Alex Lickerman su The Undefeated Mind

Eric Maisel
Fonte: Eric Maisel

La seguente intervista fa parte di una serie di interviste sul "futuro della salute mentale" che durerà per oltre 100 giorni. Questa serie presenta diversi punti di vista su ciò che aiuta una persona in difficoltà. Ho mirato ad essere ecumenico e ho incluso molti punti di vista diversi dal mio. Spero che vi piaccia. Come per ogni servizio e risorsa nel campo della salute mentale, si prega di fare la dovuta diligenza. Se desideri saperne di più su queste filosofie, servizi e organizzazioni menzionati, segui i link forniti.

**

Intervista ad Alex Lickerman

Anche aiutando i professionisti che fondamentalmente concordano con l'utilità e la correttezza dell'attuale paradigma dominante di "diagnosticare e curare i disturbi mentali, principalmente con le pillole", tuttavia, denigrare quante poche risorse sono dedicate ad altri metodi di aiuto – per esempio, servizi di counseling adeguatamente studenti universitari stressati. Ecco Alex Lickerman su questo argomento.

EM: Hai scritto un libro intitolato The Undefeated Mind. Puoi condividere alcuni dei suoi titoli?

AL: La mia tesi in The Undefeated Mind è che la resilienza non è qualcosa che sei abbastanza fortunato da nascere con o abbastanza sfortunato da nascere senza ma qualcosa che ognuno può fare passi specifici per svilupparsi. Ci sono fatti particolari sulla psicologia umana che possono essere sfruttati per creare quelli che chiamo "interventi cognitivi" o, semplicemente, modi specifici di pensare a se stessi e ciò che accade nella propria vita che conducono alla forza e alla sicurezza e limitano lo stress, l'ansia e depressione. Presso l'Università di Chicago, abbiamo studiato questi interventi cognitivi e scoperto che non solo aumentano la resilienza ma riducono anche la depressione e l'ansia a lungo termine, rispettivamente del 45% e del 60%.

EM: Sei coinvolto nella salute e nella consulenza degli studenti. Quali sono alcune delle principali sfide emotive e di salute mentale degli studenti universitari?

AL: Gli studenti oggi si sentono sotto enorme pressione. Si sentono stressati, ansiosi, depressi e, soprattutto, mal equipaggiati per far fronte. Il fallimento di qualsiasi tipo si sente a molti di loro come la fine della loro vita e può portarli a angoscia quasi suicida. Come gruppo, molti non hanno avuto la possibilità di provare le proprie forze, di imparare a sopportare i cattivi sentimenti o di superare le avversità da soli.

EM: Che cosa particolarmente o particolarmente aiuta con queste sfide?

AL: gli studenti devono essere supportati ma non soppiantati. Cioè, devono imparare a credere nella loro capacità di superare le avversità e anche in tal senso essere ritenuti responsabili. C'è una linea sottile tra sostenere gli studenti senza proteggerli eccessivamente.

EM: Quali sono i tuoi pensieri sull'attuale paradigma dominante di "diagnosi e trattamento dei disturbi mentali" e sull'uso dei cosiddetti "farmaci psichiatrici" per "trattare i disturbi mentali" nei bambini, negli adolescenti e negli adulti?

AL: Penso che, in generale, non ci siano abbastanza risorse per la consulenza. Oggi non conosco nessun campus in America che si senta adeguatamente attrezzato per gestire la domanda che gli studenti presentano per i servizi di salute mentale. Penso che con l'aumento dei trattamenti farmacologici efficaci per le malattie mentali siamo diventati troppo lontani dalla terapia.

EM: Se tu avessi una persona amata in un disagio emotivo o mentale, cosa suggeriresti che lui o lei faccia o provi?

AL: Dipende interamente dal problema. Se si trattasse di una malattia mentale conclamata, come la schizofrenia o il disturbo bipolare, vorrei che ricevessero cure e farmaci psichiatrici. Se fosse lo stress, l'ansia o la depressione più comuni, li incoraggerei a iniziare con un professionista della salute mentale che potesse esplorare in terapia la fonte del problema e usare un giudizio sfumato per progettare un piano di trattamento che avesse le migliori possibilità di successo.

**

Alex Lickerman è un medico, ex assistente professore di medicina, direttore delle cure primarie e vicepresidente assistente per i servizi di consulenza e salute degli studenti presso l'Università di Chicago. Attualmente conduce uno studio privato diretto di assistenza primaria chiamato ImagineMD a Chicago.

www.alexlickerman.com

Twitter: @AlexLickerman

Facebook: www.facebook.com/alickerman

**

Eric Maisel, Ph.D., è l'autore di oltre 40 libri, tra cui The Future of Mental Health, Ripensare la depressione, Padroneggiare l'ansia creativa, Boot Boot per la vita e The Van Gogh Blues. Scrivi Dr. Maisel a ericmaisel@hotmail.com, visitalo su http://www.ericmaisel.com e scopri di più sul futuro del movimento per la salute mentale su http://www.thefutureofmentalhealth.com

Per saperne di più e / o per acquistare The Future of Mental Health visita qui

Per vedere il roster completo di 100 ospiti intervistati, visita qui:

Interview Series