9 citazioni illuminanti sui narcisisti – e perché

Kiss by Michon/Deviant Art
Fonte: Kiss di Michon / Deviant Art

Sia che si tratti di un tratto caratteriale o di un disturbo della personalità a pieno titolo, il narcisismo pullula di ironia e paradosso. Prendiamo, per esempio, questa citazione ambigua che, senza spiegazioni, potrebbe sembrare sconcertante: "Pensavo che il narcisismo riguardasse l'amor proprio finché qualcuno non mi ha detto che c'è un lato positivo. . . . È auto-amore non corrisposto "(Emily Levine).

Infatti, nella ricerca di alcune delle cose più memorabili che sono state dette su questo soggetto sempre più popolare e sempre controverso, ho incontrato molte citazioni così private e personali nel senso che non potevo essere certo di ciò che lo scrittore aveva in mente. Ellittico nella migliore delle ipotesi, e contraddittorio nel peggiore dei casi, fui costretto a lasciar perdere. Dopo tutto, non aveva senso tentare di spiegare un punto di vista che io stesso trovavo oscuro.

Inoltre, quando una particolare citazione sul narcisismo era talmente ambigua da essere suscettibile di un numero qualsiasi di interpretazioni opposte , non poteva essere vista come una nuova luce sull'argomento. Tuttavia, molte delle citazioni che ho scelto per questo post sono innegabilmente paradossali. Tuttavia, le loro ambiguità sono chiaramente intenzionali, e quindi possono aiutare il lettore ad apprezzare meglio le dinamiche insolitamente ironiche di questo concetto psicologico di base.

Iniziamo con la citazione che ho incluso nella mia apertura:

"Pensavo che il narcisismo riguardasse l'amor proprio finché qualcuno non mi ha detto che c'è un lato positivo. . . . È un amor proprio non corrisposto. "~ Emily Levine. E considera anche: "Narciso piange per scoprire che la sua Immagine non restituisce il suo amore". ~ Mason Cooley

Sulla loro superficie quasi prive di senso, queste citazioni complementari suggeriscono la verità più profonda dei narcisisti – che un impegno amorevole con se stessi non proviene (e non può ) provenire dall'aria altezzosa, dall'arroganza compiaciuta o dall'essere ossessionati con fantasie assortite di brillantezza o bellezza ideali. L'amor proprio sano e non egoistico nasce da un'accettazione incondizionata di sé senza dover dichiarare la superiorità sugli altri. È un amore reso possibile da un sé pienamente integrato; e tale "unione interiore" elude per sempre il narcisista. Perché, con un'assoluta mancanza di intuizione su ciò che sta realmente accadendo dentro di loro, il loro sé falso, falso o "idealizzato" deve sempre trattenere con disprezzo il proprio essere reale, tutt'altro che perfetto.

Curiosamente, in profondità, in profondità – e indubbiamente inconsapevoli per loro – sanno che non sono proprio ciò che proiettano. In effetti, una delle loro difese centrali (o stratagemmi) è quella di proiettare all'infinito sugli altri proprio i difetti (e le paure!) Che non sono in grado, o non vogliono, di consentire alla consapevolezza. Per quanto critici siano per le carenze degli altri, sono incredibilmente ciechi rispetto ai loro. (E a questo proposito, il lettore potrebbe dare un'occhiata al mio precedente articolo, "Il dilemma del narcisista: possono ripassarlo, ma …").

L'amor proprio del narcisista deve alla fine essere visto come un'illusione, un trionfo spettacolare di autoinganno. È simile al bel giovane Narciso della mitologia greca, il cui riflesso privo d'imperfezioni in una pozza d'acqua non è altro che un riflesso e quindi non potrà mai amare il dorso di Narciso, non potrà mai soddisfare la sua ossessiva e struggente adorazione. I narcisisti reali, "non-mitici" possono amare solo il loro falso (o idealizzato) auto-miraggio che non può assolutamente restituire un amore così pieno di fantasia. Per quanto molti narcisisti possano "postare" la superiorità, il sé difettoso nascosto sotto la loro spavalderia esterna è stato rinchiuso e posto in esilio permanente. E questo sé murato, visto come inferiore, debole e persino codardo, è tipicamente identificabile solo da un astuto terapeuta, sebbene nel tempo le molte caratteristiche poco attraenti del narcisista (ad esempio, la loro disonestà, manipolatività e mancanza di empatia) diventino fin troppo dolorosamente ovvio per quelli che li circondano.

Inoltre, la ragione principale per cui i narcisisti sono così critici nei confronti degli altri è che è l'unico modo in cui possono sostenere la finzione disperatamente richiesta della loro perfezione. Sono veramente i maestri nel mantenere il loro auto-disprezzo segreto da loro stessi, trovando regolarmente persone su cui possono proiettarlo. E per proteggersi continuamente da una realtà che contraddice così spesso le loro grandiose supposizioni e pretese, sono obbligati ad adottare un massiccio sistema di difesa, che mantengono con straordinaria rigidità.

" N l' arcissismo e l'autoinganno sono meccanismi di sopravvivenza senza i quali molti di noi potrebbero saltare da un ponte." ~ Todd Solondz

Questa citazione è fondamentale in quanto poche persone riconoscono quanto siano essenziali per loro le difese della maggior parte delle persone. E le orgoglio, le difese narcisistiche sono tra le più diffuse. Cioè, molti di noi sono ancora afflitti da alcuni dubbi su noi stessi lasciati fin dall'infanzia (in particolare se i nostri genitori non si sono adeguatamente nutriti, convalidati o supportati). Questi dubbi sono incentrati sulla domanda cruciale: "Sono abbastanza bravo?" (O "abbastanza intelligente", "abbastanza attraente", "abbastanza meritevole", ecc.). Coltivare consapevolmente le contro-credenze sull'essere speciali, o persino straordinari, può permetterci un conforto compensativo che potrebbe richiedere semplicemente di sentire che siamo fondamentalmente a posto.

Per quanto possa sembrare strano, sentirsi "abbastanza bene" molti di noi devono convincere noi stessi che siamo più che abbastanza bravi. Potresti chiederti se a volte anche tu hai esagerato le tue realizzazioni? O aveva fantasie di essere di più alto livello sociale o economico di quanto sia realmente il caso? O potresti aver qualche volta pescato per i complimenti per rassicurarti che sei rispettato e ammirato? In breve, il narcisismo esiste lungo un continuum. E benché pochi di noi in realtà soddisfino criteri sufficienti per essere valutati come Disturbo Narcisistico di Personalità (NPD), quasi tutti noi siamo colpevoli di condividere certe tendenze narcisistiche.

Per gli individui veramente narcisisti, tuttavia, le loro difese sono assolutamente essenziali per sostenere i loro deficit dell'Io e ridurre (o rimuovere) i sentimenti di vergogna. In assenza di tali difese, potrebbero trovarsi (come suggerisce la citazione precedente) in uno stato di depressione suicida. Per profondità, la maggior parte dei narcisisti non amano davvero se stessi, per non parlare dell'amore . E più si vantano, si vantano e mettono gli altri giù, più è probabile che stiano cercando di compensare sentimenti di inferiorità (o di non ovvietà) più profondi e in gran parte nascosti.

"Nessuno mi ha probabilmente aiutato più con il mio narcisismo che con il mio cane." ~ Tucker Max

La prontezza di un cane ad accettarti, a dare e ricevere amore, esiste totalmente indipendente da ogni sforzo per convincerlo a farlo. I canini non sanno – o si preoccupano – se hai una brutta giornata, o quali vestiti stai indossando, o se sei ricco o povero. Fintanto che presti loro attenzione e non li maltratti, sono lieti di essere il tuo migliore amico. Non c'è davvero bisogno di cercare di accontentarli o di conquistare il loro affetto. Semplicemente lanciando la pallina occasionale per loro, farà bene il lavoro. Ha senso solo che questi animali domestici possano temperare le inclinazioni narcisistiche che potresti possedere. Ogni giorno dimostrano che l'amore non è qualcosa da guadagnare sfidando la superiorità o il successo. Né si basa sul fare qualcosa di speciale per loro. Semplicemente "presentarsi" (contro "mettersi in mostra") in un modo premuroso ti farà guadagnare "tranquillamente" una coda felicemente agitata.

"L'amor proprio per sempre si insinua, come un serpente, per pungere qualsiasi cosa accada. . . inciampare su di esso. "~ George Gordon Noel Byron

Ecco una metafora che suggerisce potentemente se, per quanto accidentalmente e senza il minimo intento negativo, capiti di dire o fare qualcosa che un narcisista trova offensivo (cioè, viene vissuta come una minaccia o un'aggressione alla loro autostima gonfiata artificialmente ), possono attaccarti velenosamente. Per salvaguardare il loro auto-amore sempre precario, sono costretti a "punzecchiare" chiunque senta possa sfidarlo. E poiché sono così sensibili a qualsiasi cosa che assomigli alla valutazione negativa (anche includendo un suggerimento provvisorio offerto ! ), Sono probabilmente-come-vipera-a sferzarti se offri un punto di vista contro il loro. E quando si verifica una tale reazione eccessiva, solo un terapeuta esperto è in grado di cogliere ciò che la loro risposta riscaldata tradisce.

"Non è amore che dovrebbe essere descritto come cieco, ma come amore per sé." ~ Voltaire

Per quanto brillante e concisa, ciò che la citazione di Voltaire rivela è la sua consapevolezza di come le auto-illusioni della superiorità dei narcisisti impediscano loro di vedere se stessi così come sono. Come già indicato, sono accecati dalla loro immagine idealizzata di sé, che hanno fabbricato per nascondere a se stessi (e agli altri) i più intimi dubbi sulla loro dignità. E così sono spinti a ritrarre se stessi non semplicemente abbastanza buoni ma molto più che buoni: dotati, eccezionali, unici. Dati i loro standard generalmente alti per se stessi (a volte legati a norme non realistiche elevate precedentemente stabilite per loro da genitori eccessivamente critici), il semplice essere adeguati non si sente affatto vicino ad essere abbastanza buono. Quindi devono sempre dimostrare – spesso in modo spurio – che meritano di essere visti come superlativi. E così la loro meritata reputazione di egocentrismo, arroganza e condiscendenza.

"Amare se stessi è l'inizio di una storia d'amore lunga una vita". ~ Oscar Wilde

Sebbene, come affermato, questa citazione sia indubbiamente ambigua, il termine "romanticismo" mi porta a credere che la nozione di amore di sé di Wilde si spinga verso il patologico – e forse anche l'autoerotico. Ma il sano amore per se stessi ha davvero poco a che fare con il romantico: è basato su un atteggiamento positivo di sé e sull'accettazione dei propri difetti e fragilità. Al contrario, essere "innamorato di" se stessi (come sottinteso dalla citazione di Wilde) suggerisce un autoassorbimento che può essere solo dannoso per i narcisisti nelle loro relazioni con gli altri. Infatti, una delle descrizioni più comuni del narcisismo malsano sottolinea la loro incapacità di preoccuparsi per le altre persone – a parte, cioè, da come questi altri potrebbero soddisfare le richieste del loro (insaziabile) ego.

"La metà del danno che viene fatto in questo mondo è dovuto a persone che vogliono sentirsi importanti. Non intendono fare del male, ma il danno [che causano] non li interessa. Oppure non lo vedono, o lo giustificano perché sono assorti nella lotta senza fine per pensare bene a se stessi. "~ TS Eliot

Questa citazione fa una distinzione vitale tra l'essere malevoli dei narcisisti (cfr. Sociopatico) e la loro semplice mancanza di preoccupazione su come i loro comportamenti possano influenzare negativamente gli altri. È ancora un altro modo di attirare l'attenzione sul loro supremo autoassorbimento, che rende impossibile per loro identificarsi empaticamente con i sentimenti di altri, la maggior parte delle volte non intendono consapevolmente approfittare degli altri. Tale sfruttamento è semplicemente un effetto collaterale del loro bisogno prevalente di sentirsi più importanti e migliori degli altri – e quindi sentirsi "abbastanza bravi". Tuttavia, la loro insensibilità ai desideri e ai bisogni di coloro che li circondano a volte può essere nientemeno che sorprendente.

"Non mi interessa cosa pensi, a meno che non riguardi me." ~ Kurt Cobain

Ecco un'altra citazione che, per quanto buffa nella sua esagerazione, si rivolge all'indifferenza del narcisista a chi sei o cosa hai da dire, a meno che, specificamente, non si riferisca a loro . Sono letteralmente incapaci di qualsiasi genuino interesse per un altro, a meno che quella persona non possa aiutarli nella loro interminabile ricerca di accumulare sempre più prove della loro superiorità. Perché il loro bisogno di conferma da parte del "bambino interiore" è inestinguibile. Inoltre, l'osservazione disinvolta di Cobain richiama indirettamente l'attenzione sul fatto che i narcisisti sono generalmente riconosciuti come terribili ascoltatori.

"I narcisisti sono grandi truffatori. Dopo tutto, riescono a illudersi! Di conseguenza, pochissimi professionisti riescono a vederli. "~ Anonymous.

Questa affermazione mi sembra alquanto esagerata. Per la maggior parte dei terapeuti apprende abbastanza rapidamente i segnali e i segnali che danno via un paziente narcisista (ad esempio, incolpando regolarmente gli altri per i loro problemi, assumendosi pochissime responsabilità sul perché le loro vite non funzionano, dicendo loro come fare la terapia, ecc.). Tuttavia, la citazione è istruttiva nell'indicare non solo l'enorme autoinganno nel modo in cui i narcisisti si vedono, ma anche la loro singolare esperienza nell'ingannare gli altri. Parlando con autorità fasulle, hanno in genere un eccellente track record nel portare gli altri a vedere le cose come fanno loro, anche se il risultato per chi è così preso può essere disastroso (ad esempio essere convinto a fare un investimento davvero mal concepito).

Tutto ciò per dire che, a molti livelli diversi, essere coinvolti con un narcisista può essere pericoloso quanto un morso di serpente. E il pungiglione inaspettato di tutto questo può, ahimè, durare molto di più.

Nota 1: esaminando letteralmente centinaia di citazioni per questo post, mi sono imbattuto in molti che non erano centrati tanto sul narcisista quanto sulle loro sfortunate vittime. Di conseguenza, il mio prossimo post esplorerà il danno che i narcisisti, specialmente quelli che sono lontani sul continuum narcisistico, a coloro che inconsapevolmente si affidano a loro. Si chiama "The Vampire's Bite: Victims of Narcissists Speak Out".

Nota 2: Se desideri esplorare altri post che ho scritto sul narcisismo, ecco i link:

"Ciò che i narcisisti vogliono davvero e non possono mai avere"

"Puoi aiutare un narcisista a diventare meno autoassorbente?"

"The Vampire's Bite: Victims of Narcissists Speak Out"

"6 segni di narcisismo che potresti non sapere"

"Il dilemma del narcisista: possono eliminarlo, ma. . . “,

"Narcisismo: perché è così dilagante in politica"

"I nostri ego: hanno bisogno di rafforzarsi o restringersi"

"LeBron James: The Making of a Narcissist" (Parti 1 e 2), e

"Reality as a Horror Movie: The Case of the Deadly Sweat Lodge" (Parti 1 e 2: centratura su James Arthur Ray).

Nota 3: se desideri controllare altri post che ho fatto per i blog di Psychology Today in generale, su una vasta gamma di argomenti, fai clic qui.

© 2014 Leon F. Seltzer, Ph.D. Tutti i diritti riservati.

– Invito anche i lettori a unirsi a me su Facebook e a seguire le mie riflessioni psicologiche e filosofiche su Twitter.

Solutions Collecting From Web of "9 citazioni illuminanti sui narcisisti – e perché"