Altro su Depressione e Pensiero critico

Critical Thinking

In questo post, continuerò una discussione sulle connessioni tra depressione e pensiero critico (per un post precedente su questo argomento, vai qui). Considera altri schemi di pensiero che sono illogici e spesso caratterizzano il pensiero della persona depressa:

  • Overgeneralization : Secondo Bassham e Irwin, "la persona che si impegna nell'eccessiva generalizzazione vede un singolo evento come un segno di un modello infinito di sconfitta". Ragiona dal verificarsi di un evento importante deludente che tutti gli eventi futuri saranno deludenti . L'evento potrebbe avere a che fare con il successo lavorativo, accademico o atletico, o una relazione, ma a prescindere da tale pensiero è un esempio della fallacia della generalizzazione frettolosa. Ciò si verifica quando giungiamo a una conclusione su qualcosa basata sull'evidenza di un piccolo sottoinsieme. Per esempio, incontro 3 studenti della Eastern Kentucky University, tutti provenienti dall'Ohio, e poi concludo erroneamente che tutti gli studenti dell'EKU provengono dall'Ohio. Lo stesso modello di pensiero illogico è presente nella sovra-generalizzazione.
  • Filtro mentale: questo si verifica quando una persona si focalizza ossessivamente su un particolare negativo, risultando in una visione oscura della realtà nel suo complesso. Si focalizza su questo dettaglio negativo e filtra tutto il resto. Potrebbe concentrarsi su un difetto del personaggio, una parte del suo aspetto fisico che non gli piace, o dipingere scheggiato sulla sua nuova auto, ma qualunque sia il suo aspetto specifico, la sua mente si blocca su questo ed esclude le molte cose buone che sono presenti. Questo è un esempio della fallacia delle prove soppresse. Questo errore si verifica quando trascuriamo o ignoriamo o ingiustificatamente scartiamo le prove rilevanti che supportano una conclusione diversa da quella in cui crediamo.
  • Saltare alle conclusioni: in questa distorsione cognitiva, un individuo interpreta negativamente certi fatti, e quindi disegna una conclusione negativa ingiustificata basata su tale interpretazione. Esistono due tipi principali di questa distorsione. Il primo, mindreading, si verifica quando una persona conclude che gli altri pensano negativamente su di lei senza prove sufficienti. Un esempio di questo è quando un marito interpreta il comportamento di sua moglie come arrabbiato o deluso sulla base di alcune prove tenui o insufficienti. L'altro tipo, l'errore del cartomante, si verifica quando un individuo conclude che le cose non andranno bene in futuro quando la prova di ciò non è presente o è inappropriata. Ad esempio, uno studente prevede che non entrerà nella scuola di specializzazione perché "ha una brutta sensazione" a riguardo. Tale pensiero può spesso essere una forma di fallacia di prove insufficienti, che si verifica quando riteniamo una conclusione anche se non ci sono prove sufficienti per giustificare tale convinzione.

In un post futuro prenderò in considerazione altri tre modi in cui il pensiero depresso è anche il pensiero illogico. Come ho pensato recentemente a questo problema, la mia convinzione che il pensiero critico possa aiutare almeno alcune persone che soffrono di depressione è stata rafforzata. La mia argomentazione non è che il pensiero critico dovrebbe sostituire i farmaci, sebbene sospetto che in alcuni casi meno gravi di depressione questa sia una possibilità. Sospetto più fortemente che per una persona che si riprenda più completamente dalla depressione, dovrà affrontare i processi mentali che è diventato abituato a impegnarsi in modo da poter iniziare a basare le sue convinzioni su prove migliori e su una logica più affidabile. Questo può essere più facile da fare quando il farmaco è efficace, ma deve essere ancora fatto. Comprendere gli errori presenti nel pensiero depresso può essere utile per la persona che affronta la depressione e per coloro che si prendono cura di una tale persona.

Seguimi su Twitter.

Gran parte di quanto sopra è stato tratto da un articolo pubblicato da William Irwin e Gregory Bassham, "Depressione, fallimenti informali e terapia cognitiva: la cura del pensiero critico?" Inquiry (2003): 15-21. Un'altra risorsa che potrebbe essere utile discussa da Irwin e Bassham è Feeling Good: The New Mood Therapy, di David Burns.

  • Auto-consapevolezza e orgoglio contro narcisismo ed egocentrismo
  • Quindi vuoi scrivere / modificare un libro di arteterapia, seconda parte
  • Non giudicare le persone per non provare
  • Punti ciechi di relazione
  • Esiste un'epidemia di cani falsi?
  • Infestato dal demone delle abitudini psicofisiche maladattive
  • Cyberstalking: il crimine in crescita più veloce
  • Terapia dell'Arte dell'Artemide e Depressione
  • Scollegato, Sostituito, Cancellato
  • Uomini, donne e problemi sessuali durante tutta la vita
  • Non-monogamia consensuale: un anno di ricerca sul sesso in esame
  • Mamma e papà, voglio essere un uomo
  • Agopuntura per smettere di fumare, dipendenza e insonnia
  • L'angoscia della procrastinazione
  • Vogliamo davvero cambiare?
  • Le metafore dei disturbi dell'alimentazione
  • Il problema con il pensiero
  • Animali
  • Autismo e l'ultimo tabù
  • Suicide Trip: filmando la morte al Golden Gate
  • Immortalità: siamo noi l'ultima generazione a non vivere per sempre?
  • Perché la verità è così importante?
  • Soccorso e favoreggiamento
  • Raccontare il reale dall'irreale
  • Scegliere una storia d'amore
  • Voglio lasciare il mio matrimonio senza sesso
  • 3 segni Your Child ha difficoltà di apprendimento
  • Tre motivi per cui le ultime notizie mediche sono così confuse
  • Chi vuol essere bisognoso? Sei soluzioni
  • Cannabis for Kids: Marijuana può trattare le convulsioni infantili?
  • Il fattore ombelicale
  • Non posso crederci, l'ho appena detto!
  • Un bambino in mente
  • Susie Orman Schnall vuole che tu trovi l'equilibrio
  • Anatomia della depressione: parte I
  • L'assistenza per la salute mentale diventa più facile