6 consigli per evitare di diventare bersaglio di qualcuno di colpa

Le persone con personalità in conflitto sono sempre alla ricerca di qualcuno da incolpare.

Nei miei blog recenti ho descritto come le persone con alti conflitti (HCP) evitano la responsabilità e incolpano gli altri. ( Sei un bersaglio di colpa per un narcisista , sociopatico , … personalità borderline .) Mentre le persone con questi disturbi della personalità tendono a rimanere bloccati nella vita a causa della loro mancanza di auto-riflessione e mancanza di cambiamento, solo quelli che hanno anche alto le personalità in conflitto diventano preoccupate da un obiettivo specifico di biasimo. Le personalità di alto conflitto tendono ad avere quattro caratteristiche: A Target of Blame, pensiero tutto-o-niente, emozioni non gestite e comportamenti estremi che il 90% delle persone non farebbe mai. (Per un elenco di 40 comportamenti prevedibili degli operatori sanitari, vedere il mio libro 5 Tipi di persone che possono rovinarti la vita .)

Shutterstock

Fonte: Shutterstock

I loro Target of Blame sono più spesso qualcuno vicino a loro, come un coniuge, una ragazza, un fidanzato, un genitore, un bambino, un amico intimo, un vicino collaboratore, un vicino vicino o un professionista; o qualcuno in una posizione di autorità, come supervisore, capo di un’organizzazione, polizia, funzionario governativo, amministratore scolastico o ospedaliero. Questa sembra essere una fissazione inconscia e possono attaccare chiunque. Tuttavia, il modo in cui rispondi può fare la differenza tra se diventi il ​​loro prossimo Target of Blame o qualcuno che semplicemente ignora.

1. Non avvicinarti troppo presto.

Gli HCP non sono ovvi in ​​un primo momento nella maggior parte dei casi. Pertanto, è consigliabile prendere il tuo tempo per conoscere qualcuno di nuovo al lavoro, in incontri o altrove nella tua vita. Gli HCP cercano spesso amicizie veloci e un intenso livello di impegno da parte delle persone, per aiutarle a sentirsi al sicuro nel mondo. Oppure potresti sentirti in picchiata per salvarli dal loro ovvio comportamento autodistruttivo. Ma potresti avere la sensazione che le cose si muovano troppo velocemente o profondamente. È molto più facile andare lentamente e poi smettere di avvicinarsi, piuttosto che super-chiudere e quindi cercare di fare marcia indietro da un possibile operatore sanitario. A volte possono sembrare molto amichevoli e calorosi, ma quando si tenta di arretrare è quando diventerai il loro bersaglio di biasimo.

2. Non discutere con il loro pensiero distorto.

Gli HCP hanno spesso distorsioni cognitive, come il pensiero tutto-o-niente, il salto alle conclusioni, il ragionamento emotivo e le esagerazioni. Potrebbero accusarti di fare qualcosa di terribile, quando era davvero un comportamento molto minore o addirittura inesistente. Oppure possono criticare il tuo pensiero su un argomento, come in una conversazione via email, sui social media o altri tipi di commenti. Mentre è facile voler ribattere, è praticamente inutile con gli HCP. Stai essenzialmente invitandoli ad attaccarti sempre di più, basandoti sulla loro convinzione che è veramente “tutta colpa tua”. Invece, puoi semplicemente dire: “Non sono d’accordo con te su questo”. O: “Vedo diversamente. “Oppure:” Dovremo solo accettare di non essere d’accordo. ”

3. Non incolparli di nuovo.

È naturale voler difendersi da critiche ingiustificate o attacchi verbali. Potresti avere voglia di dire: “No, tu sei il * e% # $ @!” Tuttavia, con gli HCP non si tratta di te. Riguarda i pensieri che sono nella loro mente. Non è necessario difendersi dal proprio pensiero distorto. Se li incolpi di nuovo, e specialmente se è in pubblico, altri potrebbero pensare di essere anche tu una persona con un alto conflitto. Quindi, potresti diventare Target of Blame anche per gli avvocati dell’HCP. È meglio dire semplicemente: “Non sono d’accordo” o semplicemente esco dalla conversazione. “Devo andare ora.”

4. Non partecipare ai loro schemi o aiutarli a dare la colpa agli altri.

Gli HCP sono spesso in guerra con il mondo che li circonda e cercano sempre avvocati per unirsi a loro. Potresti inizialmente conoscerli amichevolmente, quindi potrebbero chiederti di difenderli da un’altra persona che li ha trattati “terribilmente”. Attenzione! Puoi diventare un “avvocato negativo”, che è qualcuno che aiuta un operatore sanitario a incolpare e attaccare gli altri. Potresti essere emotivamente attratto (“è terribile quello che ti ha fatto quella persona”) ma non informato. (In molti casi, è la situazione esattamente opposta, con l’operatore sanitario che sta agendo male). Quindi, è inevitabile che ad un certo punto non sarai considerato un difensore abbastanza forte da parte dell’HCP, e lui o lei ti accenderà, come il loro nuovo Target of Blame. Spesso è possibile vedere questa dinamica con gli operatori sanitari nelle famiglie, sul lavoro, nel mondo degli affari e in politica.

5. Essere assertivo su come impostare i limiti.

Gli operatori sanitari spesso fanno ciò che possono farla franca. Potrebbero spingerti a fare qualcosa per loro o cercare di impedirti di fare qualcosa per te stesso. Possono interromperti, farti richieste o ignorarti quando hai bisogno di una risposta. È allettante diventare aggressivi con loro (“combattere”), o diventare passivi con loro (“oh beh, qualunque cosa”). Nessuno di questi funziona bene, perché entrambi rinforzano il comportamento aggressivo di un operatore sanitario. Invece, è meglio provare un approccio assertivo, il che significa che ti rimproveri senza tentare di dominare o rimandare all’HCP. Usando un tono di fatto, puoi semplicemente dire: “Non posso farlo per te”. O: “Sono occupato”. O: “Le regole dicono che non possiamo farlo.” Sii informativo , piuttosto che sulla difensiva. Ma non solo accettare comportamenti maleducati o cattivi, perché di solito crescerà.

6. Disinnestare attentamente.

Se necessario, si può decidere che è necessario interrompere significativamente o completamente da un possibile operatore sanitario. Fallo con cura Ciò potrebbe significare disimpegnarsi dalla relazione a piccoli passi, in modo che non sia uno shock improvviso per la persona. Ciò significa anche non fare un annuncio grande e drammatico che otterrà un forte respingimento. Facile, è generalmente l’approccio migliore. D’altra parte, se hai bisogno di stabilire dei limiti e tagliare i legami, dovresti prendere in considerazione l’idea di avere qualche aiuto. Per esempio, incontrarsi nell’ufficio di un terapista se l’HCP è un amico o un familiare, in modo che il terapeuta possa aiutare a spiegare e sostenere i propri sforzi.

Nel luogo di lavoro può significare la chiusura di un dipendente dell’HCP, che viene scortato fuori dall’ufficio con l’assistenza della sicurezza. Ma anche in quella situazione, spesso aiuta ad avere qualche collegamento di continuità con qualcuno, come una persona dello staff delle Risorse Umane, per dare loro informazioni per ottenere un futuro impiego altrove e offrire alcune parole gentili per aiutarli a far fronte. E se decidete di ottenere una separazione o un divorzio, consultate un avvocato o un terapeuta che può aiutarvi ad adottare misure accurate per non diventare un bersaglio di biasimo agli occhi dei professionisti legali o del tribunale di famiglia. Gli HCP sono bravi a persuadere gli altri che è tutta colpa tua. Tuttavia un approccio deciso (non troppo aggressivo e non troppo passivo) può davvero aiutare.

Conclusione

Nessuno sceglie di avere una personalità di alto conflitto. Ma in una certa misura, puoi scegliere di evitare di diventare un bersaglio di colpa per una persona con un alto conflitto. Gli HCP di solito incolpano qualcun altro quando i problemi accadono nelle loro vite. Si concentrano su obiettivi specifici di colpa che si impegneranno con loro a livello emotivo e intimo, come familiari, amici intimi e professionisti vicini (come terapeuti, avvocati, medici e clero). Seguendo questi suggerimenti, è meno probabile diventare Target of Blame di qualcuno, oppure puoi ridurre o eliminare il ruolo il prima possibile.

Solutions Collecting From Web of "6 consigli per evitare di diventare bersaglio di qualcuno di colpa"