5 motivi per cui agiamo in modo impulsivo

La forza di volontà si riferisce allo sforzo che facciamo per controllare il nostro comportamento impulsivo. La forza di volontà può essere vista come una risorsa , il che implica che nella mente deliberativa c'è qualcosa che è limitato. Cioè, impegnarsi in atti di autocontrollo si basa su una risorsa limitata di volontà che si esaurisce nel tempo, proprio come un muscolo si stanca dopo un periodo di esercizio. Quando le risorse sono esaurite, le persone tendono ad agire d'impulso e sono più inclini a lasciarsi influenzare dai loro desideri, impulsi e voglie, anche se a lungo andare possono pentirsi.

Questi sono i 5 fattori chiave che possono temporaneamente indebolire la forza di volontà e portare a reazioni impulsive:

Monkey Business Images/Shutterstock
Fonte: Monkey Business Images / Shutterstock

1. Impoverimento dell'Io.

Prendere una serie di decisioni che implichino conflitti, cercando di impressionare gli altri, rispondendo gentilmente a comportamenti maleducati o pianificando un matrimonio, porta all'esaurimento dell'Io, e l'esaurimento dell'Io porta ad una perdita di motivazione. Così, alla fine di una lunga giornata, le persone hanno meno risorse per superare la voglia di consumare uno spuntino allettante rispetto all'inizio della giornata. Questo spiega perché la maggior parte delle diete si rompono durante la notte!

2. Occupato (carico cognitivo).

Le persone più occupate sono, più è probabile che si comporteranno impulsivamente. In un momento di stress, spesso dimentichiamo i nomi delle persone che conosciamo bene. Quando la nostra mente è preoccupata, la nostra mente a breve termine guida le nostre scelte. Questa intuizione suggerisce che gli acquirenti distratti dalla musica o dai display avranno maggiori probabilità di aumentare i loro acquisti d'impulso. Al contrario, essere deliberati consente di vedere il contesto generale ed essere meno interessati alle sensazioni.

3. Stress.

Affrontare lo stress implica l'uso della forza di volontà per controllare il comportamento. Lo stress quotidiano può paralizzare la corteccia prefrontale, la funzione esecutiva del cervello che riduce la concentrazione, la pianificazione, il processo decisionale e il giudizio. Di conseguenza, perdiamo la capacità di essere riflessivi e iniziamo a funzionare in modo automatico. Ad esempio, anche con la migliore preparazione, la pressione e l'ansia di un lungo esame (o di un colloquio) spesso rallentano o addirittura interrompono completamente le capacità di ragionamento dei candidati. Questa esperienza è nota come eliminazione o soffocamento sotto pressione.

4. Alcool.

L'intossicazione riduce la resistenza alla tentazione e indebolisce il controllo inibitorio. L'intossicazione riduce l'autoconsapevolezza e restringe lo scopo dell'attenzione, limitando la capacità di partecipare a più indizi. Man mano che la consapevolezza dei bevitori diminuisce, perdono l'autocontrollo, quindi mangiano di più o fumano di più.

5. Glicemia.

Il glucosio è una parte vitale della forza di volontà: le prove dimostrano che l'esercizio della forza di volontà abbassa lo zucchero nel sangue, riducendo la capacità di un ulteriore autocontrollo. I cervelli sono maiali dell'energia. Il tuo cervello consuma circa il 20 percento dell'energia che il tuo corpo consuma. Ironia della sorte, la restrizione calorica nella dieta produce glucosio inferiore, che mina la forza di volontà necessaria per resistere all'assunzione di cibo. Il glucosio stesso non entra nel cervello, ma viene convertito in neurotrasmettitori come la serotonina. Una mancanza di neurotrasmettitori aumenta l'impulsività. Ad esempio, le persone con ipoglicemia, la tendenza ad avere un basso livello di zucchero nel sangue, hanno maggiori probabilità di avere difficoltà a concentrarsi e controllare le proprie emozioni negative quando vengono provocate. L'evidenza suggerisce che gli scolari che saltano la colazione si comportano peggio nei test, ma lo fanno meglio dopo uno spuntino.

Il modello di forza di volontà a scarsità di risorse fornisce informazioni sulle strategie che possono essere utilizzate per migliorare la nostra capacità di autocontrollo. Dobbiamo trattare la forza di volontà come una risorsa limitata e importante. Usiamo la stessa quantità di forza di volontà per far fronte a traffico frustrante, cibo allettante, colleghi fastidiosi e bambini delusi. Quindi, resistere al dessert a pranzo può lasciarti con meno forza di volontà per trattare i tuoi fastidiosi colleghi più tardi.

Una linea guida generale è concentrarsi su un progetto alla volta. Concentrare i tuoi sforzi su uno o, al massimo, pochi obiettivi per volta aumenta le probabilità di successo. Ad esempio, non ha senso decidere che si smetterà di fumare e di seguire una dieta se uno non possiede effettivamente la forza di volontà necessaria. Come dice il proverbio, "Colui che afferra troppo perde tutto."

Infine, il modello di forza di volontà suggerisce che la capacità di autocontrollo può essere costruita attraverso la pratica e la formazione. Impegnarsi in semplici esercizi quotidiani di autocontrollo, come evitare cibi malsani, porta a un miglioramento del mantenimento a lungo termine dei comportamenti. Inoltre, lo stato di esaurimento dell'Io può essere invertito attraverso il riposo o il rilassamento. La privazione del sonno può comportare uno stato cronico di deplezione dell'Io e prestazioni scadenti.

  • Dibattito: meglio lavorare per meno soldi con un non-profit?
  • Dimensionamento della mentalità del denaro per il 2015
  • Decisività: la nuova chiave del successo
  • Tre mosse di potere per il processo decisionale
  • Che aspetto ha la leadership nel 2034
  • Jack, ci siamo appena conosciuti
  • Miti di Statist sul terremoto giapponese
  • 10 fatti sorprendenti sul rifiuto
  • 8 tratti della leadership tossica da evitare
  • Trumpcare: quando l'assicurazione sanitaria non è realmente assicurativa?
  • Consigli utili per l'acquisto della prima auto di Teen
  • Dentro la mente di Lance Letscher
  • Uomini e donne in conflitto: i ruoli che interpreta
  • Le nuove scoperte radicali stanno capovolgendo la neuroscienza
  • Caveat Emptor: Come sapere se ti fidi della tua salute mentale per un terapista pericoloso
  • Perché dovremmo pensare all'esercizio come alla sua ricompensa
  • Passivo scherzando
  • Due strade divergevano
  • Per conoscermi è come mi piace IV: The "Brazil" Theory of Consciousness
  • Life Coaching e questioni relative ai bambini
  • Questo è il tuo "piccolo cervello" sulla cannabis
  • Il Feud della famiglia sottolinea la nostra avversione all'ozio
  • 7 passi per andare da emozioni disordinate per chiarire il pensiero
  • Perché giochi?
  • Suicidio in cucina
  • Quattro motivi per cui Luis Suarez morde
  • L'adolescenza e il caso del genitore dispari.
  • Il cervello è importante nel mondo degli affari?
  • Coppie a doppio reddito
  • Chi è "l'animale" in una data? Il badboy o la vita del partito?
  • Un professionista per procrastinazione
  • Il problema con i politici che parlano sempre dei valori
  • Perché i cervelli adolescenti sono progettati per l'assunzione di rischi?
  • Un pregiudizio di mediazione
  • The Lost Symbol: Intention Goes Mainstream, Part One
  • Come visto in TV: O come sono finito con lo schiaffo