Anche il più intelligente può aver bisogno di aiuto

La Society for Neuroscience è un'organizzazione prestigiosa per gli scienziati che studiano il cervello. Più di 30.000 persone provenienti da 80 paesi, principalmente dottori di ricerca in scienze fisiche, partecipano alla sua conferenza annuale, che terminerà oggi.

Negli ultimi due giorni ho avuto il privilegio di fare un coaching individuale di 15 minuti con i partecipanti. Ecco i riepiloghi di alcune delle sessioni. Te li offro per quattro motivi:

1. Potrebbero contenere consigli di carriera utili per te.

2. Potrebbero legittimare il tuo desiderio di ottenere aiuto.

3. Dimostrano che il dare consigli può essere saggio, specialmente se richiesto. Axiomatic in psicologia è che, dove possibile, il compito dell'aiutante è quello di facilitare il cliente a venire con le proprie soluzioni. E nel mio studio privato, in genere lo faccio, ma in questo contesto, in cui avevo solo 15 minuti per cliente, sentivo che dovevo, dopo aver ascoltato attentamente la loro situazione, offrire suggerimenti. Invariabilmente ho sentito che lo apprezzarono.

Ciò si integra con la mia esperienza con i miei clienti abituali: Sì, predefinito per facilitare il cliente a venire con le proprie soluzioni ma quando ha esaurito le idee e sta cercando input, se ho un suggerimento potenzialmente degno, è utile offrilo con tatto Ovviamente, ascoltate attentamente anche solo una sottile risposta negativa ad essa, per esempio, un tono piatto di accordo. Tuttavia, ritengo che offrire un consiglio con tatto prestando molta attenzione alla risposta della persona sia uno strumento sottovalutato.

4. I seguenti esempi dimostrano che è possibile aiutare una persona tecnica in breve tempo senza esperienza tecnica. Sì, il mio essere un consulente di carriera mi è stato d'aiuto, ma credo che se non lo fossi uno, avrei inventato la maggior parte degli stessi suggerimenti. Ho cambiato i nomi dei coachees e i dettagli irrilevanti per proteggere l'anonimato.

Sherry lavora in un prestigioso istituto di ricerca. Anche se lavora già 60 ore a settimana, il suo capo continua ad accumulare lavoro e infine, quando Sherry ha detto che era troppo, il suo capo ha minacciato di licenziarla. Sherry è uscita dal suo ufficio. Sherry mi ha chiesto cosa fare. Le ho suggerito di non tornare indietro, ma piuttosto, tornare all'ufficio del capo con un elenco di tutti i suoi compiti e il tempo approssimativo che ciascuno prende e poi chiedere al capo come Sherry potrebbe fare tutto. Ciò probabilmente si tradurrà – senza uno scontro diretto – che il capo si rende conto di essere ingiusta e forse suggerirà in che modo Sherry potrebbe delegare parte del lavoro.

David è un professore di 64 anni in un'università che probabilmente chiuderà. Non può permettersi di andare in pensione e desidera il mio aiuto per gareggiare per una nuova posizione. Ha detto che ha un interessante programma di ricerca ed è un buon insegnante. Ho suggerito che un vantaggio dell'età è che ha fatto un numero di connessioni. Dovrebbe invocare il più rispettato per pubblicizzarlo ai presidenti di dipartimento. Questo è più credibile che farsi del male. Ho anche suggerito di consegnare le munizioni dei suoi referenti: un cercapersone che descrive il suo programma di ricerca più un video di due minuti in evidenza da una classe che sta insegnando. Disse che non aveva pensato a nessuno dei due e li avrebbe provati.

Phyllis gestisce un laboratorio in un piccolo college e non ha finanziamenti extramurali. Ho suggerito che, non appena abbiamo finito il telefono, ha scritto un pager per cristallizzare il suo pensiero su ciò che è più degno di finanziamento, e poi lo ha lanciato verbalmente ai molti finanziatori alla conferenza: NIH, NSF, DOD, ecc. Non ci aveva pensato, ma ha detto che lo avrebbe fatto immediatamente. Mi ha appena mandato un'email per dire che un decisore del finanziamento del NIH ha dichiarato di essere interessato a tre dei suoi progetti.

Robert è un post-dottorato e vorrebbe lavorare per una società di consulenza come Deloitte o Accenture, ma quando ha provato ad Accenture, dopo una conversazione, ha smesso di rispondere alle sue chiamate. Al sondaggio, era chiaro che la persona di Accenture era un esperto di scienze dei dati per nulla coinvolto nel campo di Robert, la neuroscienza. Abbiamo riso del fatto che Robert stava generalizzando in generale su un campione non rappresentativo di uno, qualcosa che non avrebbe mai fatto nella sua ricerca. Quindi ho suggerito che identificasse – dai siti Web delle aziende e da LinkedIn – uno scienziato su target di una mezza dozzina di società di consulenza – grandi come Accenture e aziende boutique e inviano loro un'email.

Deborah gestisce un laboratorio in un'università di medio livello e crede che il suo laboratorio meriti un maggiore riconoscimento nazionale. Ho chiesto se sentiva che le sue capacità di scrittura e di presentazione sono tutto ciò che dovrebbero essere. Ha ammesso che né lei né i suoi post-dottori sono … Si sono concentrati sulla loro ricerca. Così ho suggerito che nelle prossime riunioni del personale hanno guardato i discorsi TED altamente quotati dagli scienziati, hanno discusso ciò che hanno imparato dai discorsi TED, e poi si sono finti di fare mini-discorsi l'uno per l'altro, dando un feedback onesto ma discreto. Disse che non ci aveva mai pensato ma amava l'idea.

Rachel supervisiona un post-doc, Danielle, che si rifiuta di fare molto lavoro perché dice che non crede nella ricerca. Quando chiesi a Rachel se pensava che quella fosse la vera ragione o piuttosto, che Danielle mancasse delle abilità o abilità necessarie. Rachel pensò a quest'ultimo. Ho quindi chiesto se avesse trascorso abbastanza tempo a guardare Danielle a lavorare e ad istruirla per aiutarla a colmare le lacune di abilità. Rachel ha detto che non l'ha fatto, ma pensa che sia una buona idea.

Anna sta finendo la sua laurea in Berkeley (con lode) e sta cercando un buon dottorato di ricerca. programma di preparazione per una carriera che comprende il meccanismo alla base del perché le persone sviluppano gravi malattie mentali in età adulta. Ho detto che tale ricerca ottiene i migliori finanziamenti presso università prestigiose, ad esempio Cal Tech, MIT e Princeton. Dovrebbe cercare i siti di quei programmi per trovare un professore in ogni istituzione con interessi compatibili e poi scrivere o telefonare al professore per porre domande come "Che tipo di lavoro di ricerca potrei fare se dovessi essere il mio consulente" e " Ogni programma di laurea ha una cultura distinta. Cosa ti rende diverso? "Ha detto che le è piaciuta l'idea e lo farà.

Il Takeaway

Hai bisogno di ricevere aiuto da qualcuno, sì con qualche esperienza rilevante, ma forse più importante, chi ha molto buon senso?

Vuoi offrire un tale aiuto, forse a una o più persone altamente competenti? Alla fine di ogni sessione alla conferenza Society for Neuroscience, il counselee ed io sentivamo che era più probabile che facesse la differenza – il risultato di una sessione di soli 15 minuti.

La biografia di Marty Nemko è su Wikipedia. Il suo ultimo libro, il suo 8 °, è Il meglio di Marty Nemko.

Solutions Collecting From Web of "Anche il più intelligente può aver bisogno di aiuto"