Abilità di ascolto cattive: "Empatia" indesiderata

 Hank Davis
Avere orecchie grandi e buone intenzioni potrebbe non essere sufficiente
Fonte: immagine: Hank Davis

Un cliente ha recentemente riferito la sua frustrazione per come suo marito "l'ha ascoltata" quando aveva bisogno di lamentarsi. La parola "ascoltata" è racchiusa tra virgolette perché, per quanto lo riguardava, non ascoltava affatto. Il povero ragazzo – chiamiamolo Paul – è apparso stordito. Pensava di dare il meglio di sé.

Vale la pena parlare del loro conflitto perché molti di noi fanno esattamente ciò che Paolo ha fatto e, proprio come Paul, assumiamo che stiamo facendo un ottimo lavoro. I nostri partner potrebbero non dircene mai ma, come Joan (anche un nome presunto), stanno ribollendo dentro. Peggio ancora, stanno creando un risentimento che dice "Perché preoccuparsi? Questo idiota non ascolta. Non gli importa di me. Si preoccupa solo di se stesso. "

Come terapeuti che lavorano insieme alle coppie [vedi nota n. 1], per un momento non crediamo che Paolo fosse un narcisista inspiegabile. Che cosa succederebbe se Paul stesse davvero cercando di interagire con Joan, senza tuttavia ricorrere a una pratica largamente usata che gli sembra normale, ma allo stesso tempo sembra un abbandono a Joan. Quel dilemma richiederebbe un certo intervento.

Per lo meno possiamo spiegare cosa sta succedendo a Paul. Se davvero vuole essere un buon ascoltatore, è giusto aspettarsi che dica una versione di "Mi dispiace, tesoro. Non mi rendevo conto che lo stavo gestendo in un modo che ti feriva. Vedo che non stavo aiutando. Dammi la possibilità di cambiare questo comportamento perché voglio davvero essere un buon ascoltatore. "

OK, capisco che questo suona come una fantasia delirante per la maggior parte delle donne, ma in questo caso, forse meno un po 'del linguaggio floreale, è un'aspettativa realistica. Diamo un'occhiata esattamente a cosa è andato storto tra Joan e Paul. Ecco una versione dello scambio originale:

Joan : Oh, ho un terribile mal di testa. Mi sento da schifo. Riesco a malapena a alzarmi dal letto.

Paul : So esattamente come ti senti! Ho avuto un mal di testa orribile, me stesso, pochi giorni fa. Riuscivo a malapena a vedere dritto. Anche l'aspirina non ha aiutato.

La lamentela di Joan (sono sicuro che molti di voi possono vedere che sta arrivando) è che Paul ha immediatamente distolto l'attenzione da lei e l'ha messa su di sé. "Volevo la tua compassione", dice, "e invece hai trasformato questo nella tua sessione di reclamo! Come faccio * a * avere un po 'di attenzione qui intorno? "

Dal punto di vista di Paolo, stava semplicemente cercando di mostrare empatia. Il modo migliore per farlo – e potrebbe averlo imparato quasi ovunque nella nostra cultura – è di dire "Ci sono stato, fatto. Anch'io ho avuto mal di testa. Capisco davvero cosa stai passando. So per esperienza diretta quanto sia orribile il tuo dolore. "

Quello che ha detto Paul sembra una conferma per lui, forse anche un legame. È la vecchia cosa di "Misery loves company". Giurerà su e giù che non * sta * cercando di sorpassare Joan. Non * stava * cercando di dire "il mio dolore è peggiore del tuo dolore". La difesa di Paolo può essere vera ma, come terapeuti, sappiamo che ciò che conta di più in questa situazione (ricorda, questo episodio è iniziato come la frustrazione di Joan) è come lei percepì le sue parole. È certamente possibile che Joan abbia un'esperienza di vita che la predisponga a sentire le parole di Paul in un modo particolare. Questo può essere risolto in una singola sessione in un momento diverso. Ma in questo momento, la frustrazione di Joan deve essere confermata.

Quindi quali sono le opzioni di Paul? Idealmente, può scusarsi e adattarsi. Ma può anche scavare e dire: "Non ho intenzione di cambiare. Se è stato abbastanza buono per il caro vecchio papà (e mamma), è abbastanza buono per me (e per te). "Non sorprende che raramente lo sia. "La mia strada o l'autostrada" di solito non è la corsia preferenziale per una relazione calda e soddisfacente.

Se Paul è buono come la sua parola e vuole davvero offrire un orecchio comprensivo e compassionevole a Joan, la sua mossa migliore è dimenticare il tipo di "empatia" che gli richiede di raccontare la propria storia. Forse può imparare a farsi avanti con le capacità di ascolto e la convalida che Joan desidera veramente. In questo caso, Paul ha bisogno di tenere saldamente i riflettori su Joan e mostrarle (a parole che non includono "me") che la sua situazione sembra semplicemente orribile ed è così dispiaciuto di sentirne parlare. Non importa che anche lui ha avuto mal di testa, mal di schiena o raffreddore. C'è tempo per quello dopo. In questo momento, i riflettori brillano intensamente sulla testa dolorante di Joan e solo un pazzo (forse un pazzo narcisista) cercherebbe di deviare quel riflettore. Se Paul può rimanere cosciente di ciò, evitando gli schemi abituali che gli sono sembrati naturali per la maggior parte della sua vita adulta, allora avrà fatto un balzo in avanti. Avrà mostrato a Joan che i suoi motivi ("sconvolgente" e tutto il resto) non erano in discussione. Ciò di cui Paul aveva bisogno, più di ogni altra cosa, era di aiuto nell'imparare a dare a Joan ciò di cui aveva bisogno.

Ci sono molti altri modi ben intenzionati per essere un cattivo ascoltatore. Si presentano in tutti i tipi di relazioni, dall'intimo al casual. La prossima volta vedremo come essere un ascoltatore povero e insensibile nei momenti di dolore. Probabilmente stai già trasalendo in alcuni dei tuoi ricordi di quelle situazioni. Buona. Mantieni quei pensieri fino alla prossima volta.

Nota 1 : Il mio co-terapeuta in questo caso, come in tutte le nostre coppie di counseling, era Yana Hoffman. Questi clienti non esistono nella vita reale. Sono compositi fittizi creati per scopi didattici.

Ripensamento : Nonostante questo esempio, non sto suggerendo che gli uomini sono, per loro natura, cattivi ascoltatori e le donne sono invariabilmente le "vittime" delle cattive capacità di ascolto. Ho visto che il problema si verifica in entrambe le direzioni.

Solutions Collecting From Web of "Abilità di ascolto cattive: "Empatia" indesiderata"