5 Leggende urbane della ricerca di lavoro

Mi piacciono le leggende metropolitane e il folclore. Chi può resistere alla grande storia raccapricciante sulla babysitter e l'uomo al piano di sopra? O la voce che Walt Disney fosse congelato criogenicamente?

Per questo motivo, uno dei miei siti preferiti è Snopes ed è il primo posto dove vado quando uno dei miei amici pubblica una storia su "non crederai che sia vero" su Facebook. Snopes prende una storia che tutti abbiamo ascoltato (alligatori nel sistema fognario di New York, chiunque?) E ci racconta la vera storia. Ogni leggenda riceve una luce verde (vera), rossa (falsa), verde / rossa (parzialmente vera) o gialla (non può essere determinata) in base alla veridicità del racconto.

Non sorprendentemente, la ricerca di lavoro ha i suoi miti e leggende urbane e qui sono cinque dei più popolari. Come Snopes, darò loro una valutazione chiara.

1. Dovrei trasferirmi nella città che è stata classificata al primo posto per lavori.

Luce rossa / verde.

Tu e alcune migliaia di altri ci crederete. Questi articoli sulle "10 migliori città per posti di lavoro" sono divertenti da leggere. Ci danno speranza – se abbiamo esaurito le nostre opportunità nella nostra sede, forse avremmo miglior fortuna trasferendoci in una delle città che sta assumendo. La parola chiave è "forse". È una scommessa perché queste statistiche si basano su cifre o tendenze generali spesso influenzate da un particolare settore. È vero che quando si apre una grande azienda tecnologica, ci saranno molti lavori tecnologici. Ma le posizioni non tecnologiche in quella compagnia non saranno così abbondanti. E ci saranno alcuni posti di lavoro creati al di fuori dell'azienda (un afflusso di nuove persone potrebbe significare che la compagnia via cavo assume più installatori …) ma prima di riprendere e spostarsi, è necessario fare ulteriori ricerche. Perché quella città # 1? Quali industrie lo stanno guidando? Puoi lavorare in quei settori? Per esempio, nel mio campo dell'istruzione superiore, è molto più intelligente per me guardare dove sono le università, non in una città generica che ha molti posti di lavoro. Ho avuto un ottimo lavoro stabile per molti anni al Dickinson College, ma sospetto che la città di Carlisle, PA, non creerà mai una lista di posti migliori per posti di lavoro. Concentrati sul tuo campo di specializzazione e impara a individuare i posti di lavoro piuttosto che seguire la tendenza verso la città numero uno.

2. Il reclutamento del college è la migliore risorsa di lavoro per gli studenti universitari.

Luce rossa / verde.

Dipende. Il reclutamento del college è spesso considerato come una grande panacea per il dilemma della ricerca di lavoro degli studenti universitari; cosa potrebbe esserci di meglio di una massa di aziende che vengono in un unico posto al solo scopo di assumere studenti universitari? Stanno praticamente distribuendo il loro lavoro, giusto? Sbagliato. Il reclutamento del college è dominato da grandi aziende e settori specifici (principalmente affari, finanza e campi tecnici). Mentre le università fanno del loro meglio per portare in società di consulenza, agenzie governative e organizzazioni no-profit, queste organizzazioni raramente assumono a livello di imprese e imprese tecnologiche, e il reclutamento è generalmente dominato e progettato per ingenti assunzioni aziendali. Per gli studenti i cui titoli corrispondono a quelle aziende e vogliono lavorare nelle posizioni che stanno offrendo, il reclutamento è meraviglioso. Altri studenti, a causa dei loro interessi di carriera, stanno meglio usando il loro ufficio di servizi di carriera per sviluppare la loro ricerca di lavoro indipendente.

Detto questo, i programmi di reclutamento possono fornire un grande valore agli studenti universitari, anche se non hanno in programma di lavorare per nessuna delle aziende che reclutano nel campus. Il semplice atto di candidarsi e intervistare per il lavoro attraverso il reclutamento è una preziosa esperienza di apprendimento. Le fiere di carriera sono un ottimo modo per praticare il tuo "elevator pitch" anche se non vuoi lavorare presso le aziende che partecipano alla fiera. Basta non giudicare il "successo" di un programma di reclutamento basato sul numero di assunzioni.

3. Più curriculum e lettere di accompagnamento invii, maggiori sono le mie possibilità di ottenere un lavoro. È un gioco di numeri, giusto?

Luce rossa.

Mentre ti sentirai estremamente produttivo nell'invio di molti curriculum e lettere di presentazione, i risultati saranno probabilmente deludenti. Il targeting è il nome del gioco: devi indirizzare il tuo curriculum e la lettera di presentazione per adattarlo specificatamente alla posizione che stai cercando. È necessario utilizzare parole chiave per tale settore, indirizzare la lettera di accompagnamento a una persona reale (non "a chi può interessare") e dimostrare in altro modo che si è svolta la ricerca e si sta candidando per una posizione per la quale si è qualificati. Scattershot "Applico solo per ogni lavoro di livello base presso questa azienda" si avvicina di rado al lavoro.

4. Se creo un grande profilo LinkedIn, i datori di lavoro mi cercheranno.

Luce rossa / verde.

C'è un elemento di verità in questo: molte persone, in particolare quelle con competenze high tech o forti esperienze di vendita, sono state contattate per opportunità di lavoro tramite LinkedIn. Alcuni reclutatori utilizzano esclusivamente LinkedIn per trovare candidati per lavori, ma a meno che le tue particolari competenze e conoscenze siano scarse e in forte domanda, è probabile che dovrai fare molto di più che creare un profilo LinkedIn. Detto questo, creane uno comunque. Il tuo profilo LinkedIn è il modo migliore per creare una presenza online positiva e puoi indirizzarti ai datori di lavoro per ulteriori informazioni su di te.

5. Nessuno sta assumendo durante una recessione.

Luce rossa.

Questa è una leggenda metropolitana particolarmente distruttiva perché demoralizza e impedisce alle persone di provarci. La verità è che le aziende e le organizzazioni assumono sempre, anche durante le recessioni. Non possono assumere la tariffa che hanno fatto in tempi migliori, e potrebbero non avere la stessa varietà di posizioni, ma anche nel pieno di una recessione, i posti di lavoro sono disponibili. Avrai bisogno di analizzare ciò che è là fuori e quali competenze hai bisogno di sviluppare per richiedere e qualificarti per vari lavori, ma questo è vero anche nei bei tempi. Puoi anche utilizzare un periodo di recessione per continuare la tua formazione, sviluppare competenze che i datori di lavoro stanno cercando, rafforzare le tue capacità di networking, provare le carriere in un settore che non hai considerato, o anche sviluppare la tua attività.

Per quanto mi piaccia una buona leggenda metropolitana, non mi piacciono nella ricerca di lavoro. Sconvolgono le persone e fanno perdere tempo e forse addirittura perdono opportunità di lavoro. Quindi fai attenzione a non cadere preda di miti e malintesi. Fai la tua ricerca, impara il più possibile sul campo che ti interessa e sul modo in cui funziona l'assunzione in quel campo, e poi vai avanti.

© 2014 Katharine S. Brooks. Tutti i diritti riservati. Trovami su Facebook e Twitter.

Credito fotografico: Martin Sutherland, Flickr Creative Commons

Solutions Collecting From Web of "5 Leggende urbane della ricerca di lavoro"