5 modi per mantenere il pubblico interessato e coinvolto

Ingredienti di sospensione dell’edificio.

//creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], from Wikimedia Commons

Fonte: Di Sumita Roy Dutta [CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)], da Wikimedia Commons

La suspense è una risposta emotiva all’incertezza su ciò che accadrà dopo? È una potente esperienza emotiva che si verifica in un’ampia varietà di contesti (ad es. Film, romanzi, musica, battute e vita di tutti i giorni). Ad esempio, immagina un momento di suspense quando un candidato del college sta per aprire una busta che la informa se è stata accettata nella sua università di prima scelta. Un momento che non avrebbe mai potuto dimenticare, indipendentemente da quale potesse essere il risultato.

La suspense vissuta come un’emozione positiva può essere una motivazione importante per intraprendere determinate attività. La suspense gioca un ruolo chiave nel creare divertimento in una narrazione mantenendo l’attenzione dei lettori focalizzata su un romanzo o un film. Questo spiega perché gli spoiler sono cattivi: rivelano tutte le informazioni in una volta, cosa che toglie la suspense e il piacere di una storia.

La suspense non è la stessa sorpresa, eppure le persone spesso confondono le due cose. La suspense è vissuta prima del fatto quando sta per accadere qualcosa di rivelatore. Al contrario, la sorpresa viene vissuta dopo il fatto. Siamo sorpresi se qualcosa di inaspettato è appena successo.

I seguenti descrivono le componenti chiave delle esperienze di tensione e sospensione (Lehne e Koelsch, 2015).

1. Conflitto – L’esperienza di suspense (o tensione) di solito ha origine da eventi associati a conflitti o imprevedibilità, che creano il desiderio di stati più stabili. Ad esempio, considera una struttura di suspense di base creata nei film. Le trame narrative spesso implicano conflitti e ostacoli che i protagonisti devono superare (Zillmann, 1980). L’incertezza sugli eventi che si svolgono crea esperienze di tensione e suspense nel pubblico che durano fino a quando il conflitto non viene risolto, e il sollievo finale produce divertimento.

2. Incertezza – Non sapere esattamente cosa succederà dopo può creare un senso di suspense che ci tiene incollati ai nostri sedili guardando un thriller e trasformando rapidamente le pagine in un romanzo giallo. Parte del fascino degli eventi sportivi dal vivo è la loro intrinseca imprevedibilità. Spesso, i potenziali elettori amano seguire le notizie quando c’è una corsa eccitante per un ufficio politico. L’incertezza è legata a uno stato di curiosità in cui le persone desiderano maggiori informazioni su qualcosa che produce piacere solo quando è soddisfatto (Lowenstein 1994). Siamo cablati con il desiderio di imparare ed esplorare il mondo.

3. Anticipazione – Gli eventi anticipati di significato emotivo possono generare esperienze di suspense e tensione. Le esperienze risultanti sono strettamente correlate alle emozioni di speranza e paura: gli eventi positivi anticipati producono emozioni di speranza, mentre gli eventi negativi creano ansia e paura. Gli esiti negativi possono essere diagnosi mediche, esami o colloqui di lavoro, una data che crea un bisogno di risoluzione.

4. Mancanza di controllo – Una mancanza di controllo (l’incapacità di influenzare il corso degli eventi) spesso contribuisce ad esperienze di tensione. Durante l’intervallo di tempo tra l’evento iniziale e il momento in cui si risolve la tensione, di solito non c’è molto che può essere fatto se non aspettare che la tensione si risolva. E questo può indurre una sensazione di impotenza che può aggiungere all’esperienza della tensione.

5. Risposta di valutazione – La suspense dipende da qualcosa in gioco. Gli eventi attesi devono avere un significato emotivo per l’individuo, al fine di generare tensione o suspense. I risultati degli eventi che promettono una grande ricompensa (ad es. Colloquio di lavoro, esami, vincita alla lotteria) o che comportano un grande dolore o sofferenza (ad esempio una diagnosi medica) possono provocare forti esperienze di tensione. Quando non c’è una valutazione (gli eventi sono in gran parte irrilevanti), non c’è tensione o suspense.

Insomma, la suspense è l’intensa sensazione che si prova mentre si attende un risultato. La quantità di intensità in un momento di suspense spiega perché trascorriamo così tanto tempo immersi nella vita dei personaggi ritratti in una serie TV. Senza suspense, gli spettatori perderebbero rapidamente interesse in ogni spettacolo. L’esperienza della suspense è del tutto simile all’essere in uno stato di flusso (“essere nella zona”). Il flusso è uno stato di immersione totale in un compito che è impegnativo ma strettamente associato alle proprie abilità (ad esempio, leggere, guardare un film, sport, ecc.). Quindi creare la sospensione è uno dei modi più efficaci per mantenere l’attenzione ed eliminare la distrazione.

Riferimenti

Lehne M, Koelsch S. (2015), Verso un modello psicologico generale di tensione e suspense, Front Psychol. 6:79.

Loewenstein, G. (1994). La psicologia della curiosità: una revisione e una reinterpretazione. Psychological Bulletin 116 (1), 75-98.

Zillmann D (1980) Anatomia della suspense. In: Tannenbaum PH, editore. Le funzioni di intrattenimento della televisione. Hillsdale, NJ: Lawrence Erlbaum Associates. pp. 133-163.

  • Ritardare come una strategia di autoassistenza
  • My Gay Voice and Yours
  • Sei un genitore a campo libero? Tu dovresti essere
  • Scienza comportamentale sulla homepage
  • Intelligenza personale dentro e fuori
  • Come rendere divertente lo sport per i bambini
  • La neurobiologia del comportamento aggressivo e antisociale
  • La persecuzione di eccellenza
  • elasticità
  • Il pessimismo può esacerbare il rischio per la prima causa di morte
  • Affrontare gli argomenti difficili
  • Perché ho fatto una maratona
  • Ascoltando il calcio
  • Un'alternativa razionale alla politica antibullismo della scuola nazionale
  • La psicologia dell'orgoglio collettivo
  • Ansia delle scuole superiori e degli studenti universitari: perché l'epidemia?
  • Su Jay Cutler: perché gli infortuni calcistici sono come osservazioni pregiudizievoli
  • Elogio dei soggetti "morbidi"
  • Qualcosa di positivo per i bambini
  • Parenting: Raise Excellent - Not Perfect - Children
  • Animali, sfruttamento e arte: il lavoro di Colleen Plumb
  • Consigli di carriera per i genitori dei ragazzi: verso una moderata autostima
  • Parenting iperprotettivo non funziona
  • La psicologia del gioco d'azzardo
  • Violenza: controllare le pistole o controllare i media?
  • Penn State, NCAA e Moral Failure
  • Le migliori innovazioni che avremmo dovuto vedere nel 2014
  • Rampage alfabetizzazione: quindi, vuoi essere letterato?
  • Grandi leader: il segreto che Freud ha capito
  • Commozioni e sport
  • Per i bambini con dolore, la scuola può aiutare
  • Psicopatia e movimenti di massa
  • Sacrificare il sonno per il tempo di studio non rende il grado
  • Su una citazione di Albert Ellis
  • Come ti sentirai dopo il Ringraziamento e il Black Friday?
  • Una questione di coraggio