Aiuto, ho sposato mio padre

VGstockstudio/Shutterstock
Fonte: VGstockstudio / Shutterstock

"Ho sposato mio padre" è spesso una realizzazione dolorosa, che induce molte donne a cercare una terapia. Molti confessano di essere recidivi, incapaci di capire che cosa li ha attratti per la prima volta alle caratteristiche del loro partner che, in seguito, nel rapporto trovano così poco attraente: "È come se non potessi farci nulla. Perché sto facendo questo a me stesso? So che finirò nella stessa situazione di sempre, ma qualcosa dentro di me prende il sopravvento. È complicato. Confusione.”

Mentre ci possono essere molte ragioni per qualsiasi obbligo di ripetizione, molte donne scoprono che alla base della loro attrazione originaria c'è il desiderio di essere visti e amati dal loro padre quando erano giovani. Questo desiderio era già dolorosamente frustrato. Prima di permetterci di diventare pienamente consapevoli di non aver ricevuto ampia attenzione, trasferiamo il nostro bisogno su altri con attributi simili e continuiamo la ricerca. È un tentativo futile di ricevere finalmente ciò che sembra così essenziale nella vita. Non è specifico per le donne mantenere il desiderio e far finta che l'impossibile sia ancora possibile. Gli esseri umani sono grandi nel nutrire speranza. Sfortunatamente, l'abilità di sperare e continuare a lottare contro tutte le probabilità può anche portare all'incapacità di vedere chiaramente, lasciarsi andare e andare avanti.

È, tuttavia, specifico per le donne che così tanti guardano al genitore dell'altro sesso e trovano solo l'amore condizionale, se esiste. Quando i ragazzi guardano alle loro madri, hanno una maggiore probabilità di trovare un amore incondizionato. Un lettore critico può ora obiettare e sottolineare che molte madri sono incapaci di un amore incondizionato. In effetti, le femmine possono essere anche non amare e crudeli con i loro figli. Ma tradizionalmente – e fortunatamente questo sta migliorando con ogni generazione – le femmine sembrano più disponibili e capaci di amare incondizionatamente, mentre i maschi possono aspettarsi qualcosa prima di accettare e abbracciare pienamente i loro figli. Mentre i ragazzi potrebbero provare dolore per l'amore incondizionato dai loro padri, anche la relazione delle ragazze con il sesso opposto è influenzata dalla diade padre-figlia.

È interessante notare come la relazione padre-figlia non sia stata spesso al centro degli psicologi che cercano di capire perché le donne hanno difficoltà nelle loro relazioni eterosessuali. Le madri, d'altra parte, sono spesso ritenute responsabili di ogni sintomo psicologico, se non fisiologico. È importante notare, tuttavia, che l'assegnazione della colpa non è il mio scopo in questo post. È fondamentale che le donne si chiedano cosa loro mancano dai loro padri in gioventù e quali strategie hanno usato, e possono ancora usare, per attirare l'attenzione maschile. La psicologa tedesca Julia Onken propone che le donne usino tre strategie principali per ottenere amore e attenzione dai maschi 1 :

1. Simpatici maschi con il loro aspetto e / o il loro comportamento da brava ragazza ("Per favore, quindi sono").

2. Impressionando i maschi con le loro prestazioni e il loro successo ("Io realizzo, quindi sono").

3. Sfidare i maschi ("Prendo l'attenzione negativa, quindi sono"). 2

Anche le strategie di combinazione funzionano, ma molti trovano che una strategia sia dominante. Gli uomini piacevoli sono decisamente preferiti per cercare di suscitare amore, perché sono meno minacciosi e più supportati dall'industria pubblicitaria dominata dagli uomini. Le donne imparano velocemente ciò che gli uomini vogliono e diventano dipendenti dai prodotti di bellezza per sentirsi al sicuro abbastanza da manovrare il loro mondo. Molti di noi sono devastati dal nostro processo di invecchiamento e ci sforziamo di nasconderlo con prodotti anti-invecchiamento, che in realtà sono "anti-donne". La missione di accontentare e recuperare l'amore che non abbiamo mai avuto sembra fermarsi . Almeno come la donna che ha bisogno di compiacere, possiamo rimanere carini ed evitare di essere definiti "cattivi" o "freddi" dall'età, giudicando gli uomini.

Cosa c'è da fare? Dopo aver affrontato il nostro desiderio nel suo contesto originale, dopo aver posseduto il modo in cui cerchiamo di ottenere l'amore incondizionato da un maschio e quanto proviamo a sentirci bene con un "padre uomo", possiamo sentire il dolore direttamente. I nostri partner non sono più necessari per riempire il nostro cuore vuoto; la lotta con i surrogati può finire. Invece di giudicare le donne che non vivono per compiacere gli uomini, che sono rilassati riguardo alla loro carriera e non hanno bisogno di eccellere in tutto ciò che fanno o sfidano compulsivamente l'autorità, possiamo imparare da loro. Possono diventare nostre sorelle.

Lasciare andare la nostra fantasia per ottenere ciò che ci serviva molto tempo fa è doloroso, ma con l'aiuto di altre donne, possiamo farlo. La verità è che possiamo vivere senza ciò di cui avevamo bisogno in passato. Ciò di cui abbiamo bisogno oggi è il nostro amore incondizionato: accettazione radicale di sé e attenzione completa e gentile. Mentre la fantasia svanisce, inizia la vera felicità.

fonti

1) Julia Onken (1997). Vatermänner: Ein Bericht über die Vater-Tochter Beziehung und ihren Einfluß auf die Partnerschaft. Verlag CH Beck: München.

2) Leggi di più sui lati positivi della sfida qui: "Sette modi gradevoli per essere spiacevoli"

NOTA: se questo post in qualche modo "parla" a te, e tu credi in potrebbe anche agli altri, per favore considera di inviare loro il suo link. Inoltre, se ti piacerebbe leggere altri articoli che ho scritto per Psychology Today, clicca qui.

© 2017 Andrea F. Polard, PsyD. Tutti i diritti riservati.

– Invito i lettori ad unirsi a me su Facebook e seguire le mie varie riflessioni psicologiche e filosofiche su Twitter.

Solutions Collecting From Web of "Aiuto, ho sposato mio padre"