Addicted to Busy: 4 strategie per alleviare il senso di colpa e il burnout

Occuparsi a tutti i costi è lo status quo culturale, ma la spinta a fare di più sta influenzando le nostre famiglie, il nostro lavoro e la nostra salute. Il risultato di essere Addicted to Busy non è solo una mancanza di tempo, ma anche esaurimento, ansia, senso di colpa, paura, confronto sociale, inautenticità e malattia fisica. Sono profondamente consapevole del prezzo di un pazzo impegnato come la spinta costante per raggiungere e spingere a riempire il mio piatto di laurea, successi, posizioni di bordo, premi e "cose ​​da fare", mi ha portato al burnout durante l'ultimo anno della mia legge pratica. La cosiddetta crisi di mezza età è una cosa del passato quando il burnout sta accadendo molto prima nella vita e sta colpendo duramente le donne.

Ho chiesto al mio gruppo su Facebook i loro livelli percepiti di tempo libero, e qui ci sono alcune delle loro risposte:

** "Sono sempre stato una di quelle persone che si sentono" cattive "nel rilassarsi dato che potrei / dovrei fare qualcosa di produttivo con quel tempo."

** "Se avessi il mio bambino coinvolto in 'tutto' che gli è raccomandato per avere una buona domanda per il college, non avrei tempo libero!"

** "Non ho abbastanza tempo libero … Ho solo un figlio a casa e lavoro molto part-time e sono impegnato a svegliarmi fino a quando non crollo a letto ogni notte … La vita è molto impegnata … direi che ne ho metà ogni ora a me stesso. "

** "Ho abbastanza tempo libero ora, ma non ho avuto abbastanza tempo libero durante la maggior parte della mia vita mentre stavo allevando dei bambini."

Distrazione e disconnessione, politiche sul posto di lavoro obsolete che non corrispondono al modo in cui viviamo e lavoriamo oggi, e un'intensa attività genitoriale che alimenta tutto è dipendente da Addicted to Busy. È stato dimostrato che la maggior parte dei lavoratori cambia attività ogni 3 minuti; e, per ogni interruzione, occorrono 10-20 volte la quantità del tempo di interruzione per tornare all'attività originale. Il risultato è un sacco di tempo sprecato e frammentato e uccide la produttività. Il tempo di affrontare è ancora il re in molte aziende e i dipendenti sono rigidamente giudicati in base a quante ore trascorrono al lavoro. Infine, la nostra cultura ha fissato un livello così insanamente elevato per i genitori oggi, in particolare le madri. I genitori, alimentati dalla paura e dal senso di colpa, raramente si sentono come se stessero facendo o essendo abbastanza. (Schulte, 2014; Spira, 2011)

La dipendenza da Occupato è un problema complesso con i tratti della personalità della società, del posto di lavoro e della personalità individuale; tuttavia, queste quattro strategie hanno dimostrato di affrontare alcune delle cause principali che fanno impazzire:

Determina il tuo "donatore". Nel suo libro Give and Take, il dott. Adam Grant offre una prospettiva unica sul successo e classifica le persone come donatrici, acquirenti o tutori in base ai loro stili di interazione sociale. Ai detentori piace ottenere più di quello che danno, i donatori sono focalizzati sull'altro e preferiscono prestare attenzione a ciò di cui gli altri hanno bisogno da loro, e gli accompagnatori sono una miscela, che vuole un uguale equilibrio tra dare e avere. Il Dr. Grant ha identificato diversi sottoinsiemi di donatori, due dei quali sono "donatori" altruisti e "generici". I donatori disinteressati danno il loro tempo ed energia senza riguardo ai propri bisogni (hey – sono le 15 e non ho ancora mangiato oggi!). Il dare disinteressato, in assenza di recupero, diventa travolgente e può portare al burnout. I donatori altrui, tuttavia, trovano un modo per bilanciare le donazioni con il proprio interesse personale e la propria cura di sé. Come probabilmente hai intuito, i donatori altruisti sono più propensi a bruciare. Puoi determinare il tuo stile di donazione su www.giveandtake.com.

Renditi conto che stiamo costruendo l'aereo mentre lo pilotiamo . Quando ho iniziato a lavorare per l'esercito insegnando e addestrando le abilità di resilienza ai soldati, il lancio del programma era più importante per l'esercito che assicurarsi che ogni singola abilità fosse perfettamente progettata. Funzionari dell'esercito hanno detto del programma: "Stiamo costruendo l'aereo mentre lo pilotiamo". Quando mia madre era un'adolescente, la sua scuola superiore non offriva programmi sportivi per ragazze perché il Titolo IX non esisteva. Entrambe le mie nonne lavoravano in fabbrica perché non si enfatizzava l'istruzione al di fuori del liceo, e anche se erano andati al college, le loro opzioni professionali erano limitate. Non è il caso oggi. Le donne hanno opportunità illimitate per perseguire i loro obiettivi educativi e professionali, ma il problema è che non abbiamo un modello da seguire – stiamo "costruendo l'aereo mentre lo pilotiamo". I messaggi dei media, le aspettative della società e la pressione mettere su di noi stessi (e l'un l'altro) ha portato a uno standard impossibile – "fai tutto e fallo alla perfezione". Di conseguenza, la maggior parte dei professionisti che conosco sono esausti e bruciati.

Parla della lotta e pratica l'empatia . Al fine di alleviare la pressione che tutti ci mettiamo addosso (e l'un l'altro), dobbiamo parlare di più della lotta, e ciò richiede coraggio. La vergogna ci tiene legati alla convinzione che dobbiamo essere gli unici che si agitano e che falliscono e che ci impedisce di protenderci. Con cosa stai combattendo? Dimmelo perché scommetto che conosco dozzine di altre persone che stanno attraversando la stessa cosa. E quando qualcuno ha il coraggio di abbassare la guardia e mostrarti le imperfezioni, rispondi con empatia. Brené Brown discute magnificamente la distinzione tra empatia e simpatia in questo breve video. L'empatia alimenta la connessione, e per rispondere empaticamente, devi connetterti con qualcosa che conosce quel sentimento, e questo richiede coraggio. Raramente una risposta può fare qualcosa di meglio; ciò che rende qualcosa di meglio è la connessione.

Comprendi ciò che realmente guida la colpa . Il senso di colpa è l'emozione predominante di molte donne che conosco e quasi ogni genitore con cui parlo. Una delle cose più interessanti che ho imparato nel mio allenamento di resilienza è che puoi categorizzare o "scrivere" i tuoi pensieri. L'emozione del senso di colpa è guidata da pensieri nella categoria "Ho deluso qualcuno". Quando ti senti in colpa, pensa al tuo modo di pensare al momento e controlla se il tema "Ho lasciato che qualcuno scenda" è in agguato sfondo. Ad esempio, molte donne pensano di non essere all'altezza delle aspettative a un certo livello, lasciando cadere i loro genitori, un insegnante o forse i propri standard estremamente elevati. Molte mamme si preoccupano di lasciare andare giù i loro capi oi loro colleghi quando passano il tempo a prendersi cura di un bambino malato o a uscire dal lavoro per vedere il recital di ballo del loro bambino; poi si preoccupano di sfregiare i loro figli a vita perché sono rimasti in ritardo al lavoro e non sono riusciti a tornare a casa per cena. Dannato se lo fai, dannato se non lo fai, e zappa tanta energia. Ho sviluppato un breve foglio di lavoro per aiutarti a ridefinire i temi "I have far down", per favore mandami una e-mail se vuoi una copia.

Le tecniche tradizionali di gestione del tempo potrebbero aiutare a breve termine, ma in ultima analisi servono solo a mettere un cerotto su un problema molto più profondo. Piuttosto che concentrarsi sulla perfezione, perché non concentrarsi su ciò che ti porta gioia e significato? Scegli una strategia che ti aiuti ad andare avanti in una direzione meno pazza e ad abbracciare il viaggio perfettamente imperfetto.

______________________________________________________________________

Per ulteriori strategie per affrontare le cause alla radice di Addicted to Busy e prevenire il burnout, scaricare una copia del mio e-book, Addicted to Busy: Your Blueprint for Burnout Prevention . Puoi trovarlo sul mio sito web all'indirizzo www.pauladavislaack.com.

Riferimenti

Grant, A. Give and Take: un approccio rivoluzionario al successo. New York: Viking.

Schulte, B. (2014). Sopraffatto: lavoro, amore e gioco quando nessuno ha il tempo. New York: Sarah Crichton Books.

Spira, JB (2011). Sovraccarico! Quanta informazione è pericolosa per la tua organizzazione. Hoboken, NJ: John Wiley & Sons, Inc.

** Foto per gentile concessione di Photospin.com.

Solutions Collecting From Web of "Addicted to Busy: 4 strategie per alleviare il senso di colpa e il burnout"