Amicizia e perdita: quando la persona amata che muore è una migliore amica

DOMANDA

Caro dottor Levine,

Il mio più caro migliore amico di 35 anni è morto a marzo. Aveva il morbo di Alzheimer, quindi erano passati diversi anni da quando ho avuto una conversazione con lei, ma potevo ancora visitarla e vederla. La sua morte mi ha devastato.

Prima che si ammalasse, parlavamo quasi ogni giorno, e spesso ci incontravamo per una tazza di caffè, per pranzare, per fare shopping, per visitare un museo, per vedere uno spettacolo, ecc. Scrisse un libro che è trasportato da molti musei, e noi eravamo soliti divertiti a vederlo nelle loro librerie. Abbiamo vissuto solo a 15 minuti di distanza. Anche ai nostri mariti piaceva l'un l'altro.

Abbiamo condiviso così tante cose: amore per l'arte, letteratura, umorismo, vestiti, pettegolezzi e molto altro. In tutti quegli anni non abbiamo mai litigato, forse un leggero disaccordo, ma mai uno scontro. Ora mi sento privato e totalmente solo, anche se sono felicemente sposato e ho altri amici. Di quelli che ho, nessuno può venire a sostituirla. Mio marito capisce la mia perdita, ma non può riempire quello spazio vuoto.

Mi sono rassegnato a credere che non avrò mai più un'amicizia con quel tipo di larghezza e profondità. Non è questione di non avere altri amici. Ho solo un piccolo desiderio di stare con loro. Quando il mio migliore amico era vivo, non mi importava passare un po 'di tempo con altri amici, ma ora ho poco desiderio. Quando lo faccio, mi sento come se fossi solo "in grado di fare", e mi sento terribile anche solo a pensarlo. Come si riadatta da questo tipo di perdita? O forse non lo fai.

Cordiali saluti,
Lindsay

RISPOSTA

Caro Lindsay.

Sembra che tu abbia trovato e perso uno spirito affine nel tuo amico. Date tutte le esperienze e le emozioni che hai condiviso, ci devono essere dei ricordi costanti dell'amicizia, tinta di una tristezza ancora maggiore perché hai visto il tuo amico deteriorarsi lentamente.

Forse, è necessario concedersi un periodo di riposo prima di poter raggiungere altri amici. Quando hai voglia di stare con altre donne (cosa che farai), resisti alla tentazione di confrontare altre amicizie con questa.

Ricorda che ogni amicizia è unica e questa amicizia unica nel suo genere ti ha aiutato a diventare la persona, e l'amico, sei oggi. Sei fortunato che hai assaporato quello che pochi altri hanno in una vita. I ricordi più piacevoli emergeranno quando la tristezza si allontana nel tempo.

Un altro pensiero da considerare: se la tua tristezza non è limitata alle tue amicizie e hai perso interesse per cose che in passato erano piacevoli, potresti sentirti depresso. A volte la depressione si manifesta come un senso di disperazione; difficoltà di concentrazione; o cambiamenti nei modelli di sonno, appetito o livelli di energia. (Clicca qui per vedere di più sui segni e sintomi della depressione). Se questo è il caso, parlare con un professionista della salute mentale potrebbe aiutarti a superare la gobba.

Recuperare dalla morte o da una persona cara non è mai facile. In questo caso, la difficoltà può essere aggravata dal fatto che pochi altri possono comprendere la vicinanza della tua amicizia e il dolore della tua perdita.

I miei pensieri sono con te.

Cordiali saluti,
Irene

Oggi è il giorno dell'amicizia. Per leggere le origini della giornata, clicca qui.

Segui The Friendship Doctor su Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Amicizia e perdita: quando la persona amata che muore è una migliore amica"