Aggiornamento intenzionale vs. Intenzione-fallimento: qual è la differenza?

Non tutte le intenzioni modificate sono un fallimento dell'autoregolamentazione. Come un lettore astuto inserito in un commento, dobbiamo distinguere tra l'aggiornamento di un'intenzione basata su nuove informazioni semplicemente dal non riuscire ad agire su un'intenzione. Prendiamo questa spinosa questione filosofica.

Il problema delle intenzioni
C'è una grande quantità di filosofia scritta sulle componenti concettuali dell'azione intenzionale. Sfortunatamente, pochissima psicologia è informata da questa letteratura. Quindi, qui passo leggermente su un gran numero di questioni che non condividono un comune vocabolario interdisciplinare o addirittura un accordo sui concetti. Questa è la vita, davvero.

Suppongo che il meglio che posso fare sia notare che: 1) sto parlando dell'intenzionalità come proprietà delle azioni che ci fanno dire che sono intenzionali, 2) L'intenzione è il nostro stato mentale che precede la sua azione corrispondente, e 3) I Supponendo che l'intenzione implichi credere che agiremo di conseguenza.

So che le tesi sono e saranno scritte su ognuna delle ipotesi di cui sopra, ma almeno tu conosci il mio punto di partenza. Sono interessato all'azione intenzionale, al perseguimento degli obiettivi e alla rottura in questa azione nota come procrastinazione. Di conseguenza, devo occuparmi delle intenzioni, non importa quanto sia complicato il compito.

Ritardo vs. procrastinazione: aggiornamento intenzionale vs. intenzionale fallimento
L'ho detto più e più volte in questo blog, non tutto il ritardo è procrastinazione. Un altro modo per avvicinarsi a questo è la nozione di un aggiornamento di intenzione. Cosa significa questo?

Prendiamo ad esempio il nostro esempio ora benvoluto dell'intenzione della sera di andare a correre il mattino dopo alle 5:00. Imposta la sveglia alle 5 del mattino e vai a letto (probabilmente si sente abbastanza bene riguardo al tuo "possibile sé" come corridore – ma non fare errori su di esso, il tuo sé reale è solo qualcuno con una buona intenzione nascosto comodamente tra le lenzuola!).

L'allarme si attiva alle 5 del mattino e ora non ti senti così bene con la tua intenzione di correre. In effetti, non ne hai affatto voglia, e spegni l'allarme pensando: "Mi sentirò più come domani" (o qualcosa del genere). La tua intenzione rivista mantiene un certo senso di benessere e di sé, ma la tua intenzione originale rimane insoddisfatta.

Quindi, hai semplicemente aggiornato la tua intenzione, cambiando la data di un giorno?

Mentre è confortante credere a questo, la questione da considerare è se nuove informazioni siano state prese in considerazione ora sulla base del quale hai fatto questo aggiornamento. Ad esempio, se non avessi dormito molto quella notte, inaspettatamente interrotto da un quartiere rumoroso, da tuo figlio malato o semplicemente da una notte agitata, la nuova informazione potrebbe essere il tuo esaurimento inaspettato. Dato questo stato fisico inaspettato, potresti aggiornare ragionevolmente la tua intenzione di domani.

Certo, potresti avere la tua solita quantità di sonno (anche se un po 'più breve con l'allarme del 5), e ora è semplicemente la tua consapevolezza del tuo umore. Sì, il tuo umore è una nuova informazione. Certamente non hai avuto questo stato d'animo quando hai pensato a una corsa la sera prima e hai fatto l'intenzione. Ma ora, l'umore è abbastanza ovvio. Non hai voglia di correre. Sulla base di queste nuove informazioni, non è anche razionale posticipare la corsa?

Sì e no.

, certo, questo stato d'animo o sensazione che stai avendo sono nuove informazioni. Non hai voglia di correre. Un ritardo è razionale in questo caso.

No , possiamo accettare questo stato d'animo come nuova informazione se accettiamo una prospettiva molto ingenua la sera prima. Non è ragionevole, razionale, aspettarsi che alle 5 del mattino successivo non ci sentiamo di correre? Non dovremmo aspettarci questo stato d'animo quando abbiamo fatto l'intenzione? Chi stiamo cercando di scherzare? Sfortunatamente.

Questa è la questione chiave che penso in termini di procrastinazione. Non siamo in grado di agire in base alle nostre intenzioni perché non prevediamo con esattezza gli stati d'animo futuri con precisione quando facciamo le intenzioni. Non credo che sia perché non siamo in grado di farlo, semplicemente non ci concentriamo su di esso. Infatti, quando le persone sono spinte a fare un'intenzione attuativa in cui si anticipano i possibili ostacoli al perseguimento riuscito di un obiettivo, sono più propensi ad agire in base all'obiettivo prefissato. Il nostro umore negativo il giorno dopo è uno di questi ostacoli all'azione che possiamo anticipare. Se lo facessimo, penso che saremmo più propensi ad alzarci dal letto.

Quindi, qual è la differenza tra intention-update e intention-failure? Non è una domanda facile a cui rispondere per qualsiasi individuo all'esterno. Implica un bel po 'di comprensione soggettiva dei pensieri e dei sentimenti dell'individuo. La questione chiave sembra essere che l'individuo basi davvero un aggiornamento su nuove informazioni che faccia agire in seguito l'intenzione di un ritardo sagace (saggio).

Il problema con gli stati d'animo
Nel caso della procrastinazione, come ho scritto prima, spesso usiamo l'umore come questa nuova informazione e ci lasciamo sentire bene. Questo mina la nostra ricerca a lungo termine dei nostri obiettivi. La cosa ironica e triste qui è che i progressi sui nostri obiettivi aumentano la nostra felicità (in un modo che stare a letto invece di correre non lo faranno, dico io – a meno che, come ho detto più volte, tu sia effettivamente esausto).

Un'altra cosa qui è che abbiamo la credenza irrazionale che il nostro stato d'animo deve corrispondere al compito in questione. "Non ne ho voglia." "Mi sentirò più come domani." In realtà, una volta iniziato un compito, scoprirai spesso che i tuoi sentimenti seguono la tua attività, proprio come gli atteggiamenti seguono i comportamenti.

Per favore ricorda, questo è un post sul blog, non un trattato filosofico. Penso che questo argomento meriti un'analisi molto attenta dal punto di vista filosofico, e se lo facessi qui, nessuno lo leggerà abbastanza a lungo per ottenere il succo dell'idea!

Quello che spero tu porti via in termini della mia distinzione tra ritardo saggio (aggiornamento intenzionale) e procrastinazione (fallimento intenzionale) è che un problema chiave è che abbiamo nuove informazioni su cui basare il nostro aggiornamento. Sto sostenendo che l'umore è una base povera, se non irrazionale, per questa decisione, poiché "cediamo per sentirci bene" – questo comporta una conseguenza a lungo termine basata su alcuni sentimenti a breve termine.

Io ritardo tutto il tempo. Noi tutti facciamo. Potrei avere l'intenzione di fare "X" domani alle 10, ma verso le 9:30 imparo che "Y" sta accadendo. Con questo arrivano nuove informazioni sulle priorità per il giorno, quindi "X" deve essere ritardata. Questa non è procrastinazione. È un aggiornamento intenzionale.

Il trucco per raggiungere il successo, credo, è essere abbastanza onesti con se stessi per sapere che "Y" è davvero una nuova informazione e importante in relazione ai tuoi obiettivi. C'è sempre qualche intenzione alternativa disponibile e altre forme di nuove informazioni, ma questa "nuova informazione" causa davvero un aggiornamento delle intenzioni o una scusa per abbandonare un compito avversivo a portata di mano?

  • Cambiare gli orologi provoca il cancro?
  • Rimanere sano con i bambini forti
  • Nato male all'osso
  • Che colpa ha a che fare abbracciando il tuo sé autentico
  • Potrebbe essere troppo caffè portare a meno sonno e morte precoce?
  • Il lungo e il corto di esso: durata e salute del sonno
  • Il lato oscuro di "Comprehensive Soldier Fitness"
  • 3 motivi per cui non puoi smettere di piangere su un defunto amato
  • Car Talk
  • Per favore, Lady Gaga - Riposati
  • The Perfect Office Design
  • Nove cose che puoi fare ogni giorno - anche quando non puoi fare niente altro.
  • Aspettative e stress delle vacanze
  • Anoressici e bulimici anonimi: ha senso?
  • Sogni gemelli
  • Copiando con stress
  • Dieci risoluzioni inaspettate per diventare più ricco, più sottile e più sano nel 2010
  • Come sapere quando pompare i freni
  • Aperto al dolore
  • Una prima e dopo istantanea di malattia cronica, parte 2
  • 3 risultati scientifici sui baci per San Valentino
  • 7 suggerimenti per la creazione di immagini mentali positive
  • La sorprendente psicologia del raffreddore comune
  • Come sono cambiate le relazioni padre-figlio
  • Cosa devi sapere sul magnesio e il tuo sonno
  • Perché affrettarsi ti rallenta
  • 3 cose che il tuo colore degli occhi rivela su di te
  • SHUTi: un nuovo trattamento per l'insonnia tramite Internet
  • L'incidente
  • Sì, sono un introverso. No, non sono deprimente.
  • Stai soffrendo per la stanchezza o il burnout del caregiver?
  • Luce solare, zucchero e serotonina
  • Ricerca sulla reincarnazione: solo una coincidenza?
  • CBT Buono per il sonno e il dolore
  • Dove dopo l'anoressia: morte, recupero o un altro disturbo alimentare?
  • Sognando nella terra dei morti