7 modi per affrontare un reclamo cronico

Visualizza immagine | gettyimages.com

Conosci la persona.

Li vedi arrivare a una certa distanza, e già … sei stanco.

Solo il suono della loro voce fa morire una piccola parte di te all'interno.

Sì. È il lamentoso cronico. Niente è mai abbastanza buono per loro. Amano concentrarsi sui problemi e ignorare le soluzioni. Questa persona potrebbe essere un cliente, un dipendente, uno studente, un collega di lavoro, un figlio o un coniuge. In alcuni giorni, sembra che siano tutti in una volta.

Come puoi trattare efficacemente queste persone senza ricorrere alla violenza o ai sedativi? Ecco il piano:

1. Non perdere l'odio

Capisco. Questo è più facile a dirsi che a farsi. Se la sola vista di questa persona ti fa schernire e roteare gli occhi, allora il futuro dell'intera relazione sembra davvero cupo.

Il principale esperto di espressioni facciali del mondo, Paul Ekman (lui è il ragazzo in cui si è basato il programma televisivo, "Lie to Me") afferma che un sdegno sdegnoso è la singola espressione facciale umana più pericolosa che si possa fare. La sua ricerca mostra che se qualcuno dovesse vedere una foto di quell'espressione facciale, i loro corpi si ritrasformerebbero fisicamente. La pressione sanguigna e la temperatura corporea sono influenzate. Il loro sistema immunitario comincerebbe a rompersi e fallire. Basta guardare una foto di un'espressione facciale!

Il Dr. John Gottman studia la relazione matrimoniale. Se vede questa espressione in uno dei due coniugi in un'interazione da tre a cinque minuti, prevede un divorzio entro 15 anni. Altrimenti, pronosticherà un matrimonio felice. Utilizzando questo metodo, Dr. Gottman è accurato all'82%.

La soluzione? Smetti di giudicare il messaggio prima che sia consegnato. Inoltre, quando vedi arrivare quella persona, invece di ghignare e "far fuoriuscire" il tuo disprezzo, fai un sopracciglio inarcando le sopracciglia.

2. Fai di PIÙ che solo ascoltare.

Hai mai notato che le persone diventano difficili quando i loro bisogni non vengono soddisfatti? Quando i bambini non ottengono ciò che vogliono, è un momento da capriccioso. Indovina un po? Non ci siamo mai del tutto superati.

Abbiamo tutti un profondo bisogno di essere ascoltati. Vogliamo tutti il ​​nostro voto per contare e la nostra voce conta. Quando questo è privato di noi, tendiamo a diventare difficili.

Considera il nostro povero accattone cronico per un momento. Questa persona è costantemente licenziata. Tutti dicono loro: "Smetti di essere così NEGATIVO tutto il tempo" o "Sei un PESSIMISTA!". La loro unica azione è di rispondere con il classico: "Non sono un pessimista, sono un REALISTA". In altre parole, "ASCOLTAMI! Quello che sto dicendo MATERIA! "

L'unica ragione per cui chiunque avrebbe bisogno di lamentarsi di un problema più volte è se non si sentissero sentiti la prima volta. È possibile che le tue azioni stiano causando loro di sentirsi inascoltati? Ti rubi occhiate al tuo dispositivo (o guardi) mentre stanno parlando? Offrite soluzioni troppo velocemente? Li guardi sopra gli occhiali? Stai annuendo troppo velocemente? Tutti questi fattori e molti altri potrebbero CAUSARE che tornino una seconda volta a lamentarsi (e un terzo, un quarto, ecc.)

Qual è la soluzione? Falli sentire!

3. La penna è più potente

A volte le persone trasmettono le loro lamentele come se fosse una festa nazionale. Continuano a parlare del problema. Per questi momenti, è il momento di rompere il pad e la penna.

Non appena descrivono il loro problema, consiglio di scriverlo e poi di dire "Ok, che altro?" Questa domanda li costringe ad andare avanti (almeno per ora) a qualsiasi altro problema che potrebbe rimanere nella loro mente. Chiedendo "che altro?" È un ottimo tappo per il piagnucolio.

4. Pre-impegno

Mentre stai seguendo la prima legge dell'ascolto attivo (ripeti tutto ciò che hai sentito dire) è ora di chiarire alcune cose. Mentre il loro obiettivo è trovare una soluzione ai loro reclami, il tuo obiettivo è farli lasciare in pace. Lasciamo che il passo di pre-impegno faccia la sua magia con una delle seguenti domande suggerite:

"Quando risolviamo il primo problema, non risolviamo automaticamente il problema numero quattro?"

O…

"Immaginiamo che sia stata raggiunta una soluzione. Come ti senti?"

Questi devono essere incorniciati come domande. Il vostro lagnè ha bisogno di sentirsi dire: "Perché, suppongo che tutto andrà bene per il mondo una volta che questo particolare fastidio è stato sconfitto".

È molto più efficace che se ti chiedessi: "Quindi, se risolvo questo problema, te ne andrai?"

Mi sorprende sempre come un semplice cambiamento nelle parole che diciamo abbia un impatto profondo sui risultati che otteniamo. Oh aspetta, non mi sorprende minimamente. Dopotutto, ho scritto un intero libro sul potere delle parole. #senza vergogna

5. Infermiera la loro positività di nuovo alla salute

Questo è il mio passo preferito. È una prova solida che la luce proietta l'oscurità. Oh, ed è anche diabolicamente subdolo.

Ora che li hai veramente SENTITI e ora che si sono pre-impegnati a essere soddisfatti quando tutto è finito, è il momento di seguire una buona e salutare conversazione. Li avrai lì, lo prometto. Anche se devi "trascinarli" psicologicamente, calci e urla. Ecco dove entra la parte subdolo.

La maggior parte delle persone chiederà qualcosa come: "Allora, come pensi che possiamo risolvere questo problema?" (Ben fatto con l'uso del pronome plurale, tra l'altro. Hai letto il mio libro, non è vero?)

Tuttavia, la realtà è che al momento non riceverai le migliori risposte del mondo. Avrai bisogno di alcune strategie per estrarne di migliori. Non preoccuparti, ti ho coperto.

Molto probabilmente risponderanno con un'alzata di spalle e senza ispirazione, "Non lo so".

IMMEDIATAMENTE, la tua prossima mossa è "Cosa diresti se lo sapessi?"

Lo so, lo so, questo non dovrebbe funzionare. Potrebbe anche sembrare sciocco a una mente analitica. Ma funziona più spesso di quanto si possa pensare. Provalo e grazie.

Se mai ti manca, aumenta le cose con questa piccola bellezza: "Se avessi una bacchetta magica e potessi creare qualsiasi risultato, cosa vorresti che succedesse?"

Una volta ottenuta una risposta decente, chiedi "In una scala da 1 a 10, quanto sei motivato a fare in modo che ciò accada?"

Se dicono "DIECI!", Allora grandioso. Scopri di cosa hanno bisogno da te e invitali a iniziare.

Se dicono qualcosa meno di dieci, allora chiedi: "Interessante. Perché non hai detto un numero inferiore? "Si troveranno a dirti tutti i motivi per cui Vogliono assumersi la responsabilità per il problema e la sua soluzione.

ESEMPIO:
Parent: "Su una scala da uno a dieci, quanto sei motivato a pulire la tua stanza?"
Teen: "A tre".
Parent: "Interessante. Perché non hai detto un numero più basso? "
Teen: "Perché non mi piace camminare sulle cose di notte."

Boom. L'adolescente ha solo fornito la sua motivazione e motivazione per pulire la sua stanza. Di nuovo, MOLTO più potente di ogni lezione che potresti dare.

Infine, se trovi che il lagnanza si rifiuta di concentrarsi su una soluzione, allora è tempo di misure disperate. ACCETTA con loro. In realtà, troppo d'accordo.

Quindi, un supervisore potrebbe dire: "Sai, hai ragione. Se non risolviamo questo problema, tutta questa compagnia sta andando giù ".

La speranza è che il dipendente cambi direzione aggiungendo qualcosa come "Beh, non è così male". Questo non è esattamente positivo, ma è dannatamente vicino. Hai appena guidato abilmente un lamentoso cronico notoriamente negativo verso una mentalità positiva. Adesso per la parte divertente.

6. Dare loro il loro primo compito

Sono pronti per un incarico. Hanno preso la proprietà del problema e voi due avete trovato soluzioni di brainstorming. Tutto ciò che resta da fare è scomporre la soluzione in un oggetto utilizzabile e lasciarli iniziare.

Se nessuna soluzione si è presentata da sola, il mio elemento di azione preferito è di farli rintracciare il problema per quattro settimane. Si renderanno conto che il problema non si presenta tanto spesso quanto hanno pensato (e non sentirai mai più parlare di loro … e non si lamenteranno più di loro!) O torneranno con pile di dati eccellenti per aiutarti a scoprire una possibile soluzione. Ad ogni modo, vinci.

7. Avvolgilo

È ora di concludere la conversazione! A volte, i reclami cronici sono difficili da eliminare. Ho due semplici consigli per te.

Per prima cosa, controlla il tuo orologio. Questo è il cartello internazionale per "Devo andare, e quindi, DEVI andare". Assicurati di controllare SOLO l'orologio mentre stai parlando. Altrimenti, violerai il primo suggerimento che ti ho dato all'inizio di questo articolo.

In secondo luogo, inizia a usare i verbi del passato quando discuti della tua discussione. Ad esempio, "Ehi, sono felice che tu sia entrato per farmelo sapere. Penso che sia stata una conversazione molto produttiva. "

O forse, "C'è qualche domanda che devi chiedermi per sentirti completamente sicuro e fiducioso di aver realizzato tutto quello che abbiamo deciso di fare oggi?"

Diranno di no, affermando la sensazione che tutto è stato realizzato. Ottimo modo per terminare un incontro, non diresti? Un po 'come questo è un ottimo modo per concludere un articolo.

Solutions Collecting From Web of "7 modi per affrontare un reclamo cronico"