Alla ricerca della vaccinazione psicologica universale

Se potessi liberare il mondo da una piaga psicologica, quale sarebbe?

Gli esseri umani sono sicuramente diversi: temperamenti, culture, entusiasmi e pratiche diversi: tanta varietà che alcune persone si chiedono se esiste persino una “natura umana”.

Altri cercano i fili comuni che attraversano tutta la nostra diversità, i tratti che ticchettano in tutti noi.

Raramente, però, ci fermiamo a fare una semplice domanda correlata: cosa non dovremmo mai tollerare in nessuno? Qual è l’unica caratteristica della natura umana che segna la nostra rovina, ticchettando in tutti noi come una bomba a orologeria?

Non ci fermiamo a chiedere, perché pensiamo di sapere già. Ad esempio, non essere cattivo, non uccidere in massa, non mentire mai, non essere come questi cretini o quelli.

Si sentono come risposte, specialmente quando le dichiariamo con passione, ma in realtà non le tagliano.

Qual è il male è la domanda. Non puoi rispondere con “il male”.

“Nessun omicidio di massa” non funziona, perché a quanto pare ci sono momenti in cui pensiamo che l’omicidio di massa sia accettabile, persino virtuoso. Rendiamo gli eroi fuori da quelli che fermano gli assassini di massa uccidendoli.

Allo stesso modo con “non mentire”. Tutti mentiamo, a volte per una buona ragione. Chiunque sostenga di non mentire.

E “non essere come questi o quelli” è troppo locale e vago. Diverse, le popolazioni locali hanno i loro nemici locali, e comunque, che cosa è esattamente di questi nemici che è male? Un esempio di male non è una definizione del male.

Pensa ai benefici di identificare il più esattamente e semplicemente possibile (e non più semplice) il virus universale della natura umana che ci rovinerà. Se fosse abbastanza semplice, potremmo insegnare a tutti a difenderci. Potremmo inoculare il mondo contro il tratto. Quindi saremmo entrambi al sicuro e liberi, liberi di fare qualsiasi cosa facciamo in tutta la nostra diversità senza attraversare la linea nel male che ci mette in pericolo.

La domanda è semplice ma scoraggiante. Chi siamo noi per dire qual è il peggior tratto?

È divertente. Alla gente non importa parlare del più alto stato di coscienza o illuminazione. Sono felici di idolatrare il più virtuoso – Gesù o Buddha, per esempio. Scegliere la caratteristica vincente non sembra infastidirci molto.

Data la diversità umana, il tratto vincente non è la grande domanda. Vivi e lascia vivere, ma entro i limiti. Quali sono questi limiti? Qual è il tratto chiave che sblocca il male? Non sembriamo disposti a generalizzare in senso negativo.

Ecco un’ipotesi su ciò che è, l’unica caratteristica che non dovremmo mai tollerare, l’unica caratteristica che nel corso della storia è stata la radice di tutti i mali.

Si comporta come se tu fossi l’eternamente più potente, più giusto e più virtuoso in un modo che non possa mai essere sfidato, qualunque cosa tu faccia. In altre parole, agendo come se avessi una carta vincente imbattibile, una carta che batte tutte le altre carte, ma non solo una carta vincente, anche una carta jolly, così puoi fare qualsiasi cosa e rimanere immutabile, la più giusta e virtuosa.

È la combinazione di briscola e jolly che è malvagia. Le tue vittorie vincenti dimostrano che hai sempre ragione e retta, qualunque cosa accada. E dal momento che hai ragione e il giusto, ti meriti un jolly – nessuna azione troppo sporca per l’assolutamente virtuoso.

Lo chiamerò “wildtrumping”, una wild card che ti farà guadagnare una carta vincente e una carta vincente che ti farà guadagnare una wild card. Wildtrumping indulge nella fantasia di sfuggire alla sfida originale della vita, la sfida dell’adattamento alla realtà. Wildtrumping funziona così:

Carta vincente: la vittoria dimostra che sono assolutamente giusto e retto. Ho l’ultima parola su tutto.

Wildcard: Essendo assolutamente giusto e retto, sono debitore della vittoria con ogni mezzo necessario. Devo essere autorizzato a fare assolutamente qualsiasi cosa.

La carta vincente: La mia potrebbe provare che sono eternamente, supremamente giusto e retto.

Wildcard: La mia correttezza e rettitudine mi autorizzano a fare qualsiasi cosa.

Carta vincente : il mio vittorioso significa giustificare i miei fini come assolutamente perfetti.

Wildcard: I miei fini perfetti giustificano l’uso di qualsiasi mezzo per rimanere vittoriosi.

È circolare, una credenza ermetica nella propria infallibilità, invincibilità e indifferenza. Non puoi sbagliare e quindi sei libero di sbagliare.

Sta giocando a Dio o al messaggero di Dio, non che tu abbia bisogno di credere in Dio per farlo. Stalin, un ateo, era un wildtrumper dedicato.

Wildtrumping è la soluzione finale al puzzle, la radice di tutti i mali, il tratto che ci pulsa come una bomba a tempo?

Forse no. Ma non respingere la domanda con un rifiuto di wildtrumping come risposta.

La pace sulla terra e la buona volontà verso tutti gli uomini (donne, bambini, organismi) è un grande obiettivo, ma per raggiungere questo obiettivo, dovremo capire come ottenere che la natura umana smetta di spararsi ai piedi.

Se potessi vaccinare l’umanità contro una caratteristica, quale sarebbe?