5 cose che gli adulti devono sapere sul cyberbullismo

Secondo un recente studio del Cyberbullying Research Center, circa il 20% dei bambini di età compresa tra 11 e 18 anni afferma di essere stato vittima di aggressioni online. In un mondo di titoli catastrofisti e morsi sonori sensazionali, questi numeri in realtà non suonano così male, ma prenditi il ​​tempo di parlare con qualsiasi utente della tecnologia scolastica (leggi: quasi tutti i bambini o adolescenti che incontri per strada) e senza dubbio raccoglierete che il pericolo rappresentato dal cyberbullismo non è nell'ampiezza dei suoi autori e delle vittime, ma piuttosto nel profondo danno che l'aggressione online può causare. Che cosa rende il cyberbullismo così brutto?

Nessun riposo per il Bully-Weary

Prima dell'avvento delle reti di social media, dei telefoni cellulari e dei piani di testo illimitati, i giovani vittime di bullismo a scuola potevano contare sulle ore passate a casa come pausa dal ridicolo. Oggi i bambini sono collegati tra loro 24 ore su 24, 365 giorni l'anno. "Relentless" è la parola che uso quando parlo con professionisti e genitori sulla natura del cyberbullismo.

I cyberbulli non devono stabilire un contatto visivo

Diffondere notizie maliziose online su una persona è una cosa; dire cose cattive sul viso di una persona è un'altra. I giovani trovano molto più facile essere crudeli quando non devono guardare negli occhi l'oggetto della loro cattiveria. Uno dei pericoli più gravi del cyberbullismo è che può verificarsi in modo anonimo, poiché i perpetratori operano da dietro a tastiere e schermi, piuttosto che dal bulbo oculare al bulbo oculare. Ragazzi che i cyberbulli apprendono di poter cavarsela con aggressività senza doversene accontentare. Per troppi, l'anonimato è una carta Get-Out-of-Guilt-Free.

Il dolore è virale

Il bullismo fisico, verbale e persino relazionale si verifica quasi sempre come un incontro 1: 1 tra un bambino che fa il prepotente e il suo bersaglio. Anche quando sono presenti spettatori, il pubblico è limitato al numero di coetanei che possono sedersi al tavolo da pranzo, deridere dal proprio posto di autobus o origliare sulla linea telefonica. Nel cyberbullismo, tuttavia, il pubblico potenziale è quasi illimitato. Messaggi crudeli, foto imbarazzanti, video umilianti e messaggi cattivi possono essere condivisi all'infinito e rimanere online per sempre. Con il semplice tocco di un pulsante "Invia" o facendo clic su un "Aggiornamento di stato", si può fare un danno istantaneo e quasi inimmaginabile.

Non puoi riprenderlo

A causa della natura della tecnologia, ciò che accade su Internet rimane su Internet. Quando parlo con bambini in età scolare, paragono spesso il cyberbullismo alla spremitura del dentifricio dal suo tubo, spiegando che una volta che la pasta è fuori, è impossibile recuperarlo. Scuse verbali nonostante, una volta che un articolo è stato pubblicato online o inviato tramite testo, rimane disponibile per chiunque lo abbia ricevuto e possa essere inoltrato ancora e ancora.

La prossimità non è necessaria

Il bullismo fisico richiede che due persone si trovino a breve distanza. L'esclusione sociale è molto dolorosa in tempo reale. Il cyberbullismo, d'altra parte, prospera su after-hours e distance. Anche quando un giovane si trova tranquillamente a casa, con la cura e il sostegno della famiglia, può essere contemporaneamente attaccata online dai suoi pari. Non ci sono limiti di tempo o spazio con il cyberbullismo.

Signe Whitson, LSW è un consulente scolastico, autore e educatore nazionale sul bullismo. Per ulteriori informazioni sui pericoli rappresentati dal cyberbullismo e sulle idee su come gli adulti possono aiutare i bambini ad affrontarlo, visitare www.signewhitson.com

Solutions Collecting From Web of "5 cose che gli adulti devono sapere sul cyberbullismo"