8 chiavi per trattare con persone problematiche

Hai a che fare con una persona impegnativa al lavoro, a casa o in un'altra parte della tua vita? È facile lasciare che un individuo irragionevole ci influisca e rovini la giornata. Quali sono alcune delle chiavi per potenziare te stesso in tali situazioni? Di seguito sono riportate otto chiavi per trattare persone difficili, con riferimenti al mio libro (clicca sul titolo): "Come comunicare in modo efficace e gestire persone difficili". Tieni presente che si tratta di regole generali generali e che non tutti i suggerimenti possono essere applicati alla tua situazione specifica. Utilizza semplicemente ciò che funziona e lascia il resto.

1. Keep Your Cool

La prima regola di fronte ad una persona irragionevole è mantenere la calma. Meno reattivo sei, più puoi usare il tuo giudizio migliore per gestire la sfida. Quando ti senti arrabbiato o arrabbiato con qualcuno, prima di dire qualcosa che potresti poi rimpiangere, fai un respiro profondo e conta fino alle dieci. Nella maggior parte dei casi, nel momento in cui raggiungi i dieci, avrai trovato un modo migliore di comunicare il problema, in modo da poter ridurre, invece di aumentare il problema. Se sei ancora arrabbiato dopo aver contato fino a dieci, prenditi un timeout se possibile, e rivisita il problema dopo che ti sei calmato. Mantenendo l'autocontrollo, sfrutti più potere per gestire la situazione.

 

2. Ne vale la pena?

Non tutte le persone difficili che affrontiamo richiedono un confronto diretto sul loro comportamento. Alcune persone semplicemente non valgono la pena di litigare. Il tuo tempo è prezioso, quindi a meno che non ci sia qualcosa di importante in gioco, non sprecarlo cercando di cambiare o convincere una persona che è negativamente trincerata. Che tu abbia a che fare con un collega difficile o un parente fastidioso, sii diplomatico e applica i suggerimenti di questo articolo quando è necessario interagire con loro. Il resto del tempo, mantenere una distanza sana.

Più specificamente, ci sono due scenari in cui potresti decidere di non scegliere una battaglia. Il primo è quando qualcuno ha un potere temporaneo e situazionale su di te. Ad esempio, se si è al telefono con un rappresentante del servizio clienti ostile, non appena si riaggancia e si chiama un altro agente, questo rappresentante non avrà più potere su di te.

Un'altra situazione in cui si potrebbe riflettere due volte sul confronto è quando, sopportando il comportamento difficile, si ottiene un certo beneficio. Un esempio potrebbe essere un fastidioso collaboratore, perché anche se non le piaci, è davvero brava a fornire analisi per la tua squadra, quindi vale la pazienza. È utile ricordare che anche le persone più difficili hanno qualità positive, specialmente se sai come ottenerle (vedi le chiavi 4 e 5).

In entrambi gli scenari, hai il potere di decidere se una situazione è abbastanza seria da affrontare. Pensaci due volte e combatti le battaglie che meritano davvero di essere combattute.  

 

3. Riduci Personalizzazione e Spostamento da Reattivo a Proattivo

Quando ti senti offeso dalle parole o dalle azioni di qualcuno, proponi diversi modi di vedere la situazione prima di reagire. Per esempio, potrei essere tentato di pensare che il mio amico stia ignorando le mie chiamate, o posso considerare la possibilità che sia stato molto occupato. Quando evitiamo di personalizzare i comportamenti di altre persone, possiamo percepire le loro espressioni in modo più obiettivo. Le persone fanno quello che fanno per loro più che per colpa nostra. Allargare la nostra prospettiva sulla situazione può ridurre la possibilità di incomprensioni.

Un altro modo per ridurre la personalizzazione è provare a metterci nei panni dell'individuo difficile, anche solo per un momento. Ad esempio, considera la persona con cui hai a che fare e completa la frase: "Non deve essere facile …"

"Mio figlio è così resistente. Non deve essere facile affrontare la sua scuola e le sue pressioni sociali … "

"Il mio manager è davvero esigente. Non deve essere facile avere aspettative così alte sulla sua performance da parte della direzione … "

"Il mio compagno è così emotivamente distante. Non deve essere facile venire da una famiglia dove le persone non esprimono affetto … "

A dire il vero, le dichiarazioni empatiche non giustificano un comportamento inaccettabile. Il punto è ricordare a te stesso che le persone fanno quello che fanno a causa dei loro problemi. Finché siamo ragionevoli e premurosi, i comportamenti difficili degli altri dicono molto di più su di loro che su di noi. Riducendo la personalizzazione, possiamo essere meno reattivi e concentrare le nostre energie sulla risoluzione dei problemi.

Per informazioni più approfondite sulla riduzione o l'eliminazione di oltre quindici tipi di atteggiamenti e sentimenti negativi , vedi il mio libro (clicca sul titolo): "Come lasciare andare i pensieri negativi e le emozioni".

 

4. Separare la persona dal problema

In ogni situazione di comunicazione, ci sono due elementi presenti: la relazione che hai con questa persona e il problema che stai discutendo. Un comunicatore efficace sa come separare la persona dal problema e deve essere tenero con la persona e ferma sulla questione. Per esempio:

"Voglio parlare di quello che hai in mente, ma non posso farlo quando stai urlando. Sediamoci e parliamo più tranquillamente, o prendiamoci una pausa e torniamo oggi pomeriggio. "

"Apprezzo che tu abbia dedicato molto tempo a questo progetto. Allo stesso tempo, vedo che tre dei dieci requisiti sono ancora incompleti. Parliamo di come finire il lavoro nei tempi previsti. "

"Voglio davvero che tu venga con me. Sfortunatamente, se hai intenzione di essere in ritardo come l'ultima volta, dovrò partire senza di te. "

Quando sei gentile con la persona, le persone sono più aperte a ciò che hai da dire. Quando sei risoluto nel problema, ti mostri un risolutore di problemi forte.

5. Metti i riflettori su di loro e recupera la tua energia

Un modello comune con persone difficili (in particolare i tipi aggressivi) è che a loro piace mettere l'attenzione su di te per farti sentire a disagio o inadeguato. In genere, sono pronti a sottolineare che c'è qualcosa che non va con te o il modo in cui fai le cose. L'attenzione è incentrata su "cosa c'è che non va", invece di "come risolvere il problema".

Questo tipo di comunicazione è spesso inteso a dominare e controllare, piuttosto che a occuparsi sinceramente dei problemi. Se reagisci essendo sulla difensiva, cadi semplicemente nella trappola di essere scrutato, dando così all'aggressore più potere mentre lei o lui ti prende impunemente. Un modo semplice e potente per cambiare questa dinamica è di riportare i riflettori sulla persona difficile, e il modo più semplice per farlo è quello di porre domande. Per esempio:

Aggressore: "La tua proposta non è nemmeno vicina a quello che ho bisogno da te."

Risposta: "Hai dato un'idea chiara delle implicazioni di ciò che vuoi fare?"

Aggressore: "Sei così stupido."

Risposta: "Se mi tratti con mancanza di rispetto, non parlerò più con te. E 'questo quello che vuoi? Fammi sapere e deciderò se voglio restare o andare. "

Mantieni le tue domande costruttive e approfondite. Mettendo la persona difficile sotto i riflettori, puoi aiutare a neutralizzare la sua o la sua indebita influenza su di te.

Una seconda tecnica che puoi usare per interrompere la comunicazione negativa è quella di cambiare argomento. Dì semplicemente "A proposito …" e inizia una nuova materia. Quando lo fai, ti stai prendendo in carico del flusso di comunicazione e imposti un tono più costruttivo.

 

6. Usa l'umorismo appropriato

L'umorismo è un potente strumento di comunicazione. Anni fa, conoscevo un collega che era abbastanza impegnato. Un giorno un mio collega ha detto "Ciao, come stai?" A lui. Quando il collaboratore egoista ha ignorato completamente il suo saluto, il mio collega non si è sentito offeso. Invece, sorrise bonariamente e scherzò: "Bene, eh?" Questo ruppe il ghiaccio e loro due iniziarono una conversazione amichevole. Brillante.

Se usato in modo appropriato, l'umorismo può illuminare la verità, disarmare il comportamento difficile e dimostrare di avere una compostezza superiore. Nel mio libro (clicca sul titolo): "Come comunicare in modo efficace e gestire persone difficili", spiego la psicologia dell'umorismo nella risoluzione dei conflitti e offro una varietà di modi in cui si può usare l'umorismo per ridurre o eliminare il comportamento difficile.

7. Confrontati con i bulli (in modo sicuro)

La cosa più importante da tenere a mente sui bulli è che prendono su quelli che percepiscono come più deboli, quindi finché rimani passivo e conforme, ti fai diventare un bersaglio. Molti bulli sono anche dei vigliacchi all'interno. Quando le loro vittime iniziano a mostrare la spina dorsale e difendono i loro diritti, il bullo spesso si tira indietro. Questo è vero nei cortili delle scuole, così come negli ambienti domestici e d'ufficio.

Su una nota empatica, gli studi dimostrano che molti bulli sono vittime della violenza stessa. Questo in nessun modo scusa il comportamento di bullismo, ma può aiutarti a considerare il bullo in una luce più equanime.

"Quando le persone non si piacciono molto, devono rimediare. Il classico bullo era in realtà una vittima prima. " – Tom Hiddleston

"Alcune persone cercano di essere alte tagliando le teste degli altri." – Paramhansa Yogananda

"Mi sono reso conto che il bullismo non ha mai a che fare con te. È il bullo chi è insicuro. " – Shay Mitchell

Quando affronti i bulli, assicurati di metterti in una posizione in cui puoi proteggerti in sicurezza, sia che tu stia in piedi da solo, che abbia altre persone presenti a testimoniare e sostenere, o che tenga una scia di carta del comportamento inappropriato del bullo. In caso di abuso fisico, verbale o emotivo, consultarsi con consulenti, legali, forze dell'ordine o professionisti amministrativi in ​​materia. È molto importante resistere ai bulli e non devi farlo da solo.

8. Imposta Conseguenza

La capacità di identificare e affermare le conseguenze è una delle abilità più importanti che possiamo usare per "mettere giù" una persona difficile. Efficacemente articolato, le conseguenze danno una pausa all'individuo stimolante e costringe lei o lui a passare dall'ostruzione alla cooperazione. In "Come comunicare in modo efficace e gestire persone difficili", la conseguenza viene presentata come sette diversi tipi di potere che è possibile utilizzare per influenzare il cambiamento positivo.

In conclusione, saper gestire persone irragionevoli e difficili è padroneggiare veramente l'arte della comunicazione. Man mano che utilizzi queste abilità, potresti provare meno dolore, maggiore sicurezza, migliori relazioni e maggiore abilità comunicativa. Sei sulla buona strada per il successo della leadership!

Fonte: http://www.nipreston.com/new/publications/
Fonte: http://www.nipreston.com/new/publications/

Per strumenti più approfonditi su come gestire efficacemente le persone difficili, scaricare estratti gratuiti delle mie pubblicazioni (fare clic sui titoli): "Come comunicare in modo efficace e gestire persone difficili" e "Come gestire con successo persone passive-aggressive".

Seguimi su Twitter, Facebook e LinkedIn!

Preston Ni, MSBA è disponibile come presentatore, facilitatore dell'officina e allenatore privato. Per ulteriori informazioni, scrivere a commsuccess@nipreston.com o visitare www.nipreston.com.

© 2014 di Preston C. Ni. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo. La violazione del copyright può sottoporre il trasgressore al procedimento legale.

__________________________________________________________________________________

Solutions Collecting From Web of "8 chiavi per trattare con persone problematiche"