3 cose che un genitore non dovrebbe mai dire a un bambino

tmcphotos / Shutterstock

Siamo stati tutti lì: un bambino sta piagnucolando incessantemente, o un adolescente non smetterà di litigare quando glielo abbiamo già detto, "No." In più, forse abbiamo una scadenza ristretta per il lavoro, sconvolto da una spiacevole interazione con un parente, o esausti dopo una lunga giornata. Anche se può essere incredibilmente difficile scegliere con cura le parole in questi momenti di calore, le nostre parole hanno un impatto significativo sui nostri figli, specialmente quando vengono ripetute regolarmente. Se quelle parole sono spesso dure o incolpate, le probabilità sono che la nostra relazione con i nostri figli ne risenta.

Ecco 3 cose che non dovremmo mai dire ai bambini:

1. "Mi stai facendo impazzire!

Questa frase, e altre simili, usa il senso di colpa per motivare un bambino a cambiare comportamento. Sì, potremmo sentirci come se i nostri figli ci stessero facendo impazzire – in quel momento – ma non dobbiamo dirlo ad alta voce a loro. In effetti, esprimere i nostri sentimenti in questo modo inedito rischia di peggiorare la situazione e, nel tempo, influire negativamente sul nostro rapporto con i nostri figli. Peggio ancora, obbliga i bambini a sentirsi responsabili di provocare i sentimenti altrui, una ricetta per una bassa autostima e ansia.

2. "Cosa c'è di sbagliato in te?"

Questa frase, e altre simili, usa la vergogna per motivare un bambino a cambiare comportamento. Come per la frase che induce la colpa sopra, questa frase che induce vergogna inquadra la situazione come colpa di tuo figlio, piuttosto che riconoscere che tutte le situazioni sono un prodotto complesso di molti input diversi, incluse le nostre percezioni, stati d'animo, esperienze precedenti e aspettative .

Ad esempio, se entri in camera da letto e scopri che il tuo bambino di cinque anni ha appena tagliato la tua camicia preferita in pezzi, potresti essere tentato di esclamare: Cosa c'è di sbagliato in te? Invece, ricorda che, qualunque sia la situazione, le azioni di tuo figlio sono quasi sempre un tentativo di soddisfare un bisogno percepito, come attirare la tua attenzione; o informazioni ( Cosa succede se faccio X? ); o impegno creativo ( ho davvero bisogno di un tessuto per il mio collage ).

Inoltre, questa frase che induce vergogna dice ai bambini che sono imperfetti e focalizza la loro attenzione su ciò che è sbagliato in loro come persona, piuttosto che su ciò che possono fare diversamente in futuro per contribuire a creare un risultato più positivo. Ancora una volta, questa è una ricetta per il benessere compromesso.

3. "Faresti meglio ____ o altro!"

Questa frase, e altre simili, usa la paura per motivare il cambiamento. Fa affidamento sull'aggressività e l'intimidazione. Tieni presente: un giorno i tuoi figli saranno molto più grandi e più indipendenti, quindi se questa è la tua strategia go-to cesserà di essere efficace un giorno. Ma la cosa più problematica di questa strategia è che insegna ai bambini, attraverso la modellazione del comportamento, a ottenere ciò che vogliono attraverso aggressività e intimidazione. Inoltre, nel corso del tempo questa frase rischia di erodere la fiducia e il rispetto nella relazione con i tuoi figli.

Ciò che ognuna di queste tre frasi problematiche ha in comune è questa: focalizzano l'attenzione sul bambino nel suo complesso, invece che sul suo comportamento .

In quasi tutte le situazioni, il problema in questione è quello che il bambino ha detto e / o fatto: questo è ciò che deve essere affrontato. Usando vergogna, senso di colpa o paura alla fine si ritorcerà contro perché queste strategie non si concentrano sul problema reale (comportamento) e implicano invece che il bambino è il problema.

Possiamo insegnare ai bambini che il comportamento è una scelta e sottolineare che possono imparare a fare scelte migliori. Fare una scelta sbagliata non significa che siano cattivi; solo che hanno fatto un errore e hanno bisogno di più pratica e coaching per fare meglio la prossima volta.

Quindi, cosa possiamo dire in quei momenti di calore per aiutare i bambini a imparare a scegliere il loro comportamento? In breve, concentrati sul loro comportamento in modo esplicito. Qui ci sono 3 frasi da provare invece:

  1. "Non mi piace questo comportamento."
  2. "Non mi piace quando tu ____."
  3. "Quando ____, mi sento _____."

Dopodiché, assicurati di dire loro perché un comportamento non è a posto e di discutere su cosa potrebbero fare diversamente la prossima volta.

© 2015, Erica Reischer, Ph.D.

Ottieni ulteriori approfondimenti e suggerimenti per i genitori dal Dr. Erica.

Immagine / Getty / usato con permesso

Solutions Collecting From Web of "3 cose che un genitore non dovrebbe mai dire a un bambino"