6 segni che potresti chiamare un terapeuta

morguefile.com
Fonte: morguefile.com

Ti è stata diagnosticata una depressione o un'ansia postpartum.

E anche se non ne sei felice, stai facendo quello che devi fare per migliorare. Potresti o meno assumere farmaci. Stai facendo del tuo meglio per riposare e prenderti cura di te stesso. Ti stai prendendo cura del tuo bambino e accetti l'aiuto degli altri. Hai un ottimo sistema di supporto e ti senti sicuro che, col tempo, migliorerai.

Tuttavia, le persone a cui tieni a cuore ti dicono che sarebbe utile se trovassi un terapeuta specializzato nel trattamento della PPD. Anche se non sei totalmente contrario a questo, non sei sicuro se sarebbe utile o se dovresti spendere il tempo / denaro. È possibile o meno avere familiarità o familiarità con una relazione terapeutica e non si è convinti che possa davvero aiutare a questo punto.

Registrati # 1. Altri ti stanno dicendo di chiamare un terapeuta

A volte, quelli più vicini a te potrebbero notare che le cose non sono giuste prima di te. Questo è comune È un po 'sulla negazione. È più sulla chiarezza e la nebbia che scende quando la depressione è presente.

La depressione può rendere difficile vedere chiaramente o essere obiettiva sulla tua esperienza.

Le persone che ti amano potrebbero essere in una posizione migliore in questo momento per vedere cosa non sei in grado di vedere.

Segno n. 2. Ti senti sopraffatto e trovi difficile affrontare la giornata nel modo in cui sei abituato

Potresti sperare che questo migliorerà da solo o con strategie di auto-aiuto.

Paradossalmente, più fai, più le cose impossibili si sentono.

Più riposi, più ti senti in colpa.

Più chiedi aiuto, più ti senti inadeguato.

Più supporto ricevi, più ti senti isolato.

Sembra che tu non possa vincere, non importa quanto tu ci provi.

Segno n. 3. Il tuo matrimonio si sente estremamente teso

La tua più grande fonte di comfort e supporto si sente improvvisamente agitata e meno disponibile.

Sembra insopportabilmente solo.

Nessuno capisce.

Segno n. Ti preoccupi e parli sempre delle stesse cose e ti chiedi se stai portando fuori la tua famiglia e i tuoi amici

Una caratteristica caratteristica del PPD è il pensiero ossessivo e l'eccessiva preoccupazione. Da un lato, sembra una parte naturale della nuova maternità. Preoccuparsi sicuramente arriva con il territorio.

Ma quanto è troppo?

Come puoi sapere se la misura in cui ti stai preoccupando va bene? O troppo? O problematico?

Ti senti impacciato o difensivo nel chiedere così tante domande, nell'implementare così tante regole o nel confrontarti con il modo in cui gli altri stanno facendo le cose?

Segno n. 5. Ti trovi ripetutamente a chiedermi se dovresti chiamare un terapeuta

Il pensiero depressivo può inibire i comportamenti di ricerca di aiuto.

A volte, le domande continue e ricorrenti possono in realtà essere delle ruminazioni depressive.

Se il soggetto di queste ruminazioni è la curiosità sul valore della terapia, potrebbe essere il tuo cervello stanco a chiedere aiuto. Prestare attenzione a questo.

Segno n. 6. I tuoi sintomi di ansia, tristezza, senso di colpa, preoccupazione, irritabilità, insonnia, disperazione o pensiero ossessivo non stanno migliorando

Indipendentemente dal fatto che tu stia assumendo farmaci e se segui o meno tutti i consigli di autoaiuto del tuo medico, potrebbe non essere sufficiente.

Se trovi che i tuoi sintomi persistono o continuano a impedire il funzionamento, non è giusto continuare a soffrire.

La terapia può aiutare a minimizzare l'impatto dei sintomi depressivi e ansiosi.

Per trovare un terapeuta specializzato in ansia e depressione postpartum, consulta queste risorse:

Lista di riferimento per il personale clinico del centro di stress dopo il parto (in tutto lo stato e internazionale)

Postpartum Support International (in tutto lo stato e internazionale)

Solutions Collecting From Web of "6 segni che potresti chiamare un terapeuta"