Addolorati invisibili

Ho finito di scrivere questo blog nello stesso momento in cui le bombe sono esplose a Copley Square alla fine della maratona di Boston. Il nostro senso di sicurezza nel mondo è stato nuovamente messo alla prova. Quello che segue è una discussione su ciò che chiamo Invisible Mourners. Ciò che scrivo è stato in parte stimolato da quello che è successo a Newtown. Ora abbiamo una città di persone in lutto e, mentre ci penso, per molti aspetti anche il nostro paese è in lutto. Non ho provato a cambiare il blog alla luce di quello che succede intorno a me. Penso che sia ancora valido.

C'è un capitolo in entrambi i miei libri che ho intitolato "Invisible Mourners". Mi riferisco ai bambini e ai giovani che hanno vissuto la morte di un amico. Sono spesso trascurate tra coloro che sono in lutto. Mentre penso a quello che è successo a Newtown, penso a chi altro è in lutto, oltre alle famiglie delle vittime. Penso all'intera scuola in lutto. Chi sono? Di cosa hanno bisogno? Quali lezioni ci sono per imparare ad aiutare quando una morte avviene per cause naturali? Ho scritto sull'importanza di riconoscere che esiste anche una comunità, cioè il mondo in cui il defunto era incorporato che è in lutto. Questi possono essere bambini piccoli che spesso non hanno un vocabolario per ciò che sperimentano. I bambini più grandi possono avere parole per quello che stanno vivendo, ma potrebbero non avere modo di aiutarsi a essere visti come persone in lutto, o avere l'aiuto che riconosce i loro bisogni (Silverman, 2000).

Usando Newtown come esempio, leggiamo sul giornale alcune delle attività dei genitori dei bambini che sono stati uccisi. Stanno trovando molti modi per aiutarsi a far fronte al loro dolore. Un modo è un gruppo in cui si riuniscono per condividere la propria esperienza, dove si sentono compresi e parlano di come nessuno che non abbia vissuto attraverso di esso possa capire il loro dolore. Riconoscono il valore speciale di un gruppo di aiuto reciproco. Alcuni potrebbero aver cercato aiuto con i singoli consiglieri. Alcuni hanno anche trovato utile essere coinvolti nella promozione di una legislazione migliore sul controllo delle armi, come attivisti della comunità. Sono sicuro che ci sono altre cose che le persone stanno facendo e di cui non sono a conoscenza. Sarebbe utile ad altre persone in lutto, in altri luoghi, sapere di più su ciò che è utile a questi genitori di Newtown?

Chi altri sono in lutto? Ci sono le famiglie degli adulti che sono stati uccisi. Ci sono i loro fratelli, coniugi, figli. Tuttavia, quando comincio a chiedere dell'inferno in lutto, penso anche ai nonni che piangono la morte di un nipote; o del loro stesso figlio tra gli adulti che sono morti. Devono essere ascoltati, devono essere onorati. Allora penso, in particolare, agli amici di coloro che sono morti. In qualche modo questo coinvolge l'intera scuola. Cosa hanno perso? Hanno perso gli amici, i playmatest, un senso di sicurezza nella loro scuola. Il loro senso del beng sicuro nella loro scuola è stato sfidato.

Mi sono chiesto quale fosse il valore della replica di Sandy Hook nella loro nuova scuola, ma eliminando l'aula di prima classe in cui si sono verificati gli omicidi. In molti modi la vita che conoscevano prima non esiste più. Parte di fare una sistemazione a una morte è imparare a vivere in un mondo cambiato. Sta facendo la nuova scuola come quella che hanno appena lasciato ignorando ciò con cui questi persone in lutto si stanno davvero occupando? In un certo senso ignora il fatto che siano in lutto?

So ben poco di ciò che è andato nella decisione di replicare la scuola. Come ha funzionato? Mi viene in mente un libro intitolato MILO che ho scritto circa un anno fa in questo blog. Milo, un giovane adolescente poteva solo fare pace con la morte di sua madre quando era in grado di onorare la sua presenza nella sua vita e rimettendo in casa molte delle sue cose che gli portavano i ricordi della sua schiena, e gli permetteva di trovare un posto per i suoi ricordi di lei nella sua vita.

Solutions Collecting From Web of "Addolorati invisibili"