Adolescenza, videogiochi violenti e Corte Suprema: BLOG RIVEDUTO

È una preoccupazione che i genitori spesso sollevano circa l'influenza dell'intrattenimento elettronico ideato e pubblicizzato per il mercato degli adolescenti: "Giocare a videogiochi violenti farà del male a nostro figlio?" Recentemente, la Corte Suprema ha considerato un aspetto di questa domanda.

Vietare o non vietare la vendita di videogiochi violenti a minori; questo era il problema portato alla Corte. Per motivi di libertà di parola, hanno deciso di non vietare. Prima di valutare quale sarebbe stato il mio voto, dichiarerò per primo il mio pregiudizio come psicologo.

Credo che l'influenza psicologica dei videogiochi sia enorme. Offrono al giovane giocatore la possibilità di partecipare a una violenza simulata graficamente esplicita che fa sembrare la fantasia reale e la realtà simile alla fantasia, quindi potenzialmente creando una confusione tra i due. In che misura questi giochi aumentano la probabilità che la fantasia aggressiva, suscitata da giochi violenti, sia agita socialmente in realtà è una questione di dibattito.

Credo, tuttavia, che questa esperienza di intrattenimento abbia un certo potere di modellatura. Nutre sentimenti aggressivi. Incoraggia la fantasia ostile. Fa sembrare la violenza divertente. Equipara la violenza all'eccitazione. Promuove la violenza come soluzione al conflitto. Incoraggia il gusto per lo sviluppo violento dell'intrattenimento.

Proprio come la pornografia insegna agli spettatori a guardare le persone come oggetti sessuali che non contano, credo che i videogiochi violenti insegnino ai giocatori a considerare le vittime come obiettivi meritevoli che non contano. Il coinvolgimento della fantasia insegna il distacco dalla realtà. In entrambi i casi (pornografia e videogiochi violenti) l'influenza su bambini e adolescenti, che sono solo adulti in formazione, è disumanizzante e desensibilizzante.

Ma poi, siamo un paese che ama la violenza, almeno in tutti i divertimenti per i quali paghiamo – non solo i videogiochi, ma gli sport di collisione, la TV scioccante, i film dell'orrore, i romanzi thriller e naturalmente le notizie sensazionali storie che competono per la nostra attenzione ogni giorno.

La domanda è: a che età i genitori vogliono che il loro bambino inizi questa esposizione divertente, in che misura e in quale forma? È complicato perché il problema non si limita a limitare la vendita di videogiochi violenti a bambini e anziani minori poiché i genitori sono quelli che finanziano e acconsentono a ciò che acquistano questi giovani.

Quindi: il mio voto. Non mi interessa l'influenza psicologica dei videogiochi violenti e quindi ritengo che la Corte non sia corretta. Sebbene questa esposizione psicologica sia la responsabilità principale dei genitori di gestire in casa, i commercianti possono pubblicizzare e vendere a tutti i segmenti di età del pubblico dovrebbero essere soggetti a supervisione statale e federale.

Proprio come i genitori sono i custodi culturali della famiglia, i governi statali e federali sono i custodi della società più grande. Proprio come i genitori permettono che l'intrattenimento entri in casa, l'autorità civile regola quanto sia libero il mercato e dove, nell'interesse del benessere dei cittadini, ha bisogno di essere moderato. Credo che vendere videogiochi violenti ai minori sia uno di questi.

Infine, e purtroppo, è possibile che questi giochi forniscano una preparazione funzionale per la giovane età adulta. Ad esempio, basti pensare al giovane militare seduto a un terminale di computer remoto che dirige alcune armi letali verso un obiettivo di vittime invisibili e senza volto che stanno per essere uccise. Non è esattamente una nuova esperienza per qualcuno che ha giocato a videogiochi che simulavano l'infliggere violenza fatale.

Grazie al commento di Terry per avermi aiutato a cambiare idea.

Per ulteriori informazioni sull'influenza della violenza nell'adolescenza, vedi il mio libro, "Il padre Connected". Ulteriori informazioni su: www.carlpickhardt.com

La prossima settimana: quando gli adolescenti più grandi tornano a casa per rimanere

Solutions Collecting From Web of "Adolescenza, videogiochi violenti e Corte Suprema: BLOG RIVEDUTO"