Andando lontano attraverso il trattamento della fertilità

Andare alla distanza attraverso il trattamento della fertilità: Sii il tuo migliore allenatore

Joann Paley Galst, Ph.D.

Hai mai avuto un allenatore davvero notevole nel softball, nel tennis o nel calcio? Qualcuno che pensi ancora con affetto perché ha avuto un impatto così positivo sulla tua vita, qualcuno che ti ha ispirato a fare del tuo meglio, a imparare nuove abilità, a perseverare anche di fronte alla perdita?

Il trattamento per la fertilità è stressante, spaventoso e frustrante. Mentre sperimentare l'infertilità a volte è uno sprint, per molti è più di una corsa a lunga distanza. Se sei il tuo peggior nemico in questo processo nutrendoti di auto-parlare negativo su base regolare, potresti esaurire la tua energia e esaurire la tua resilienza interiore rendendo più difficile per te continuare su questa strada fino a quando non deciderai obiettivamente che tu hai finito la tua gara.

Uno dei motivi più comuni per la cessazione anticipata del trattamento (abbandono della corsa) è il peso o lo stress psicologico del trattamento (Domar et al, 2010; Gamerio et al, 2012; Van den Broeck et al, 2009). Un grande allenatore può essere quello di cui hai bisogno. L'assunzione di un allenatore di questo tipo può essere un'opzione per alcuni, diventare il tuo allenatore della fertilità, la tua voce interiore di incoraggiamento e sostegno, è probabilmente la tua scommessa più sicura per un partner sempre disponibile in questo sforzo.

Ecco cinque suggerimenti per essere il tuo miglior allenatore della fertilità:

  • Non picchiarti Un buon allenatore è incoraggiante a non vergognarsi. Invece di concentrarsi su un ciclo infruttuoso e rimproverandoti, il tuo buon allenatore può aiutarti a concentrarti su ciò che hai fatto bene. Cerca la lezione in questa esperienza e prendi decisioni da lì. Se inizi a scivolare nel tuo critico interiore dicendo cose come "Sono un fallimento", il tuo buon allenatore ti aiuta a concentrarti sulle tue qualità e punti di forza positivi.
  • Disconnettiti discorsi hand-down obsoleti. Lascia che il tuo buon allenatore ti aiuti a rintracciare le origini dei messaggi negativi che potresti aver raccolto durante l'infanzia (ad esempio, "Non posso fare nulla di giusto".), Estirparli e sostituirli con un discorso positivo corretto e aggiornato .
  • Vedi le battute d'arresto come pietre miliari, non esperienze negative totalizzanti e senza fine. Se vogliamo perseverare, dobbiamo imparare dall'esperienza di battuta d'arresto e rimetterci in sesto verso dove alla fine vogliamo andare. Il tuo interiore coach di supporto può aiutarti a mettere in discussione la tendenza a pensare in modo tutto-o-niente (ad esempio, "Se non ha funzionato questa volta, non funzionerà mai") ​​e riconoscerai invece che il fallimento cade in un continuum. Veramente, se non ti ha ucciso, c'è la possibilità di avere successo la prossima volta. Ogni sfida è individuale e non parte di un modello negativo infinito più grande. Crea il tuo piano di attacco piuttosto che sentirti sopraffatto e arrendersi.
  • Non personalizzare. Se le cose non vanno come sperato, non dare per scontato tutto il problema. Invece, guarda i fattori che hanno contribuito a questo risultato e non prenderlo sul personale. Come tuo miglior allenatore, considera che la tecnologia ti ha deluso questa volta, piuttosto che hai fallito dal momento in cui hai seguito tutte le direttive fornite dal tuo medico curante. Se le cose non vanno come preferisci, un buon allenatore non la vede come una riflessione sulla tua capacità o valore come essere umano.
  • Perdona te stesso. Un coach interiore di supporto ti valorizza e ti rispetta e spera che ne uscirai vincitore. Anche quando commetti degli errori, un buon allenatore cerca modi per migliorare e andare avanti. Perdonare te stesso ti dà la forza di ricostruire la resilienza e continuare a cercare di raggiungere i tuoi obiettivi.

Sperando di trovare in te stesso il tuo miglior allenatore per supportarti attraverso questa maratona.

RIFERIMENTI:

Domar, AD, Smith, K, Conboy, L, Iannone, M, Alper, M. Un'indagine prospettica sui motivi per cui i pazienti assicurati negli Stati Uniti abbandonano il trattamento di fecondazione in vitro. Fertil Steril, 2010; 94 (4): 1457-59.

Gameiro, S, Boivin, J, Peronace, L, Verhaak, CM. Perché i pazienti interrompono il trattamento della fertilità? Una revisione sistematica delle ragioni e dei fattori predittivi di interruzione del trattamento della fertilità. Hum Reprod Update, 2012; 18: 652-69.

Van den Broeck, U, Holvoet, L, Enzlin, P, Bakelants, E, Demyttenaere, K, D'Hooghe, T. Motivi dell'abbandono del trattamento dell'infertilità. Gynecol Obstet Invest, 2009; 68 (1): 58-64.

Solutions Collecting From Web of "Andando lontano attraverso il trattamento della fertilità"