21 reazioni comuni al trauma

geralt/Pixabay
Fonte: geralt / Pixabay

Ad un certo punto della nostra vita, molti di noi vivranno un evento terrificante. Potrebbe essere un incidente stradale, un disastro naturale, un'emergenza medica, un incendio o forse un trauma inflitto da un'altra persona sotto forma di aggressione, abuso, combattimento o derubato. Il trauma può anche venire dal vedere un'altra persona essere seriamente ferita o uccisa, o imparare qualcosa di terribile che è accaduto a una persona che amiamo.

Qualunque sia la fonte, il trauma lascia la sua impronta nel cervello. Ad esempio, studi di ricerca mostrano costantemente che il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) è collegato a una maggiore attività nelle aree del cervello che elaborano la paura e meno l'attivazione in parti della corteccia prefrontale.

Due eventi traumatici della mia vita spiccano in questo contesto. Il primo è avvenuto nel bel mezzo della mia formazione universitaria, il secondo dopo essermi specializzato nello studio e nel trattamento del disturbo da stress post-traumatico (PTSD). La mia esperienza dopo il secondo evento è stata molto diversa poiché avevo imparato molto su cosa aspettarmi dopo un trauma, anche se una persona non sviluppava il PTSD. Mentre la reazione di tutti al trauma è unica, ci sono reazioni comuni e sapere cosa sono può essere utile per il recupero.

Parte di ciò che è utile sapere le reazioni comuni è che dopo un trauma si può avere 99 problemi: ho paura, non riesco a dormire, sono nervoso, sono arrabbiato, ecc. E riconosco che tutti questi problemi siano legati al trauma possono farli sentire più gestibili: forse quello che sto vivendo è un problema con molte facce. Può anche essere utile rendersi conto che mentre il processo di recupero si svolge, è probabile che queste esperienze migliorino, il che può infondere speranza.

In effetti, una discussione su queste reazioni fa parte della terapia con esposizione prolungata, il trattamento meglio testato per PTSD. Come terapeuti segnaliamo durante questa discussione che queste reazioni sono molto comuni tra i sopravvissuti al trauma, indipendentemente dal fatto che una persona sviluppi o meno il DPTS.

Quindi quali sono alcune delle reazioni comuni a un evento traumatico?

Rivivere nuovamente il trauma

1. Riproduzione della memoria. Molte persone trovano che la mente ritorni continuamente alla memoria sconvolgente, quasi come in un ciclo. Potrebbe sembrare che il cervello stia cercando di dare un senso all'esperienza, o capire se avremmo dovuto rispondere in modo diverso. Qualunque sia la causa, può essere estremamente doloroso rivivere un'esperienza da incubo ripetutamente, anche mentre facciamo del nostro meglio per togliere la memoria dalle nostre teste.

Unsplash/Pixabay
Fonte: Unsplash / Pixabay

2. Incubi. Mentre l'esperienza attuale probabilmente si sentiva come un incubo, è normale che i veri incubi tormentino i nostri sogni all'indomani di un trauma. Il sistema nervoso ha subito uno shock maggiore e persino nelle ore di sonno il cervello continua a elaborare l'evento. Il più delle volte gli incubi non sono dell'esperienza del trauma esatto, ma hanno temi in comune con esso – per esempio: pericolo, terrore o inseguimento. Non sorprendentemente, questi incubi possono contribuire al sonno povero che è comune dopo un trauma.

3. Flashback. Un flashback si verifica quando la memoria del trauma viene accodata e si fa sentire come se il trauma stesse accadendo di nuovo. Ho vissuto un flashback mesi dopo il mio primo trauma – una violenta aggressione – quando un amico mi ha visto camminare per la strada e ha cambiato direzione per avvicinarsi a me. Non c'era nulla di minaccioso nei confronti del mio amico o del suo movimento, ma è scattato un allarme perché il mio cervello l'ha interpretato come corrispondente al movimento del mio assalitore. I flashback sono sconvolgenti perché riportano una potente ondata di emozioni e ricordi vivaci del trauma.

Reazioni emotive

4. Paura e ansia. Forse la reazione emotiva più comune a un trauma è sentirsi timorosi e ansiosi. Ha perfettamente senso che saremmo spaventati dopo che è accaduto qualcosa di spaventoso. In effetti, come molte di queste reazioni, è un segno che il nostro sistema nervoso funziona come dovrebbe. Tuttavia, la paura che segue un trauma può essere peggiore o peggiore delle emozioni che abbiamo provato al momento del trauma, e quasi certamente dura più a lungo. Potresti sentire come se la paura si placasse quando qualcosa attiva un promemoria del trauma e l'intensa paura ritorna. Per fortuna come il resto di queste reazioni, la maggior parte delle persone si accorge che diminuiscono nel tempo.

5. Rabbia. Oltre alla paura e all'ansia, la rabbia è una reazione molto comune ai traumi. Potremmo provare rabbia per la persona o la situazione responsabile del nostro trauma. Potremmo essere arrabbiati con noi stessi se incolpiamo noi stessi per quello che è successo. Potremmo essere più irritabili del solito, e avere difficoltà a capire perché stiamo scortando i nostri partner o meno pazienti con i nostri figli. Come tutte queste reazioni, è perfettamente normale provare rabbia dopo un trauma.

saschamilk/Pixabay
Fonte: saschamilk / Pixabay

6. Tristezza. Spesso ci sentiamo tristi e piangiamo dopo un evento altamente traumatico. Il pianto può essere un modo per il sistema nervoso di scendere dalla risposta di combattimento o fuga, poiché il pianto è associato al sistema nervoso parasimpatico che calma la mente e il corpo. La tristezza può anche venire dal sentirsi sopraffatti da un mondo che si sente terribilmente minaccioso. E naturalmente tristezza e dolore sono comuni quando il trauma comporta la perdita di qualcuno vicino a noi. È normale che questi sentimenti di tristezza aumentino e diminuiscano.

7. Senso di colpa. Se il trauma ha coinvolto qualcuno vicino a noi ferito o ucciso, possiamo incolpare noi stessi e sentirci in colpa per non averlo in qualche modo impedito. I veterani di combattimento potrebbero sentirsi in colpa per le azioni intraprese nel corso dei loro compiti che hanno provocato la morte di combattenti nemici. Oppure potremmo sentirci responsabili per essere attaccati o feriti, come se in qualche modo lo avessimo causato.

8. Sensazione Numb. A volte invece di provare emozioni forti, ci sentiamo chiusi emotivamente, come se fossimo fatti di legno. Potremmo non avere le emozioni positive che sappiamo che "dovremmo" quando accadono cose buone nella nostra vita. Parte della risposta paralizzante può venire dagli sforzi di autoprotezione del corpo e della mente di fronte alle emozioni travolgenti.

Evitare cose legate al trauma

9. Cercando di non pensare all'evento. Per definizione, un evento traumatico non è un ricordo piacevole, quindi ha senso che vorremmo evitare di pensarci. Come accennato in precedenza, la mente tende a ripetere la memoria traumatica, quindi può essere difficile tenerlo lontano dalle nostre menti a lungo. Con il tempo la maggior parte delle persone trova che diventa meno doloroso ricordare il trauma.

10. Evitare cose legate all'evento. A volte evitiamo persone, luoghi o cose legate al nostro trauma perché attivano la memoria dolorosa. Ad esempio, potremmo evitare spettacoli televisivi che ci ricordano l'evento. Altre volte potremmo evitare le cose perché si sentono pericolose, come una sezione della città in cui siamo stati aggrediti. È comune voler evitare di essere tra la folla dopo un trauma, anche se l'evento traumatico non è stato causato direttamente da un'altra persona (come un terremoto).

Cambiamenti in come vedi il mondo e te stesso

11. Difficoltà a fidarsi delle persone. Quando siamo stati attaccati da un'altra persona, può essere difficile sapere chi possiamo fidarci, specialmente se siamo stati colti alla sprovvista. Potremmo iniziare a sospettare di tutti, sentendoci "se quella persona potesse ferirmi, perché non questa persona?" Non di rado, possiamo allontanarci dagli altri per proteggerci.

12. Credere nel mondo è estremamente pericoloso. Immediatamente dopo un trauma, la mente probabilmente vedrà il mondo come molto pericoloso. Considerando che potremmo aver sottovalutato il pericolo nel mondo prima del trauma, potremmo sovrastimare il pericolo all'indomani di un trauma. Dopo tutto, la nostra esperienza più recente del mondo è un posto molto minaccioso. Nel corso del tempo le nostre convinzioni tendono a spostarsi verso il centro, riconoscendo che il mondo può essere piuttosto pericoloso, a volte, e che in altri momenti è relativamente sicuro.

13. Incolpandosi per il trauma. Come accennato in precedenza, è normale sentirsi in colpa dopo che ti è successo qualcosa di terribile, come se tu avessi la colpa dell'accaduto. La mente potrebbe cercare modi in cui avresti potuto evitare il trauma:

  • "Se solo avessi lasciato il lavoro qualche minuto prima."
  • "Non avrei dovuto essere fuori a quell'ora."
  • "Avrei dovuto vedere che stava venendo per me."
  • "Perché non stavo più attento?"

È facile usare il vantaggio del senno di poi per vedere gli "errori" che abbiamo commesso. In realtà quasi certamente esageriamo la nostra responsabilità per l'evento traumatico e, di conseguenza, sentiamo inutili sensi di colpa. Tuttavia, è una risposta comune dopo un trauma.

14. Pensando che dovresti aver gestito il trauma in modo diverso. Così tanti sopravvissuti al trauma che ho trattato hanno parlato di come "dovrebbero avere" avuto una risposta diversa al trauma, che è stato qualcosa che ho pensato anche per entrambi i miei incidenti. È un altro esempio di "quarterbacking del lunedì mattina", la seconda a indovinare decisioni di secondo grado fatte sotto un alto grado di stress. Forse possiamo pensare ad una reazione migliore quando abbiamo ore o giorni per rimediarci, ma la vita è vissuta in tempo reale.

15. Vedere te stesso come debole o inadeguato. Non è raro dopo un trauma iniziare a vedere noi stessi come "meno di" in qualche modo. Forse diciamo a noi stessi che siamo deboli per "lasciarlo accadere". Ricordo di aver pensato dopo essere stato derubato che se fossi stata una presenza più intimidatoria che mia moglie e io non saremmo stati presi di mira, che ignorava, ovviamente, il fatto che aveva una pistola. Come per molte credenze relative al trauma, spesso siamo più critici nei confronti di noi stessi di quanto dobbiamo essere.

16. Criticando te stesso per le reazioni al trauma. Oltre a picchiarci per aver vissuto il trauma, potremmo anche essere arrabbiati con noi stessi per essere arrabbiati. Come una persona mi ha detto: "Come mai tutti gli altri hanno finito e non posso?" C'è un'ironia in quanto è comune credere dopo un trauma che "nessun altro avrebbe lo stesso tipo di battaglie che sono avendo "dato quante persone si sentono in questo modo.

geralt/Pixabay
Fonte: geralt / Pixabay

Sistema nervoso iperattivo

17. Sentendosi costantemente in guardia. Quando il sistema nervoso ha avuto uno shock terrificante, non si stabilisce immediatamente. Sta per essere alzato per un po ', allerta per la possibilità di ulteriori pericoli. Potresti continuare a guardare da dietro le spalle, o essere costantemente alla ricerca di minacce per l'ambiente circostante. Sei stato ferito prima, e non vuoi essere preso alla sprovvista. Significa davvero che il tuo cervello sta facendo il suo lavoro per proteggerti, anche se questa conoscenza non rende più comodo sentirsi sempre più nervoso.

18. Vedere il pericolo ovunque. Quando il tuo sistema nervoso è altamente sintonizzato per il pericolo, sarà impostato per rilevare ogni possibile minaccia, il che probabilmente significa che avrai molti falsi allarmi. Potresti vedere il tuo assalitore camminare verso di te e rendersi conto che il tuo cuore batte forte dal tuo petto che è davvero solo il tuo vicino amichevole. Potresti essere sorpreso da un movimento con la coda dell'occhio, e quindi rendersi conto che è il tuo riflesso. Ricordo di aver letteralmente saltato il movimento della mia ombra nei lampioni una notte, pensando che fosse qualcuno che camminava dietro di me.

19. Essere facilmente spaventato. Un sistema nervoso temporaneamente bloccato nell'impostazione "alta" sarà facilmente spaventato da cose come una porta che sbatte. Potresti trovarti più saltato del solito o impiegare più tempo a tornare alla tua linea di base. È comune provare rabbia per la causa dello starter.

20. Difficoltà a dormire. Il sonno è uno stato vulnerabile, e quando il cervello e il corpo sono su di giri, è probabile che avremo difficoltà a dormire. È come se la mente stesse dicendo: "Pericolo! Non è il momento di dormire! "Gli incubi che sono comuni possono anche interferire con il sonno e possono renderci riluttanti ad andare a letto.

21. Perdita di interesse nel sesso Come nel sonno, il cervello può essere incline a evitare l'attività sessuale a seguito di un trauma. È facile capire se il trauma è stato un attacco sessuale, quando l'attività sessuale può innescare ricordi dolorosi dell'attacco. Anche se il trauma non fosse di natura sessuale, potremmo essere meno interessati al sesso mentre ci riprendiamo da un recente trauma.

Se hai subito un trauma potresti aver avuto molte o poche di queste esperienze, o potresti averne avuto quelle che non sono elencate qui. È importante tenere a mente che la reazione di ognuno è diversa e lasciare spazio alla propria reazione per essere esattamente quello che è.

MartyNZ/Pixabay
Fonte: MartyNZ / Pixabay

Mentre queste reazioni sono comuni, la maggior parte delle persone scoprirà che gradualmente si abbassano per un periodo di giorni o mesi. Se trovi che stai lottando per riprendersi dal trauma, non esitare a cercare un aiuto professionale. Esistono trattamenti altamente efficaci per le lotte post-traumatiche, tra cui PTSD e depressione, che aiutano notevolmente la maggior parte delle persone che li ricevono.

Voglio anche notare che non tutte le reazioni post-traumatiche sono cattive. In effetti, una delle reazioni comuni a un certo punto a seguito di un trauma è la crescita post-traumatica , argomento che prenderò in un post successivo.

  • Se sei una persona che ha attraversato di recente un evento terrificante, potresti prendere in considerazione di parlare con qualcuno vicino a te delle tue esperienze, inclusa una qualsiasi di queste reazioni comuni. Prendi in considerazione la possibilità di stampare e condividere questo post se potrebbe aiutarti a discutere. Confidare nelle persone che si prendono cura di noi è inestimabile mentre guariscono le nostre menti e i nostri corpi.
  • Se qualcuno a cui tieni di recente ha attraversato un evento orribile, considera di offrire il tuo sostegno se non lo hai già fatto. Nei momenti peggiori della nostra vita, abbiamo bisogno del meglio l'uno dell'altro.

Solutions Collecting From Web of "21 reazioni comuni al trauma"