3 schemi di pensiero negativo da evitare – cosa fare invece

urbazon/Shutterstock
Fonte: urbazon / Shutterstock

Il modo in cui pensi agli eventi e alle persone della tua vita può aiutarti a riformulare le cose in modi più positivi che ti aiutano a far fronte o a farti una tana del pensiero negativo e sentirti male con te stesso, le altre persone e le tue prospettive. Metodi malsani di pensare e reagire alle cose possono causare depressione e ansia, prolungare fattori di stress e creare stati mentali cronicamente stressati che possono influenzare la salute del cuore e l'immunità. Non puoi sempre controllare ciò che pensi, ma puoi imparare a identificare quando stai affondando in uno schema negativo, e quindi riavviare e reindirizzare il tuo pensiero lungo un percorso più costruttivo o promettente. Se continui a reindirizzare il tuo pensiero negativo per mesi e anni, potresti persino modificare i modelli di connessioni neurali nel tuo cervello in modo da reagire agli eventi della vita in modi più radicati, con meno panico e giudizio.

È difficile identificare i modelli di pensiero negativi, perché i nostri pensieri si sentono così immediati e veri. Abbiamo l'abitudine di accettarli acriticamente, senza fare domande. Inoltre, preoccuparti di qualcosa di brutto che può accadere può attirarti, facendoti sentire che stai facendo qualcosa riguardo al problema, anche quando stai peggiorando le cose per te stesso. Per alcuni di noi, il pensiero eccessivo può sembrare un proxy per il controllo. Tenendo in mente i pensieri dello stressor, potremmo sentirci in grado di controllare cosa accadrà. In effetti, molti degli stressanti della vita non sono controllabili, quindi concentrarsi troppo su di essi drena la nostra energia mentale ed emotiva e prolunga la risposta allo stress del corpo.

Di seguito sono riportati 3 schemi di pensiero negativo da evitare e cosa invece fare:

1. Ruminazione negativa

Anche se è naturale e può essere salutare riflettere su se stesso, la riflessione diventa problematica quando è negativa, eccessiva e ripetitiva. La ruminazione è una specie di pensiero negativo in cui rimaniamo mentalmente bloccati e continuiamo a girare le ruote senza fare progressi, come un'auto bloccata in un cumulo di neve. La ruminazione può renderti sempre più ansioso mentre continui a pensare a esiti sempre più negativi che potrebbero accadere. Se ti senti solo, puoi pensare di essere solo per sempre, non incontrare mai il partner giusto, non avere figli, perdere tutti i tuoi amici e finire da solo in un fosso. Ruminare può anche farti sentire depresso. Potresti concentrarti su quanto ti senti male, sul perché ti senti così male, su ciò che hai fatto di sbagliato in questa situazione, su come le cose potrebbero peggiorare e potresti ancora incasinare le cose. Prima che tu te ne accorga, inizi a sentirti un perdente e questo interferisce con la tua motivazione a prendere provvedimenti per risolvere il problema.

Cosa fare invece: prestare attenzione a quando il tuo pensiero inizia a diventare ripetitivo o negativo. Quando noti ruminazione, fai in modo di interrompere il ciclo. Alzati e fai qualcos'altro: vai a fare una passeggiata o raggiungi un amico (ma non continuare a ruminare a voce alta lamentandoti con loro). Non mangiare troppo o bere troppo alcol per evitare i pensieri negativi. Cerca di cambiare il tuo modo di pensare in un obiettivo di risoluzione dei problemi più deliberato e strategico.

2. Sovrappeso

Overthinking è quando si va su e giù per diverse scelte nella tua mente, cercando di immaginare ogni risultato possibile e tutto ciò che potrebbe accadere in futuro, per essere sicuro di fare la scelta perfetta. Il tuo obiettivo è di evitare errori e rischi. Il problema del sovradimensionamento è che si tratta di un tentativo di controllare ciò che non è controllabile. Non hai una palla magica che può predire il futuro. Con la maggior parte delle scelte, ci sono incognite. Ad esempio, quando scegli un partner nella vita, non sai quali situazioni affronterai e come reagirà il tuo partner ad ogni situazione. Il pensare troppo può togliere la tua gioia in situazioni come scegliere un college, cambiare lavoro, sposarsi, avere figli, comprare una casa e così via. Può renderti troppo avverso al rischio e spaventato all'azione. Può tenerti bloccato, incapace di lasciare una cattiva relazione o scegliere un percorso di carriera diverso.

Cosa fare invece: limita il tempo che passi a pensare a una decisione prima di agire. Datti una scadenza per decidere, anche se si sente a disagio. Consenti solo a te stesso di ricercare alcune opzioni alternative, non tutte. Non essere così duro con te stesso: sei solo umano, e non è la fine del mondo se commetti un errore. Puoi imparare da esso. Sovrappeso risulta dall'ansia, quindi pratica le tecniche di gestione dello stress come lo yoga, la corsa, la natura che cammina o la meditazione.

3. Ostilità cinica

L'ostilità cinica è un modo di pensare e di reagire che è caratterizzato dalla sfiducia arrabbiata delle altre persone. Vedi le altre persone come minacce. Possono imbrogliarti, approfittarti, deluderti, ingannarti o comunque farti del male. L'ostilità cinica implica interpretare il comportamento di altre persone nei modi peggiori. Potresti pensare che l'autista davanti a te sia deliberatamente lento a frustrarti o che un amico abbia un secondo fine. L'ostilità cinica può rovinare le tue relazioni e aumentare la pressione sanguigna. La ricerca mostra che è associato a malattie cardiache e telomeri più corti, i rivestimenti protettivi alle estremità dei cromosomi che si logorano con l'età. (I telomeri più corti sono un segno dell'invecchiamento cellulare).

Cosa fare invece: cerca di prendere una certa distanza dai tuoi pensieri di giudizio. Nota quando inizi a pensare con diffidenza e pensa deliberatamente a modi alternativi di vedere la situazione. Quali sono alcuni motivi più benevoli o meno tossici per il comportamento delle persone? Impara a prenotare il giudizio e cerca le prove prima di etichettare le persone. Nota come il tuo comportamento potrebbe spingere via le persone o spingerle a reagire negativamente a te.

Dai un'occhiata al mio nuovo libro, The Stress-Proof Brain, per strumenti e pratiche di mindfulness semplici e pratici

Per visitare il mio nuovo sito Web, clicca qui.

Per iscriverti alla mia newsletter con consigli settimanali di consapevolezza e relazioni, clicca qui.

Melanie Greenberg, Ph.D., è psicologa clinica, life coach, autrice e oratore nazionale. Si esercita a Mill Valley, in California, e online. La sua esperienza consiste nell'aiutare i clienti a gestire la vita e le relazioni usando la consapevolezza, l'auto-cura e gli strumenti di de-stress supportati dalla ricerca.

Solutions Collecting From Web of "3 schemi di pensiero negativo da evitare – cosa fare invece"