Adolescenza e problemi di eccessiva generosità dei genitori

Car Pickhardt Ph.D.
Fonte: Car Pickhardt Ph.D.

La giovane coppia era chiara sulla loro scelta: "Non siamo ancora pronti per avere un figlio perché ci piace vivere solo per noi stessi".

Avevano fatto una valutazione accurata perché la genitorialità è un atto di continuo sacrificio di sé.

Innanzitutto, in nome della responsabilità, passando dall'essere partner a genitori, si rinuncerebbe a molta libertà personale, mettendo da parte bisogni personali e desideri per soddisfare le esigenze immediate di un bambino e un bambino in crescita.

E in secondo luogo, per il bambino e la propria soddisfazione, avrebbero iniziato a voler dare alla ragazza o al ragazzo in innumerevoli modi in più. La genitorialità attiva quotidiana richiede la dedicazione adulta e la donazione di un'enorme cura personale, pensiero, attenzione, tempo, energia e risorse.

Il piacere e il privilegio di educare la prossima generazione della vita umana non è economico. Costa molto dare. E, come in ogni rapporto umano in cui una persona investe profondamente, di solito c'è l'aspettativa di un ritorno positivo, di ottenere qualcosa di valore per tutto l'investimento che si fa.

Fortunatamente, il bambino di solito offre rendimenti gratificanti su molti livelli: affetto, apprezzamento, approvazione, ammirazione, compagnia, conformità, comunicazione, contributo, per esempio. "Il nostro primo selezionatore ci vizia davvero!", Esclama il papà. "È una tale gioia fare le cose per!"

Ora avanza rapidamente fino al settimo grado quando la ragazza o il ragazzo sta cominciando a essere trasformato dal cambiamento degli adolescenti.

A molti livelli, si è spesso verificata una diminuzione dei rendimenti tradizionali per i genitori. Gli abbracci sono difficili da ottenere, i complimenti sono pochi e lontani tra loro, gli sforzi dei genitori sono dati per scontati, le critiche e le lamentele sono più frequenti, invece di sentirsi sollevati dai genitori cominciano a sentirsi abbassati, il tempo con i coetanei è ora preferibile alla compagnia di i genitori, le richieste vengono affrontate con argomentazioni e ritardi, è difficile ottenere più risposte di singole parole a domande amichevoli e, come per ottenere aiuto domestico, viene trattata come un'imposizione ingiusta.

Aumentare le richieste di un adolescente continua a investire nei genitori, ma spesso c'è meno di quei ritorni positivi che l'adulto ha goduto con il bambino adorante e adorabile. In una certa misura, questo cambiamento è da aspettarsi.

Tuttavia, "aspettarsi" NON significa "accettare" interamente.

Responsabilità genitoriale

I genitori sono responsabili di aiutare i loro adolescenti a rimanere carini con cui vivere, in modo che possano mantenere la propria disposizione positiva e solidale. Quando non lo fanno, possono essere vulnerabili a sentirsi come se fossero troppo generosi e sotto-riceventi: "Con il nostro adolescente ci sentiamo come se tutti dessero dalla nostra parte e tutti si mettessero sulla sua!" Se questo lamento è consentito a insidiare, il risentimento può crescere in un adolescente che i genitori ora vedono come egoista e insensibile, nel peggiore persino sfruttatore, autorizzato e indifferente.

A questo punto, incolpare l'adolescente è inappropriato e improduttivo.

I genitori devono assumersi la responsabilità di permettere alla relazione di raggiungere un punto così infelice. Nel counselling, in genere vedo due problemi genitoriali che devono essere affrontati quando la Rinascita risentita ha preso piede: trascurare i bisogni di scambio dei genitori e accettare trattamenti inaccettabili da parte dell'adolescente.

Trascurare i bisogni di scambio dei genitori.

Mentre i genitori possono aspettarsi che l'adolescente possa attraversare momenti in cui lei o lui è meno gratificante con cui vivere rispetto a quando è un bambino, devono monitorare il mix di reciprocità nella relazione in modo che un sufficiente contributo bidirezionale dei benefici con l'adolescente sia mantenuto.

Ciò significa che vi è uno scambio adeguato di sforzi con i genitori. Per esempio: i genitori danno e ricevono aiuto dall'adolescente, i genitori danno ascolto e ascoltano l'adolescente, i genitori danno apprezzamento per ciò che fa l'adolescente e ricevono apprezzamento per quello che fanno, e durante i periodi di prova i genitori danno preoccupazione ed empatia e quando è necessario riceverli ritornano.

Se i genitori sperimentano uno squilibrio significativo in cui ritengono che "tutti danno e non ottengono", potrebbero voler correggere lo squilibrio. Questo di solito significa ritardare il conferimento automatico di privilegi, servizi, permessi o risorse richiesti semplicemente dicendo e intendendo: "Certo che vogliamo continuare a fare per te, ma prima di farlo, abbiamo bisogno che tu faccia prima qualcosa di importante per noi. In questo modo entrambi beneficiamo della relazione. "

L'adolescente impara che per ricevere dai genitori, lei o lui deve dare pure. E questo modello ha molto da insegnare su un valore successivo. Una relazione umana sana, felice e significativa deve essere condotta a vantaggio di due parti, non solo di una.

Per correggere la sovra donazione, insistere su uno scambio adeguato.

Accettare un trattamento inaccettabile.

L'adolescenza è un'età molto egocentrica, e giustamente perché c'è un'enorme quantità di crescere da fare. Ad esempio, il giovane deve sviluppare sufficienti capacità di autogestione per sostenere un'indipendenza responsabile e sperimentare con sufficiente espressione individuale per costruire un'identità autentica.

Tuttavia, un adolescente che è abituato ad avere genitori che si abbandonano a lei o alla sua preoccupazione personale può arrivare a sentirsi autorizzato, a comportarsi in modo insensibile e indifferente su quel racconto. Lei o lui possono abituarsi a trattare con i genitori in modo negligente, sgarbato, anche duramente, come se il modo in cui uno tratta i genitori non ha importanza. Il pensiero sembra essere: "I genitori sono persone che posso trattare con la stessa negligenza che voglio perché non importa quanto li tratti, mi ameranno sempre. Devo solo fare attenzione alle altre persone. "

No. L'istruzione intimità inizia a casa. Il maltrattamento che ferisce il rapporto con i genitori ora non è un buon allenamento per condurre relazioni significative in seguito. La vigilanza dei genitori è all'ordine del giorno. Quando i genitori vengono feriti da una parola o un atto insensibile o indifferente o deliberatamente offensivo, devono interrompere l'azione e trasformare l'esperienza infelice in un punto di discussione.

Hanno bisogno di discutere su cosa è stato fatto, su come è stato percepito, su ciò di cui il genitore ha bisogno in conseguenza e su come l'adolescente agirà in modo diverso la prossima volta. Per esempio, l'interazione e l'istruzione dei genitori devono modellare bene i propri cari. "Ascolto quando non siamo d'accordo, non vado via, non critico o non ti interrompo, e ti do un'udienza piena e giusta. E ho bisogno di farti fare lo stesso con me. ”

Inoltre, possono spiegare questo. "Come mi tratti è come ti tratti, quindi quando mi tratti malamente, ti tratti come una persona cattiva. E ora entrambi siamo stati feriti. Trattati bene trattandomi bene, proprio come nel trattarti bene, mi tratto bene. E quando non lo faccio, mi aspetto che mi chiami per quello. Allora ascolterò come le mie parole o azioni dolorose sono state sentite, ho fatto ciò che mi è stato permesso e mi impegnerò a non agire di nuovo in quel modo. "

Affrontate e discutete sui maltrattamenti qualora si verifichi.

A volte è facile per i genitori entrare nel dare troppo con il loro adolescente, che può trovare facile entrare in modalità esagerata. C'è troppo dare contribuendo troppo e ottenendo troppo poco contributo in cambio. E c'è un eccesso di tolleranza tollerando trattamenti che non dovrebbero essere consentiti.

Il segno eloquente della sovrabbondanza dei genitori da tenere sotto controllo è il risentimento nei confronti della figlia o del figlio. Aumentare il contributo degli adolescenti e affrontare i maltrattamenti sono di solito ciò che è necessario per riportare la relazione genitore / adolescente su un percorso costruttivo.

Per maggiori informazioni sugli adolescenti genitori, vedere il mio libro SOPRAVVIVENZA DELL'ADOLESCENZA DEL TUO BAMBINO, (Wiley, 2013). Informazioni su: www.carlpickhardt.com

La prossima settimana: Parlare con gli studenti delle scuole superiori sulla comunicazione familiare

Solutions Collecting From Web of "Adolescenza e problemi di eccessiva generosità dei genitori"