Altro ateismo delle celebrità

Nel mio precedente post ho spiegato i principi di base dell'ateismo delle celebrità: Certo, ci sono persone reali che corrispondono in qualche modo a celebrità famose come Beyonce o Scarlett Johansson.

Tuttavia, ciò che incontriamo qui nel mondo quotidiano di solito non sono quelle persone reali, piuttosto ci imbattiamo in immagini altamente sceneggiate, aerografate e messe in scena che le persone reali aiutano a produrre. Le immagini non sono le persone; le immagini sono, come i personaggi immaginari di un film, simboli piuttosto che esseri fisici.

Perché questo importa? Importa in vari modi, eccone uno: molti americani, indipendentemente dal fatto che siano o meno espliciti, considerano le celebrità come modelli di comportamento. Vogliono essere come celebrità o vogliono essere effettivamente delle celebrità. Considera un articolo su Angelina Jolie apparsa su Harper's Bazaar all'inizio di questa estate. Sulla base dei dati del sondaggio, l'articolo afferma che "le donne vogliono essere con lei ed essere lei allo stesso tempo"

Come tutti sappiamo, questo non è affatto insolito: i ragazzi indossano le maglie dei giocatori NBA e praticano le loro mosse tipiche, i fan adottano gli stili di abbigliamento e i cibi preferiti dei cantanti che idolatrano o scelgono i loro percorsi di carriera in base alla loro identificazione con le celebrità. A volte i critici suggeriscono che alcune celebrità sono modelli di ruolo inappropriati perché prendono droghe, vengono arrestati per batteria o altro. Ma vorrei suggerire una ragione più basilare per cui le celebrità non sono dei buoni modelli: non sono persone.

Prendi l'articolo di Angelina che ho menzionato, scritto da Naomi Wolf. Non ho niente contro Wolf (anche se alcuni altri lo fanno), è una scrittrice intelligente con più lettori di quanti io possa nemmeno immaginare. Ma lei è una celebrità credente, o almeno finge di esserlo per far pubblicare il suo lavoro su Harper's Weekly . Racconta ai suoi lettori che Jolie "per la prima volta nella cultura moderna, riunisce quasi ogni aspetto dell'emancipazione femminile e della liberazione".

Fantastico, come andare Angelina. Wolf continua a dirci che Angelina ha tutto, ha Brad Pitt, prima di tutto, ma anche lei si prende cura di "mezza squadra di bambini", fa buone azioni, per tutto il tempo sembra … Angelina Jolie. E così facendo mostra a tutte le donne che anche loro possono avere tutto.

Mi spiace. Le immagini possono essere fatte per sembrare che abbiano tutto, ma le persone no. La persona Angelina Jolie ha indubbiamente delle delusioni, incasina e non sembra "Angelina Jolie" per la maggior parte del tempo. Ma ancora più importante del fatto che le persone non hanno tutto è che le persone non hanno bisogno di avere tutto, e impostarlo come un obiettivo è una ricetta di costante insoddisfazione. Sii un ateo delle celebrità, rinuncia alla convinzione che le celebrità dimostrino che c'è una vita perfetta là fuori, e si concentri invece a fare del tuo meglio in un mondo imperfetto ma anche di un mondo straordinario.

Peter G. Stromberg è l'autore di Caught in Play: How Entertainment Entertainment on You. Foto di Lewis Minor.

Solutions Collecting From Web of "Altro ateismo delle celebrità"