8 modi in cui la menopausa può influenzare la salute e il sonno

I rischi per la salute delle donne cambiano in menopausa, e così anche il sonno.

Deposit Photos

Fonte: deposito delle foto

Se sei una donna tra i 40 ei 50 anni, probabilmente hai pensato a come la perimenopausa e la menopausa possano influire sulla tua salute. È un argomento che viene fuori in una conversazione con i miei pazienti un po ‘.

Il sonno colpisce ogni parte della tua vita e ha un’incredibile influenza sulla tua salute. Quando si pensa ai rischi per la salute che si presentano o si modificano durante la menopausa, è importante considerare anche il sonno come fattore. Il sonno può influenzare e essere influenzato dalla salute di una donna e da altre condizioni di salute mentre attraversa la menopausa.

Diamo uno sguardo più da vicino ad alcuni dei rischi per la salute che possono verificarsi durante la menopausa e come è coinvolto il sonno.

Disordini del sonno

La difficoltà a dormire durante la menopausa è ciò che porta molte donne nel mio ufficio. Anche le donne che hanno dormito bene e bene per anni si ritrovano a lottare in modi nuovi con il sonno durante la perimenopausa e la menopausa. Il declino degli ormoni che promuovono il sonno tra cui estrogeni e progesterone è una delle ragioni principali per il sonno interrotto. E gli altri sintomi della menopausa – da sbalzi d’umore e ansia a sudorazioni notturne – contribuiscono anche a problemi di sonno per le donne. Anche la produzione di un altro ormone critico per il sonno-melatonina diminuisce con l’età, il che può aggravare i problemi del sonno delle donne durante la menopausa e oltre.

La ricerca mostra che il rischio delle donne per i disturbi del sonno aumenta man mano che si muove attraverso la transizione della menopausa. Tra i miei pazienti in perimenopausa e menopausa, vedo in particolare tre disturbi del sonno che si verificano più frequentemente:

Insonnia

L’insonnia diventa sempre più comune per le donne durante la menopausa e vedo che presenta sintomi diversi da una donna all’altra. Alcune donne possono avere nuove difficoltà ad addormentarsi, spesso il risultato di stress, ansia e una mente che corre. Molte donne si ritrovano a svegliarsi più spesso durante la notte, a causa della sudorazione notturna o del bisogno di usare il bagno più spesso. Ho sentito da molte donne in menopausa che si svegliano molto presto al mattino, le loro menti saltano dritte verso la prima marcia, lasciandole incapaci di addormentarsi. Ognuno di questi sintomi di insonnia può provocare l’inizio della giornata sentendosi stanco, non rigenerato e non focalizzato.

L’insonnia, soprattutto quando è cronica, può fare di più che farti sentire stanco, affaticato e irritabile. L’insonnia può
• Provoca problemi con la memoria, l’attenzione, le capacità di apprendimento e altre funzioni esecutive come il processo decisionale, la pianificazione e il giudizio
• Aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, tra cui l’ipertensione, la malattia coronarica e l’insufficienza cardiaca
• Aumenta il rischio di diabete di tipo 2

Sindrome delle gambe senza riposo

Le donne hanno una probabilità doppia rispetto agli uomini di sperimentare la sindrome delle gambe senza riposo, o RLS. RLS diventa più comune nelle donne durante la gravidanza, quando gli studi mostrano fino al 30 per cento o più donne sperimentano questo disagio del sonno, con il suo segno distintivo di formicolio, sensazioni da brivido nelle gambe durante la notte. (La maggior parte, ma non tutti, i casi di RLS correlati alla gravidanza si calmano dopo il parto).

Gli scienziati non hanno ancora chiaramente identificato il ruolo degli ormoni femminili nella RLS, o come i cambiamenti della menopausa influenzino la RLS. Abbiamo bisogno di più ricerche in questo settore! Sappiamo – e lo vedo nei miei pazienti – le donne con RLS tendono spesso a manifestare sintomi più gravi di RLS in post menopausa. Uno studio su pazienti con RLS ha rilevato che il 69% delle donne in post-menopausa percepiva i propri sintomi come peggiori rispetto alla menopausa.

RLS può portare a un significativo affaticamento durante il giorno. I suoi sintomi spiacevoli rendono difficile addormentarsi, compromettendo la qualità del sonno e la quantità di sonno.

Apnea ostruttiva del sonno

Per molto tempo, l’apnea del sonno è stata pensata da molte persone, tra cui alcuni medici, come un problema di sonno da “uomo”. Fortunatamente, questa percezione sta cambiando, anche se abbiamo ancora una strada da percorrere. È vero che nella popolazione generale, l’apnea ostruttiva del sonno si verifica più spesso negli uomini che nelle donne. Ma il rischio delle donne per apnea del sonno aumenta significativamente con il passaggio alla menopausa. La ricerca mostra che le donne in post-menopausa sono a maggior rischio di OSA rispetto alle donne in pre-menopausa. E sono più propensi a sperimentare più grave apnea del sonno. L’aumento di peso associato alla menopausa è probabilmente un fattore nell’aumento del rischio, ma c’è ancora molto da imparare sulla connessione tra menopausa e apnea del sonno.

Proprio di recente, questo studio ha attirato la mia attenzione: le ricerche hanno dimostrato che i sudori notturni e le vampate di calore possono essere collegati a un aumento del rischio di apnea notturna. In questa ricerca, le donne che hanno avuto gravi vampate di calore e sudorazioni notturne hanno avuto quasi il doppio del rischio di apnea ostruttiva del sonno rispetto alle donne con lievi vampate di calore, o del tutto assenti.

La maggior parte delle persone conosce i sintomi dell’apnea notturna come forte russare e senza fiato. È vero. Ma le donne possono anche sperimentare altri sintomi meno noti di OSA, tra cui mal di testa, insonnia, segni di depressione o ansia e stanchezza diurna. Gli uomini e le donne sperimentano l’apnea notturna in modo diverso, ei sintomi delle donne possono essere in qualche modo più sottili e difficili da individuare rispetto agli uomini. Non tutte le donne con OSA mostreranno i segni del forte russare e sbuffare durante il sonno, ma anche senza questo particolare sintomo, si può ancora sperimentare la respirazione disordinata del sonno che è l’apnea notturna. È importante essere un difensore di te stesso con il tuo medico. Se hai qualcuno dei sintomi che ho menzionato sopra, condividili con il tuo medico e chiedi al tuo dottore di esaminare l’OSA come possibile causa.

Disordini metabolici

Ricevo molte domande dai miei pazienti che sono in menopausa riguardo a cambiamenti nel loro metabolismo e come si relazionano al sonno. Molti si preoccupano dell’aumento di peso e del suo impatto sulla qualità della vita, sulla salute e sul sonno profondo. Dormire bene è un potente strumento per gestire il peso e l’appetito durante la vita di una donna, anche durante la menopausa.

Il diabete di tipo 2 e altri disturbi metabolici diventano un rischio maggiore per uomini e donne con l’età. La transizione attraverso la menopausa segna un momento in cui le donne prestano particolare attenzione alla loro salute metabolica. Le modifiche all’appetito, ai livelli energetici e all’attività fisica, insieme alle modifiche alle funzioni metaboliche associate al declino degli estrogeni e di altri ormoni, possono tutte mettere le donne ad alto rischio di obesità, diabete di tipo 2 e sindrome metabolica. (Che cos’è la sindrome metabolica? Un gruppo di condizioni concomitanti tra cui ipertensione, glicemia alta, aumento del grasso addominale, colesterolo alto e alti trigliceridi, che aumentano il rischio di una persona per diabete, malattie cardiache e ictus.)

Il cambiamento dei livelli di estrogeni è coinvolto nel maggiore rischio di una donna per il diabete, l’obesità e altre condizioni metaboliche in menopausa. estrogeni:

• Aiuta il corpo a gestire la conservazione del grasso e la distribuzione del grasso. La diminuzione dell’estrogeno nella menopausa può contribuire a far ingrassare la donna nella parte mediana, un fattore di rischio per il diabete.

• Regola gli ormoni che controllano l’appetito e le voglie. In perimenopausa aumentano i livelli della ghrelina che stimola la fame, motivo per cui molte donne si trovano spesso affamate durante questa fase. I livelli dell’ormone leptina, che promuove un senso di pienezza, si riducono durante la peri- e la postmenopausa.

• Sembra avere un ruolo nella gestione dell’insulina, insieme ad altri ormoni (incluso il testosterone) che sono affetti dalla menopausa. Bassa estrogeni e altri ormoni possono portare ad un aumento della resistenza all’insulina, portando ad un aumento della glicemia.

L’effetto che il sonno può avere nel proteggere la tua salute metabolica è davvero fantastico. Oltre a contribuire a tenere sotto controllo gli ormoni della fame e fornire l’energia restitutiva necessaria per essere fisicamente attivi, dormire abbastanza può aiutare a mantenere l’insulina ben funzionante nel corpo. La perdita di sonno, d’altra parte, può innescare la resistenza all’insulina. Uno studio del 2015 ha rilevato che una sola notte di privazione totale del sonno era dannosa per la sensibilità all’insulina come sei mesi di dieta ad alto contenuto di grassi! Mettere attenzione al sonno durante la menopausa può aiutare a prevenire l’aumento di peso non salutare e indesiderato e mantenere il buon funzionamento del sistema metabolico del corpo.

osteoporosi

Con la menopausa aumenta il rischio di una donna per l’osteoporosi. (La massa ossea inizia effettivamente a diminuire nelle donne verso la metà degli anni ’30, quando la maggior parte delle donne è ancora in pre-menopausa.) L’estrogeno aiuta a proteggere la densità ossea nelle donne e il calo degli estrogeni rende le donne più vulnerabili alla perdita ossea e una minore densità ossea .

Ti sorprende sapere che il tuo sonno può avere un effetto sul tuo rischio di osteoporosi? Molti dei miei pazienti sono piuttosto sorpresi nel sentire queste notizie. La ricerca mostra che la scarsa qualità del sonno è legata all’osteoporosi, in particolare a un marker di osteoporosi noto come rigidità ossea. Altre ricerche dimostrano che avere un disturbo del sonno, tra cui apnea ostruttiva del sonno e insonnia, può mettere una persona a quasi tre volte il rischio di osteoporosi. La connessione tra i disturbi del sonno e il rischio di osteoporosi è più forte tra le donne e le persone di età superiore ai 64 anni. Ci sono molte ragioni per concentrarsi sul riposo durante la transizione alla menopausa: proteggere la salute delle ossa è una delle ragioni che molte donne non conoscono.

Malattia cardiovascolare

L’estrogeno svolge un ruolo nel proteggere la salute del cuore delle donne. Il rischio di una donna per le malattie cardiovascolari aumenta con l’età e la perdita di estrogeni e di altri ormoni sembra essere un fattore di tale rischio, insieme ad altri fattori tra cui la genetica, la dieta, l’attività fisica e altre condizioni di salute. L’estrogeno lavora per mantenere i vasi sanguigni rilassati, sostenendo la circolazione della salute. Quando i livelli di estrogeni diminuiscono, i vasi sanguigni possono perdere elasticità e diventare rigidi. In menopausa, il rischio di una donna per l’ipertensione arteriosa aumenta, così come il suo rischio di colesterolo alto. L’estrogeno agisce anche come un antiossidante nel corpo e aiuta a tenere sotto controllo l’infiammazione. L’infiammazione non salutare è un fattore che contribuisce alle malattie cardiache.

Dormire bene è un ottimo modo per proteggere la salute del cuore e la guardia contro l’infiammazione. Cattivo sonno è collegato a:
• Alta pressione sanguigna
• Colesterolo alto
• Aumento dei rischi per infarto e ictus

La ricerca mostra che le donne possono essere particolarmente vulnerabili all’impatto del sonno povero sulla salute del cuore, specialmente se ha già una malattia cardiaca.

Malattia autoimmune

Le malattie autoimmuni colpiscono le donne ben oltre il doppio del tasso di uomini. Circa il 78 per cento di tutti i casi autoimmuni si verificano nelle donne, secondo la ricerca. Vedo un numero di pazienti nella mia pratica per problemi di sonno legati a disturbi autoimmuni, dalla sclerosi multipla ai disturbi della tiroide all’artrite reumatoide. Quali sono le malattie autoimmuni? Un gruppo di malattie che comportano una risposta immunitaria anomala, quando il sistema immunitario attacca i suoi stessi tessuti sani. I problemi del sonno sono un sintomo comune delle condizioni autoimmuni. Il dolore corporeo è un altro sintomo frequente delle malattie autoimmuni e il dolore cronico o ricorrente può rendere difficile dormire abbastanza bene. C’è una ricerca che indica che il sonno povero può effettivamente aumentare il rischio di diverse malattie autoimmuni, tra cui l’artrite reumatoide e il lupus.

La relazione tra malattia autoimmune e menopausa – il modo in cui ciascuno potrebbe influenzare l’altro – è complessa e non ancora ben compresa. La ricerca indica che durante la transizione menopausale, i sintomi di alcune malattie autoimmuni, tra cui la sclerosi multipla e l’artrite reumatoide, possono peggiorare, mentre altre malattie autoimmuni, tra cui il lupus e lo scleroderma, possono migliorare. Dato il grado in cui queste malattie colpiscono le donne, è fondamentale che sappiamo di più su come la salute autoimmune delle donne cambia e viene cambiata dalla menopausa.

È importante ricordare che la menopausa non è una malattia o un disturbo: è una fase naturale della vita per le donne. È anche un momento nella vita delle donne quando i loro rischi per la salute cambiano. Comprendere questi nuovi e diversi rischi per la salute può aiutare le donne a prendere le giuste misure per proteggere il loro benessere durante la menopausa e con l’età. I fattori di rischio particolari di ogni donna saranno diversi. Ma ogni donna può trarre beneficio da un focus sul sonno salutare.

Successivamente, parlerò dei trattamenti e delle terapie, inclusi gli integratori, che possono aiutare le donne a dormire e ad esibirsi meglio durante la menopausa.

Sogni d’oro,

Michael J. Breus, PhD, DABSM

Solutions Collecting From Web of "8 modi in cui la menopausa può influenzare la salute e il sonno"