Amicizia sul posto di lavoro: quando il tuo ruolo ti mette a parte

DOMANDA

Ciao Irene,

Sono un'infermiera professionale e una consulente che lavora nello staff di una grande chiesa protestante. Il mio ufficio privato si trova nella zona dell'ufficio della chiesa. I pastori hanno la loro "cricca" che è il loro gruppo professionale. Sono occasionalmente invitato ad eventi sociali con loro ma questi sono legati al ministero.

Il "personale dell'ufficio" tende ad essere sociale ma non mi include in nessuna attività "dopo il lavoro" a meno che non li inviti. Davvero non mi piace essere socievole con i pastori mentre ricevo i loro riferimenti. Il personale dell'ufficio è rumoroso e spesso inappropriato. Alcuni di loro sono anche miei clienti e vengono da me per la consulenza.

È imbarazzante fare amicizia qui a causa delle relazioni e della riservatezza con cui sono legato. Tuttavia, è doloroso quando l'ufficio si spegne e non include me, quindi parla dei loro eventi di fronte a me alla prossima riunione dello staff.

Poiché servo nel ministero di questa grande congregazione, devo anche mantenere una distanza professionale. È saggio o dovrei raggiungere? C'è anche la preoccupazione per la riservatezza, motivo per cui penso di essere sulla lista "C" di tutti socialmente. Suggerimenti?

Firmato, Arlene

RISPOSTA

Ciao Arlene,

Come consigliere della chiesa, hai un ruolo diverso e responsabilità ben distinte rispetto ai pastori o al personale d'ufficio.

Mentre stai cercando di capire un modo appropriato per relazionarti con i tuoi colleghi, sono sicuro che sono anche incerti su come dovrebbero interagire con te, sia al lavoro che fuori dall'ufficio.

Come consigliere, la tua prima responsabilità è per i tuoi clienti. Non penso che ci sia una "correzione" per sentire il modo in cui lo fai riguardo agli aspetti sociali del lavoro se non per capire perché questo si sta verificando (cosa che fai). Inoltre, è necessario assicurarsi di nutrire e mantenere amicizie al di fuori del posto di lavoro.

È comune anche per gli amministratori delegati dire che è "solitario ai vertici". Uno dei miei ex supervisori aveva l'abitudine di incontrarsi mensilmente con colleghi di altre organizzazioni. Allo stesso modo, potresti vedere se esiste una rete professionale di consulenti ecclesiastici nella tua zona con cui puoi discutere delle sfide occupazionali e sociali del tuo lavoro.

Spero che questo ti aiuti.

Il mio migliore, Irene

Per leggere più dilemmi e dilemmi di amicizia da The Friendship Doctor, visita il Blog di Amicizia.

Solutions Collecting From Web of "Amicizia sul posto di lavoro: quando il tuo ruolo ti mette a parte"