Aiutare gli adolescenti che vivono in famiglie disfunzionali: parte 2

 Tjook/flickr
Fonte: foto: Tjook / flickr

La scorsa settimana ho posto una domanda a cui tanti terapeuti si confrontano nel loro lavoro:

In che modo la terapia con gli adolescenti può essere efficace quando ogni settimana lasciano la sessione e devono tornare a un sistema familiare che è nel migliore dei casi disfunzionale o non supportato, o in realtà tenta di indebolire o sabotare i progressi compiuti nel trattamento?

Come possiamo navigare in questo? E ha senso lavorare con questi adolescenti? Credo che nonostante questa sfida molto reale e il fatto che i loro genitori possano essere poco collaborativi o non coinvolti nel trattamento, ci sono problemi su cui vale la pena concentrarsi e idee che possono essere elaborate in terapia.

Insegna ai ragazzi con cui lavori che il loro benessere non dipende in realtà dal fatto che i loro genitori si comportino insieme o no. Questo è spesso un nuovo concetto per loro. Mentre gli adolescenti continuano ad evolversi, le loro scelte comportamentali diventano gli arbitri del loro benessere. I loro genitori potrebbero non cambiare o "ottenerlo", ma gli adolescenti possono ancora ottenere informazioni e andare avanti. Questo può restituire un senso di speranza a te e ai tuoi clienti.

Dare potere agli adolescenti con cui lavori per assumersi la piena responsabilità delle cose nella loro vita che possono controllare e aiutarli a riconoscere e lasciare andare ciò che non è nel loro controllo. Aiutare gli adolescenti a fare questa distinzione aggiunge al processo di individuazione e può ridurre le distorsioni cognitive che promuovono l'auto-colpa e la vergogna. Dare un nome alle cose che sono nel loro controllo come ottenere voti decenti, uscire con amici sani, scegliere di non intraprendere comportamenti autodistruttivi è un modo per installare un'autentica responsabilizzazione e responsabilità.

Rendi la terapia orientata al futuro. Guarda verso un tempo in cui possono essere più indipendenti nelle loro vite. Mettilo sul loro schermo radar e normalizza il processo di individuazione per ridurre i loro sensi di colpa. Incoraggiali a discutere i loro sogni e obiettivi in ​​modo che riconoscano che ci saranno molti capitoli nella loro vita oltre a vivere con i loro genitori.

Aiuta gli adolescenti a concentrarsi su causa ed effetto. Quando fanno scelte comportamentali specifiche, elaborano il modo in cui ciò avrà un impatto sulla capacità di realizzare i loro obiettivi futuri. Il cervello dell'adolescente non è pienamente in grado di fare questo grado di pensiero astratto così gli adolescenti hanno bisogno di terapeuti per modellare l'abilità di valutare le conseguenze future prima di prendere una decisione.

Normalizza che gli adolescenti possono provare sentimenti opposti nei confronti dei loro genitori allo stesso tempo. La maggior parte degli adolescenti ha bisogno di sostegno nel bilanciare la combinazione di tenere l'amore per i propri genitori e il risentimento o la rabbia quando i loro genitori sono in ritardo o li deludono. Mentre crei uno spazio sicuro per esprimere le loro frustrazioni, cerca di includere anche una discussione sui punti di forza dei loro genitori.

Metti dinamiche familiari disfunzionali in un contesto generazionale. Spiega che i loro genitori potrebbero non avere strumenti di genitorialità efficaci perché non erano genitori efficacemente. Consenti agli adolescenti di interrompere quel ciclo generazionale di negligenza o genitorialità inadeguata imparando dai loro genitori e facendo scelte consapevoli che sono diverse.

Mai sottovalutare il potere della relazione terapeutica e la modellazione che offre agli adolescenti, anche se non possono integrarlo completamente fino a tarda età. Sappi che stai ancora seminando inestimabili semi, offrendo l'esperienza riparatrice di un attaccamento sicuro e aiutando quell'adolescente a sentirsi vista e compresa nel mondo. Non vogliamo mai che scelgano tra i loro genitori o noi, ma possiamo ancora lasciare un'impressione duratura di compassione che porteranno con sé per molto tempo dopo che avranno terminato la loro terapia con noi.

Qual è stata la tua esperienza nel lavorare con adolescenti che vivono in famiglie disfunzionali; e quali problemi trovi utile trattare con loro in terapia?

Solutions Collecting From Web of "Aiutare gli adolescenti che vivono in famiglie disfunzionali: parte 2"