Aiutare il tuo bambino ansioso a superare le paure della buonanotte

©Corbis/Veer, used by permission
Fonte: © Corbis / Veer, usato con il permesso

"Non andartene! Sono troppo spaventato! Solo altri cinque minuti! Pleaseeeee! "Tutti i bambini attraversano un momento di difficoltà ad andare a letto. Sia che si tratti di avere paura del buio, o dei mostri sotto il letto, o delle loro bambole che prendono vita, di "cattivi", o di andare in bagno perché qualcuno a scuola sta avviando il "Bloody Mary allo specchio" storie di nuovo-l'immaginazione dei bambini inizia e loro sono su-e tu lo sei anche tu. Ma questa è la chiave. Non è il loro letto, né la casa, né le bambole – è quello che la loro mente, e in particolare il loro "cervello preoccupato", sta dicendo loro di quelle cose che li rende così spaventati. Quindi, mentre sei tentato di rassicurare il tuo bambino che tutto va bene, è probabile che tu sappia già che non funziona.

Cosa funziona?

Insegnare a tuo figlio che lui o lei può essere il capo e non essere ingannato dal loro cervello preoccupato! Insegnando a tuo figlio i trucchi che la preoccupazione può giocare – come ama esagerare, catastrofare (creare storie spaventose in più per situazioni che sono davvero extra sicure come: trasformare pile di bucato sul comò in mostri, o suoni scricchiolanti in intrusi) e ignorando i fatti, puoi incoraggiare il tuo bambino a prendere il comando e arruolare la loro immaginazione per essere più onesto con loro! Come lo fanno? Chiamando il loro cervello intelligente per mettere alla prova le loro paure invece di fidarsi di loro.

Quindi, se tuo figlio ha sette o diciassette anni, le tecniche seguenti aiuteranno tuo figlio a prendere in carico le sue paure.

Empathize prima! Anche se le paure di tuo figlio sembrano irragionevoli per te, puoi aiutarle a sentirsi più sicure – emotivamente sicure – non sfidando il fatto che abbiano paura. Se chiedi "Perché hai paura?" O dici "Non devi preoccuparti", li mette in una posizione in cui hanno bisogno di difendere le loro paure – non è quello che vogliono tutti. Dì invece: "So che ti senti spaventato in questo momento" o "So che la preoccupazione ti preoccupa davvero adesso", o addirittura "So cosa vuol dire avere paura e non è come lo vuoi sii, ti aiuterò. "

Separa il tuo bambino dalla preoccupazione Quando il bambino dice di essere spaventato, piuttosto che affrettarsi a rassicurare, aiuta il bambino a considerare la preoccupazione come una scelta, una scelta che non deve fare. Di ': "Ok, sentiamo dalla preoccupazione, cosa ti sta dicendo? E poi ti sentiremo di quello che pensi veramente. "

Qual è la vera paura? Dillo sulla preoccupazione, e restringila Fai in modo che i tuoi figli nominino ciò di cui hanno paura – alcuni bambini potrebbero non sapere, ma molti bambini diranno – mostri, ladri o qualunque cosa possa essere. Non indovinare per loro, ti verrà inavvertitamente piantare nuove idee. Di ': "La preoccupazione ti preoccupa davvero, dimmi cosa sta dicendo? Oppure, "Dimmi che cosa ti sta preoccupando?" O, "qual è l'unica cosa che ti preoccupa di più?"

Chiedi al tuo bambino di "verificare" la preoccupazione Una volta che il tuo bambino ha elencato le paure e le preoccupazioni sia su carta che ad alta voce, fai in modo che ogni preoccupazione sia messa alla prova. Chiedi a tuo figlio: questo è ciò che ti preoccupa: quanto pensi che sia vero? Cosa pensi che succederà davvero? Ci credi,? Perché o perché no? Se la preoccupazione fosse quella di fare un test a scuola, l'insegnante segnerà quella risposta giusta o errata? Cosa dice la tua mente intelligente delle bambole che escono dall'armadio? In questo modo il bambino inizia ad avere l'idea che la preoccupazione dica le cose, ma invece può pensare e ascoltare altre parti. Anche un bambino piccolo può farlo tramite burattini da dito che rappresentano il cervello preoccupato e il cervello intelligente) i bambini più grandi possono semplicemente dire le paure e i fatti o scriverli fianco a fianco. Vedendo i fatti contro le paure, tuo figlio userà il suo cervello intelligente per superare in astuzia la sua preoccupazione. Tieni i fatti al capezzale per una rapida consultazione.

Combatti spaventoso con uno stupido: fai un "Makeover dei mostri" Se il tuo bambino ha paura dei mostri che saltano fuori nel buio o che rivedono una scena paurosa di un film che hanno visto, dopo aver eseguito il "fact-checking" sopra, possono combattere spaventoso con uno stupido facendo un "Makeover dei mostri". Fai disegnare il tuo "mostro" (o descrivilo) a tuo figlio. Poi invitali a usare la loro immaginazione per creare una versione sciocca: aggiungi pattini a rotelle, un bikini a pois, un tutù, palline da giocoliere, cappelli da compleanno, muscoli esagerati, bucce di banana da infilare ecc. Ripeti se necessario!

Pratica di proposito (e rendila divertente) Fai un "viaggio in campeggio" nella stanza del tuo bambino con le torce per fare una divertente attività al buio. Nascondi il bagliore negli oggetti scuri del negozio di dollari che tuo figlio può trovare. Lascia che il tuo bambino sia una "guida turistica" che faccia scendere una sala buia (una torcia è a posto) e ti faccia vedere dove sono gli interruttori o le luci e ti mostra come accenderli. Il "titolo" della guida turistica aiuterà tuo figlio a sentirsi più sicuro di essere nella semioscurità e imparerà l'importante abilità / informazioni su dove sono gli interruttori della luce!

Alleviare le luci, a poco a poco Molti bambini con le paure notturne in generale, o la paura del buio in particolare, finiscono per convincere i loro genitori a dormire con la stanza in fiamme con la luce a soffitto, la luce del corridoio e la luce del bagno accesa. Questo non va bene per dormire, ma non dà al bambino l'opportunità di vedere come i loro occhi si abitueranno all'oscurità in pochi minuti. Lavorare verso l'utilizzo di lampadine a basso wattaggio, e quindi passare a luci notturne (meglio avere a battiscopa, non a livello degli occhi), eventualmente usando solo uno.

Definisci un tempo di preoccupazione Se le alluvioni della preoccupazione di tuo figlio si stanno aprendo ogni notte non appena ti prepari a spegnere le luci che portano a tarda notte e la frustrazione, cambia il programma. Scegli un orario precedente (dopo la scuola, dopo cena) per cinque minuti in cui tuo figlio elencherà le sue paure e "controlli fatti" in modo che tuo figlio sia pronto a ricoprire la sua preoccupazione quando è ora di andare a letto.

Usa l'esercizio "Quattro porte" per finire con una buona nota Dopo che tuo figlio ha posto le sue preoccupazioni, è utile avere da qualche altra parte che possono scegliere di mettere la loro attenzione. Chiedi a tuo figlio di pensare a quattro cose a cui in realtà piacerebbe pensare prima di andare a letto: feste di compleanno, viaggi che vorrebbero prendere, lego che vorrebbero costruire, come decorerebbero i cupcake, la loro giornata dei sogni con un la celebrità, le cose divertenti che fa il cane – tutto va bene. Invitali a disegnare quattro porte su un foglio di carta e riempire ogni porta con un'idea. Cambia idee ogni volta che è necessario. Mandali a dormire chiedendo loro quali porte vogliono passare stasera e potranno raccontarti tutte le loro avventure a colazione.

Ricorda che ci vogliono alcune settimane per ottenere nuove routine, quindi se il tuo bambino è in esecuzione fuori dalla stanza, o si intrufola nel tuo letto per alcuni mesi, ci vorrà pazienza e perseveranza da parte tua per impostare un nuovo modello e le aspettative per andare a dormire. Ricorda anche che aiutare il tuo bambino con questo importante passo verso l'indipendenza non è un comportamento genitoriale (anche se tuo figlio potrebbe pensarlo, o accusarti di ciò nella speranza che tu lascerai la tua missione per aiutare e stare semplicemente con loro) – questo è genitorialità compassionevole. Li stai aiutando a fare qualcosa che alla fine avranno bisogno e vorranno fare da soli, sia che si tratti del pigiama party che non vogliono perdere, di un viaggio notturno in classe, o semplicemente di poter andare a letto senza che si tratti di un importante scioglimento del riposo, prendilo al ritmo di tuo figlio, ma sappi che stai insegnando loro un'abilità che li servirà bene per tutta la vita. Ti auguro buone notti e sogni d'oro per tutti!

Per ulteriori idee come queste, dai un'occhiata al mio nuovo libro: Liberare il bambino dall'ansia: la versione riveduta e aggiornata: strategie pratiche per superare paure, preoccupazioni e fobie e prepararsi per la vita, dai bambini ai ragazzi!

COLLEGA CON DR. CHANSKY SU Facebook e Twitter. SE TI PIACE QUESTO, PER FAVORE CONDIVIDI CON QUALCUNO A CUI TI SERVE, ANCHE!

© Tamar Chansky, Ph.D., 2015. Nessuna parte di questo lavoro può essere riprodotta senza il permesso dell'autore.

Solutions Collecting From Web of "Aiutare il tuo bambino ansioso a superare le paure della buonanotte"