5 modi per essere più autentici sui social media

Unsplash, Creative commons zero
Fonte: Unsplash, Creative commons zero

In psicologia, il termine "gestione delle impressioni" è usato per descrivere come andiamo a selezionare il modo in cui ci presentiamo pubblicamente. La maggior parte di noi può riferirsi all'idea di avere due dischi concorrenti:

(A) per mostrare il nostro meglio

(B) per essere autentico e mantenerlo reale.

Ecco cinque suggerimenti su come è possibile sia creare un'impressione positiva sia essere autentici sui social media.

1. Foto autentiche.

Recentemente, un membro della famiglia inorridito mi ha inviato alcune foto che mostravano che la sua amica era ovviamente photoshopping suo neonato. Non photoshop foto del tuo bambino, o usa una foto del profilo di 10 anni fa.

Se sei in vacanza da sogno, di tanto in tanto pubblica foto degli aspetti meno sognanti di esso, ad esempio, rimanendo bloccato in una lunga fila o spazzatura in un famoso punto di riferimento. A nessuno piacciono le persone che sono costantemente lamentose e si lamentano sui social media, ma cercano di presentare gli aspetti positivi e negativi delle vostre esperienze in modo equilibrato, questo è un riflesso accurato della realtà.

2. Coltivare un atteggiamento di autentico piacere nel piacere degli altri.

La mia collega blogger Toni Bernhard mi ha fatto conoscere il concetto buddista di Mudita: provare gioia per le altre persone che sono felici. Mudita è un antidoto per l'invidia.

Poiché le tue azioni influenzano i tuoi pensieri e sentimenti, un modo per coltivare Mudita è di esprimerlo in modo comportamentale. Ad esempio, quando un amico di Facebook pubblica qualcosa di buono che sta accadendo per loro, invece di fare semplicemente clic sul pulsante Mi piace, scrivi un commento di 1-2 frasi che è un po 'più personale.

Non essere falso nel senso di scrivere qualcosa di carino quando stai ribollendo di invidia, ma fai crescere il tuo Mudita esprimendolo con un commento personalizzato piuttosto che con qualcosa di generico.

https://www.psychologytoday.com/blog/turning-straw-gold/201107/4-qualities-mind-alleviate-suffering

3. Sii chiaro su cosa stai usando i social media per.

Recentemente ho letto un commento di una società (di cui amo il prodotto) in cui hanno ammesso di consultare l'account Twitter di un candidato di lavoro prima di esaminare il CV della persona.

Per i social media pubblici, come Twitter, pensa a come puoi essere sia autentico che lasciare una buona impressione a coloro che danno una rapida occhiata ai tuoi tweet. Ad esempio, come puoi dimostrare di essere curioso e interessato alle avanguardie del tuo settore? Come puoi dimostrare di avere una buona attitudine? Come puoi dimostrare di essere di supporto agli altri?

Pensa a quali tratti sono probabilmente più importanti per le persone che assumono posti di lavoro nel tuo campo specifico. Questo potrebbe essere qualsiasi cosa, dal tuo esperto di tecnologia a un interesse per la giustizia sociale, a seconda del tuo campo. Dove queste qualifiche di alto valore corrispondono a punti di forza autentici, assicurati di metterli in mostra.

Ci sono costi psicologici per essere falsi, quindi non essere falso, ma fai sfoggio dei punti di forza importanti che hai.

4. Associare l'auto-promozione all'esprimere gratitudine agli altri.

Molte volte quando le persone condividono socialmente le cose positive che stanno accadendo per loro, è perché si sentono eccitati, piuttosto che perché stanno cercando di convincere il lettore di qualcosa. Un modo per far sembrare questi tipi di azioni più pro-sociali è aggiungere una nota su come ti senti grato anche agli altri. Ad esempio, "Ho appena superato l'esame sulla barra. Ti sento grato per tutto l'amore e il sostegno che ho ricevuto. È stato un lavoro di squadra ".

5. Mantenere un equilibrio tra condivisione personale e condivisione di cose che sono interessanti, utili o divertenti.

Le persone usano i social media, in particolare Facebook, perché è un modo semplice per tenere il passo con ciò che accade nella vita di amici e familiari. Un altro motivo per cui le persone usano i social media è perché è piacevole leggere contenuti che altre persone postano che siano interessanti, utili o divertenti.

Conosciamo tutti persone che diventano genitori e quindi condividono solo le foto dei loro figli per i prossimi cinque anni. Questo può essere un po 'insensibile data l'alta percentuale di persone che attraversano lotte e aborti di fertilità, ecc. Prova a mescolare la tua condivisione sociale in modo da far sapere alle persone cosa sta succedendo per te, così come collegare i tuoi amici e familiari con contenuti divertenti, utili e sorprendenti che illumineranno la loro giornata.

Cosa rende questo suggerimento più autentico? Tutti abbiamo più lati per noi. Mostrare una gamma di cose che ti interessano (piuttosto che solo le foto dei tuoi bambini / foto di viaggio / nuove foto di casa), ti mette in mostra più te stesso e permette alle persone di conoscere diversi aspetti di te.

Essere "perfettamente" pro-social sui social media è più facile a dirsi che a farsi.

Anche se io sono quello che dà il consiglio di cui sopra, ammetto che faccio fatica a seguire sempre questi suggerimenti. Non essere troppo duro con te stesso se a volte cadi in trappole di troppa auto-promozione, presentando una visione sbilanciata di un'esperienza, o esagerando con azioni su un particolare argomento. Avendo una certa consapevolezza di quando lo fai, queste cose ti mettono di gran lunga al di sopra delle persone che fanno i social media finti in modo cieco e non considerano o si preoccupano dell'impatto del loro comportamento sugli altri.

HT: L'argomento di questo articolo è stato ispirato da un recente post del Dr Guy Winch – The 7 Habits of True People Genuine.

Author
Fonte: autore

A proposito dello scrittore

Dr Alice Boyes è autrice di The Anxiety Toolkit (Perigee / Penguin Random House, 2015).

Iscriviti ai suoi articoli sul blog e ricevi gratuitamente il primo capitolo del libro.

Solutions Collecting From Web of "5 modi per essere più autentici sui social media"