere. E la risata è un grande antidoto contro l'ansia. Mi piace lo stile del Dr. Duff: non ricopre il suo parere in linguaggio formale o gergo accademico. Poiché non posso usare la sua lingua esatta in questo post, lo parafrasando dicendo che inizia dicendo che, in generale, il tuo cervello non è sempre tuo amico. In effetti, il tuo cervello è una specie di idiota, a volte. E così è il tuo corpo. Tendono a piegarsi contro di te quando provi ansia. Egli continua a fornire molte idee creative e guida per aiutarti ad affrontare la tua ansia. Il suo consiglio è meraviglioso: una delle mie linee preferite del libro è "Never WebMD yourself." Ha un punto, nel tentativo di imparare di più su Internet, spesso impariamo troppo e finiamo per sentirci peggio.

2. Ansia GRATIS: svela le tue paure prima che ti distraggano dal Dr. Robert Leary. Il dottor Leary è chiaro che comprendere l'ansia porterà a superarlo riducendo i sintomi, ma non eliminandolo. Rompe l'ansia in diversi tipi (PTSD, Ansia sociale, Disturbo d'ansia generalizzato, ecc.) E fornisce quindi rimedi specifici per ogni condizione. Una delle sue interessanti intuizioni è per i cronici. Chiede, "Che cosa stai evitando?" Molto spesso la fonte delle nostre preoccupazioni sono attività o conversazioni importanti che abbiamo rimandato. Indica anche la connessione tra ansia e responsabilità, quindi se sei uno dei "responsabili" sul tuo posto di lavoro, potresti essere più suscettibile all'ansia.

3. When Panic Attacks del Dr. David Burns. Un libro classico che è stato in giro per un po ', When Panic Attacks fornisce una spiegazione completa della terapia cognitivo comportamentale e della sua applicazione all'ansia. Mentre è eccellente per tutti i tipi di ansia, questo libro è particolarmente utile per le persone che soffrono di attacchi di panico o comportamenti ossessivo-compulsivi. Dr. Burns presenta un sistema pratico per lavorare attraverso la tua ansia e identificare i pensieri che potrebbero esacerbare.

Se questo non ti aiuta, controlla con il tuo ufficio Risorse umane al lavoro. Spesso offrono programmi di assistenza ai dipendenti in cui è possibile incontrare un consulente o terapeuta gratuitamente o con un costo ridotto.

© 2017 Katharine S. Brooks. Tutti i diritti riservati. Trovami su Pinterest, Facebook e Twitter.

Credito fotografico: "Stress" di Bernard Goldbach / Flickr Creative Commons

Solutions Collecting From Web of "Ansia sul lavoro"