Affamato? Ti darò da mangiare! Un esempio di lavoro dell'approccio IM

Nell'ultimo blog ho introdotto i quattro domini che influenzano la nostra messaggistica istantanea, il nostro massimo potenziale attuale, l'idea che facciamo sempre il meglio che possiamo. I quattro domini sono il nostro Ic, (il nostro attuale concetto di noi stessi e il modo in cui pensiamo che altre persone ci vedano, o Teoria della mente), il nostro dominio biologico del nostro cervello e corpo, il nostro dominio domestico e il nostro dominio sociale o il resto di il mondo.

Joseph Shrand The I-M Approach
Fonte: Joseph Shrand L'approccio IM

Un esempio di approccio IM

Immagina che un bambino stia giocando da solo nella sandbox. Ha tre anni, è in buona salute e gioca allegramente con i suoi giocattoli. A poco a poco una sensazione inizia nella sua pancia. All'inizio lo ignora, debole, distante, familiare ma a disagio. Muove un po 'il suo corpo nel caso in cui la pancia gli faccia male solo dal modo in cui è seduto. Per un momento scompare, e rivolge di nuovo la sua attenzione al suo gioco. Ma poi è tornato, un po 'più forte, e ancora più forte. Lo ha già sentito prima e sa cosa fare.

Nella sua casa la vita va avanti. I genitori fanno quello che fanno i genitori, i fratelli stanno facendo quello che fanno i fratelli. Il bambino lascia la sua sandbox, un disagio che non può più essere ignorato o evitato dai suoi giochi. Lui trova sua madre.

"Mamma, ho fame."

"Sei affamato? Allora ti darò da mangiare. "

Cosa è successo qui? Il bambino ha identificato una sensazione che pensa possa essere la fame. È nella sua pancia, un po 'a disagio, ma lo ha sentito prima e è andato via con il cibo. Qualsiasi cibo. Non ancora abbastanza vecchio per soddisfare il disagio stesso, è andato da sua madre, una persona che si è presa cura di questo problema prima, a volte anche prima che lui sapesse di avere il problema.

Non chiede "Sono affamato?" Fa una dichiarazione e poi aspetta conferma. "Hai fame?" Chiede la madre, "Allora ti darò da mangiare." Il bambino ora sta dicendo a se stesso: "Sì, questa è la fame. Pensavo fossi affamato e mia mamma ha detto che mi avrebbe nutrito così dovevo avere fame. Cool. "E cataloga la sensazione di fame per riferimenti futuri.

In questo semplice esempio, viene illustrato l'intero approccio IM. In un primo momento, IM dei ragazzi sta giocando tranquillamente con i suoi giocattoli. Lui è solo eppure a suo agio. È in grado di giocare da solo sapendo che la sua famiglia è dentro. (Un bambino che può giocare da solo è solitamente un bambino attaccato in modo sicuro, uno che si sente sicuro, stimato e rispettato).

C'è un cambiamento nel dominio biologico. Diventa affamato. Una cascata di meccanismi biologici inizia a inviare un segnale al suo cervello, iniziando una trasmissione fluida tra i domini, alterando la sua immagine di sé e Ic. Questo cambiamento nel modo in cui percepisce se stesso, dal giocare in modo continuo al lieve disagio della fame, lo spinge nella sua casa. Ha già imparato che la sua casa e la sua famiglia sono un luogo in cui questo disagio può essere placato. Il suo dominio di casa risponde ai suoi bisogni e conferma il suo Ic. Pensò di essere affamato, sua madre confermò di aver fame, e poi gli diede da mangiare. Il suo dominio Home ha avuto un impatto diretto sul suo Ic e il suo dominio Biologico.

Questa interazione nel dominio Home avrà una dinamica duratura su come si impegna nel suo dominio sociale. Invecchiando, i tipi di attaccamenti che fa a scuola, con gli amici e poi gli innamorati, con datori di lavoro e impiegati, avranno come interazioni fondamentali come queste: se hai fame ti darò da mangiare. Questo evento fondamentale riguarda fondamentalmente il tuo Ic. Quando si incontra un bisogno così basilare come la fame, il barometro biologico dell'individuo è impostato su un IM diverso, l'Ic diventa una persona che si considera apprezzata e rispettata, ed è più capace di fidarsi. Quando ti fidi, puoi avere più opportunità creative. Questo senso di valore personale influenza le scelte che questo bambino farà nei domini domestici e sociali, ora e nel suo futuro. Nella grande maggioranza delle case, questa semplice interazione segue lo stesso percorso. Ho fame. Sei affamato? Ti darò da mangiare

Ci sono molte volte in cui un genitore non può soddisfare immediatamente i bisogni del bambino. A volte un genitore può dire: "Hai fame? OK, ti darò da mangiare. Proprio quando finisco quello che sto facendo. "In questo esempio la conferma iniziale è ancora potente, confermando l'esperienza interna del bambino con una validazione esterna. Ma il genitore ha anche chiesto al bambino di apprezzare il proprio punto di vista interno, il proprio Ic. L'IM del genitore è cambiato quando un bambino chiede del cibo. Il loro dominio Biologico è stato innescato per spendere energia per nutrire il loro bambino. Il loro Ic si attiva come genitore che si sente capace, sapendo che possono prendersi cura di questo bambino ha bisogno, e che lo sono, quindi un genitore "buono". Ma possono pagare le bollette, tendono a qualcun altro nei domini domestici o interagiscono a un livello diverso con il loro dominio sociale. Ora il dominio Domestico, sotto forma di bambino affamato, esercita un'influenza: non controlli nessuno, ma influenza tutti. Il piccolo cambiamento del ragazzino che ha fame e sta andando da sua madre ha avuto un effetto.

Chiedendo al bambino di aspettare senza invalidare il figlio della fame, il genitore è stato in grado di interagire con il bambino in un modo che modella il rispetto reciproco, il valore e la fiducia. "Ti darò da mangiare perché hai fame, ma ho fiducia in te che non morirai di fame nei prossimi cinque minuti, e che puoi tollerare il disagio della fame senza ricorrere a comportamenti irrispettosi e insicuri. Fidati di me ora. Ti darò da mangiare in futuro. "Mentre il bambino può rimanere affamato per alcuni minuti, migliora anche l'Ic del bambino che viene visto come una persona che può tollerare sentimenti difficili. Ha imparato che tutti hanno un IM che merita valore e rispetto. Ha imparato a credere che le persone seguiranno le loro promesse.

Il bambino fu convalidato da sua madre. Si sentiva affamato, ha detto che ti darò da mangiare, affermando così la sua esperienza interiore. La prossima volta che si sentiva affamato sarebbe stato in grado di identificarlo e cercare le risorse necessarie per sbarazzarsene: un'altra persona a dargli da mangiare. Man mano che diventa più vecchio e più indipendente, sarà in grado di nutrire se stesso e gli altri che gli dicono che hanno fame. È più probabile che sia un membro produttivo e prezioso del gruppo. Sta imparando che aiutare gli altri a sentirsi rispettati e stimati li porta a fidarsi di lui, aumentando il proprio valore. Perché quando gli altri si fidano di lui si sente rispettato, stimato e può fidarsi degli altri.

Piccoli cambiamenti possono avere grandi effetti.

Non controlli nessuno ma influenza tutti.

È una cosa da IM.

Joseph Shrand, MD, The I-M Approach
Fonte: Joseph Shrand, MD, The IM Approach

Solutions Collecting From Web of "Affamato? Ti darò da mangiare! Un esempio di lavoro dell'approccio IM"