3 fatti che tutti i genitori dovrebbero conoscere sui farmaci stimolanti per l'ADHD

I bambini che meditano per una serie di disturbi mentali sono diventati molto popolari in alcune parti degli Stati Uniti. Più di 8 milioni di bambini dai 6 mesi ai 17 anni sono drogati in questo meraviglioso paese. Guidiamo il mondo a drogare i giovani per problemi comportamentali, cognitivi e di attenzione. Siamo ancora una volta # 1. Ma dal mio piccolo ufficio non finanziato dall'industria farmaceutica, non sono così sicuro che dovremmo colpire le strade ancora cantando "USA-USA-USA!"

In questo blog mi piacerebbe condividere con i genitori e gli adulti che lavorano con i bambini alcuni fatti non così prontamente disponibili relativi ai bambini che meditano per problemi comportamentali. Spero che questi fatti possano incoraggiare gli adulti ad essere un po 'più cautamente curiosi quando si tratta di drogare i bambini. Spero che anche per gli adulti con bambini che sono stati trattati con farmaci ADHD per un lungo periodo di tempo, diventa evidente che non c'è tempo migliore del presente per fermare questa pratica.

Fatto n. 1: troppi sconosciuti quando si tratta di uso a lungo termine

Se stavi fabbricando un farmaco da portare ai bambini ogni giorno per diversi anni o più, i tuoi documenti di ricerca hanno una lista infinita di effetti collaterali gravi e potenzialmente letali che vanno dalla dipendenza alla depressione fino alla morte, per quanto tempo vorresti tenere traccia dei bambini? prendendo il farmaco per assicurarsi che fosse sicuro ed efficace per loro di prendere per lunghi periodi di tempo? La maggior parte degli esperti razionali veramente preoccupati per la salute e la sicurezza dei bambini vorrebbe probabilmente prendere in considerazione l'esecuzione di diversi studi che si estendono per almeno un anno o due. Esiste tuttavia la possibilità che coloro che vendono tali farmaci per bambini non siano né razionali né preoccupati.

Potrebbe non essere a conoscenza di quanto poco ci vuole per un farmaco da approvare per l'acquisto negli Stati Uniti. Sorprendentemente, per un processo a livello federale, alla fine della giornata non è necessario molto. Per quelli nell'industria farmaceutica da miliardi di dollari che fabbricano farmaci per quei dannati bambini che si intromettono, il processo di approvazione della FDA apparentemente è ancora meno rigoroso. Prendiamo ad esempio l'ultimo farmaco stimolante ADHD di Shire Pharmaceuticals chiamato Vyvanse.

Vedete, Vyvanse è stato approvato per essere somministrato a milioni di bambini per anni e anni sulla base di due studi che hanno seguito 342 bambini dai sei ai dodici anni per tre o quattro settimane. Questi bambini sono stati selezionati perché hanno soddisfatto i criteri per la diagnosi di ADHD; che non è così difficile da realizzare. Se non mi credi, per favore prendi il "test". L'approvazione della FDA si basava sulla revisione di questi due studi che tentavano solo di dimostrare che i bambini si comportavano "meglio" delle loro controparti del gruppo di controllo.

Non si fa menzione di test medici effettuati durante lo studio per monitorare gli effetti del farmaco sui sistemi nervosi dei bambini, sulle funzioni cerebrali o sugli organi interni. Non c'era anche alcuna preoccupazione di vedere come le droghe colpiscono neonati, bambini piccoli o bambini in età prescolare. Novartis, i produttori di Focalin (noto anche come il nuovo e migliorato Ritalin), ha presentato due studi alla FDA. Gli studi per ottenere Focalin approvati dalla FDA hanno seguito solo 207 bambini di età compresa tra sei e dodici anni per 4-6 settimane.

Pensi che il processo di approvazione della FDA richieda abbastanza ricerche per assicurare la sicurezza dei nostri figli quando si tratta di farmaci? Come hanno documentato i miei colleghi Robert Whitaker, Marilyn Wedge, Peter Breggin e molti altri che lavorano per liberare i bambini dalle droghe farmaceutiche, le aziende farmaceutiche sanno molto di più su questi farmaci di quanto non vogliano condividere o che la FDA tenga in considerazione. Se vuoi vedere un esempio, guarda questo video.

Fatto n. 2: gli stimolanti per l'ADHD sono avvincenti

Utilizzando qualsiasi motore di ricerca, se digiti le parole "guida ai farmaci" e il nome di qualsiasi stimolante ADHD commercializzato negli Stati Uniti, quello che troverai è una completa rivelazione di tutti gli effetti collaterali dei farmaci. Ma noterete anche come le case farmaceutiche avvertono per la prima volta che i farmaci possono causare insufficienza cardiaca, e quindi ammettono che i farmaci possono portare alla dipendenza, il che è un modo carino per dire che creano dipendenza. Questo è il motivo per cui sono classificati come Sostanza Controllata Schedule II simile a metanfetamina e oppio.

Se non creassero dipendenza, perché i produttori e i medici consigliano di cercare aiuto medico prima di interrompere l'uso del farmaco? Il motivo per cui raccomandano tali procedure è quello di coprire i loro mozziconi e di aiutare i bambini a svezzarsi lentamente dai farmaci che causano dipendenza per evitare di ritirare i sintomi. Simile a un eroinomane che prende a calci il farmaco, essi medicano il paziente con Metadone e abbassano lentamente il livello di dosaggio per evitare di ritirare i sintomi. Questo suona come qualcosa che un bambino in età prescolare o scuola elementare dovrebbe fare? Se dovessimo davvero prescrivere farmaci, questo potrebbe portare alla dipendenza, perché i bambini inciampano nel naturale processo di sviluppo del bambino e cercano di capire come agire nei contesti sociali?

Inoltre, se i farmaci stimolanti dell'ADHD non creassero dipendenza, perché i medici devono continuamente aumentare il dosaggio del farmaco per i loro pazienti giovani mentre il loro uso quotidiano continua? Perché simile a qualsiasi persona che usa una droga che dà assuefazione, il loro sistema inizia a costruire una tolleranza per il farmaco e di conseguenza "ha bisogno di più" del farmaco. Se gli stimolanti dell'ADHD non creano dipendenza, perché gli studenti li schiacciano e li sbuffano per un "high" più grande?

Gli studi dimostrano che i farmaci stimolanti per ADHD hanno praticamente lo stesso effetto sul cervello di un bambino come cocaina. Gli stimolanti, simili alla cocaina, assumono i neurochimici nella nostra corteccia prefrontale che guidano il modo in cui pensiamo e ci comportiamo. Questo colpo di stato cognitivo è ottenuto dagli stimolanti che riducono il flusso sanguigno e i nutrienti inviati al cervello del 23-30%. Immagina il tuo bacino idrico locale che cerca di fornire acqua alla tua comunità quando sono solo 2/3 pieni. L'impatto degli stimolanti induce il cervello a microemorragia (sanguinamento) (Ellinwood & Tong, 1996), e la ricerca mostra che tali effetti possono causare più del 50% degli utenti a sviluppare disturbi ossessivi compulsivi indotti da farmaci. In altre parole, ciò che alcuni vogliono venderti è un segno dei farmaci che aiutano un bambino a essere meno spontaneo, meno iperattivo e più probabile a concentrarsi solo su una cosa, in realtà è il riflesso della mente che viene medicata al malfunzionamento quotidiano per il il resto della loro infanzia

I più dispiaciuti, le famiglie stanno perdendo i bambini a tale dipendenza.

Fatto n. 3: Non vi è alcun beneficio per l'uso a lungo termine dei farmaci ADHD

Immagino che ci sia uno studio che ci fornisce alcune informazioni sull'uso a lungo termine di tali farmaci. Lo studio più completo fatto sull'uso a lungo termine dei farmaci ADHD è stato pubblicato nel 2009. Lo studio è stato finanziato dal National Institute of Mental Health ed è spesso definito come lo studio di trattamento multimodale su ADHD o Studio MTA 2009. Il MTA del 2009 era destinato a dare seguito allo studio del MTA del 1999, secondo il quale i farmaci per l'ADHD erano più efficaci della terapia comportamentale nei primi 14 mesi di utilizzo. Ma indovina quali notizie ha condiviso la pubblicazione dello studio MTA 2009?

Dopo aver seguito i bambini da sei a otto anni, i 18 autori della ricerca (di cui a quanto pare solo due non venivano pagati dalla parte delle compagnie farmaceutiche) hanno dichiarato che lo studio "non riesce a trovare risultati migliori associati al trattamento farmacologico continuo" "Continuarono a dire che i bambini ancora in trattamento con i loro genitori da sei a otto anni dopo" non andavano meglio delle loro controparti non medicalizzate, nonostante un aumento del 41% della dose giornaliera media totale, non riuscendo a sostenere il trattamento farmacologico continuato come salutare "Fondamentalmente hanno scoperto che dopo quattordici mesi la" efficacia "delle droghe da dipendenza ha cominciato a dissiparsi e dopo tre anni il vantaggio della terapia farmacologica era scomparso completamente.

Gli individui e i gruppi che promuovono tale uso di droghe non hanno alcuna ricerca a sostegno del valore di tenere i bambini su queste droghe per lunghi periodi di tempo. Tutto ciò che hanno veramente sono alcuni studi metodologicamente errati che sostengono che i farmaci trattano efficacemente i comportamenti associati all'ADHD per pochi mesi. Per quanto riguarda il fatto che assumere un farmaco che fondamentalmente infastidisce il cervello in un malfunzionamento e stimoli eccessivamente il cervello di un bambino in modo che non sia in grado di produrre pensieri eccessivi che portano ad esuberanza e distrazione è benefico per il bambino, lascerò quel dibattito per un altro giorno.

So che alcuni medici e medici potrebbero volerti dire in modo diverso, ma a chi crederai? Hai intenzione di prendere la parola di chi vuole medicare il tuo bambino, così devi tornare ogni mese per controllare il cuore, il peso, la crescita e il livello di dosaggio del tuo bambino, e pagare per continue visite e test in ufficio per anni, o crederai che il più grande studio longitudinale mai completato sull'inefficacia dei farmaci ADHD e realizzato da medici che lavorano per l'industria farmaceutica? Per lo meno chiedi al tuo dottore se hanno persino letto lo studio del MTA del 2009 e se non lo condividono con loro a fini di discussione. Personalmente, sono ancora scioccato dal fatto che così tanti che prescrivono le droghe non hanno nemmeno sentito parlare dello studio o dei risultati.

Sommario

Il motivo per cui ho scritto il mio ultimo libro su Debunking ADHD, mi è sembrato davvero surreale sul modo in cui così tanti oggi fanno affidamento su un farmaco per fare ciò che gli sforzi genitoriali tradizionali e l'insegnamento ispiratore hanno raggiunto con successo per secoli? Mi rendo conto che tali farmaci in teoria forniscono una soluzione rapida per alcune circostanze molto sfidate, ma solo questi tre fattori da soli forniscono diversi motivi per cui dovremmo chiederci se vale la pena rischiare. Inoltre, chi vuole davvero mettere i bambini in droghe che alterano la mente, quando decenni di ricerca sullo sviluppo del bambino e di genitorialità e insegnamento efficaci offrono così tante altre opzioni praticabili?

Se sei un genitore, un nonno o un educatore, sai fin troppo bene che allevare i bambini è una delle richieste più difficili che vivremo nella vita. Hai la conoscenza di prima mano che i bambini possono essere piuttosto fastidiosi e provare a volte. Nonostante non abbia ancora ricevuto il dottorato. in psicologia, sono maestri nel manipolare il cervello e il sistema nervoso degli adulti. Non importa quanto duramente proviamo o profondamente ci preoccupiamo, spesso è quasi impossibile aiutarli a capire che il loro comportamento deve cambiare, crescere o maturare. A volte sembra ugualmente frustrante convincerli che preoccuparsi delle piccole cose, che possono spesso portare all'ansia o alla depressione, è qualcosa che deve essere meglio gestito per godersi veramente la vita e raggiungere il successo. Come psicologo, genitore, educatore ed ex bambino problematico, capisco fin troppo bene tali frustrazioni e posso anche capire il fascino della possibilità che una pillola possa aggiustare tutto all'istante.

Ma pensi davvero che ci sia una pillola capace di trasmettere magicamente questi bambini? Ti sei mai chiesto se tali pillole sono davvero un'opzione salutare o sicura per i bambini con problemi comportamentali o di attenzione? Hai mai pensato ai rischi di avere bambini nel pieno delle loro fasi di sviluppo prendere questi farmaci per lunghi periodi di tempo? Sfortunatamente i depliant che vendono tali farmaci stampati dalle compagnie farmaceutiche e troppo spesso trovati negli uffici dei pediatri e dei medici che prescrivono i farmaci, non condividono l'intera verità relativa a tali preoccupazioni con il consumatore medio. Sfortunatamente, non condividono con noi il fatto che la genitorialità non è facile o che i comportamenti che vogliono chiamare sintomi di disturbo mentale sono tipicamente classificati come comportamenti comuni associati alle normali sfide dello sviluppo infantile.

Questi tre fatti che ho condiviso oggi sono legati ai farmaci per l'ADHD, ma la trama non è così diversa quando si tratta di farmaci per l'ansia e la depressione. Ci sono molti altri fatti che ogni adulto o genitore che lavora con bambini stimolanti dovrebbe essere consapevole di ciò che chiamano "terapia farmacologica". E spero che questo blog ti abbia incoraggiato a cercare maggiori informazioni. I nostri figli non meritano niente di meno.

Copyright © 2015 di Michael W. Corrigan, Ed.D.

Il libro più recente del professor Corrigan, Debunking ADHD: 10 motivi per smettere di drogare i bambini per comportarsi come i bambini (link is external), approfondisce lo sviluppo del bambino e le idee per i figli genitori con sfide comportamentali o di sviluppo. Unisciti a lui su Facebook, Twitter o YouTube per saperne di più! Corrigan e i suoi colleghi stanno anche organizzando una serie di seminari di un giorno per genitori, educatori e professionisti. Gli eventi educativi e stimolanti sono in programma nelle principali aree metropolitane. Prenditi un momento per saperne di più sul Progetto #ForTheKids su Facebook e fai piani per partecipare.

Michael W. Corrigan
Fonte: Michael W. Corrigan

Solutions Collecting From Web of "3 fatti che tutti i genitori dovrebbero conoscere sui farmaci stimolanti per l'ADHD"