14 ° giorno: James Maddux su Positive Clinical Psychology

Eric Maisel
Fonte: Eric Maisel

La seguente intervista fa parte di una serie di interviste sul "futuro della salute mentale" che durerà per oltre 100 giorni. Questa serie presenta diversi punti di vista su ciò che aiuta una persona in difficoltà. Ho mirato ad essere ecumenico e ho incluso molti punti di vista diversi dal mio. Spero che vi piaccia. Come per ogni servizio e risorsa nel campo della salute mentale, si prega di fare la dovuta diligenza. Se desideri saperne di più su queste filosofie, servizi e organizzazioni menzionati, segui i link forniti.

**

Intervista a James Maddux

Una tendenza della psicologia professionale negli ultimi anni è il passaggio dall'attenzione verso l'anormalità e il disordine verso una concentrazione su forza, salute e benessere. "Psicologia positiva" è un'iterazione di questo movimento e la "psicologia clinica positiva" rappresenta il suggerimento ai medici di pensare ad aiutare i loro clienti a raggiungere il benessere oltre o piuttosto a concentrarsi sulla mera "eliminazione dei sintomi dei disturbi mentali" . "Ecco James Maddux su questo argomento.

EM: Molti dei nostri lettori avranno sentito parlare di psicologia positiva. Qual è la tua comprensione di ciò che la psicologia positiva è e fa?

JM: Per me, la psicologia positiva non è un nuovo tipo di psicologia che coinvolge nuove teorie e metodologie ma semplicemente uno spostamento di enfasi (anche se importante) dallo studio e dal cercare principalmente di capire i problemi umani (depressione, ansia, violenza aggressiva, pregiudizio) con l'obiettivo di ridurli a studiare e cercare di capire le cose positive e sane che rendono la vita degna di essere vissuta (amore, amicizia, impegno, gratitudine, capacità di recupero) con l'obiettivo di cercare di aumentarle. Si potrebbe dire che la psicologia positiva si preoccupa non solo di aiutare le persone a sopravvivere, ma di aiutarle a prosperare.

EM: scrivi di qualcosa che chiami "psicologia clinica positiva". In che cosa differisce dalla psicologia positiva e qual è la tua intenzione nel sostenere l'espressione "psicologia clinica positiva"?

JM: Il termine "psicologia clinica positiva" è semplicemente l'estensione del concetto di psicologia positiva nel sottocampo della psicologia che è stato storicamente il più interessato alla sofferenza umana. Il mio tentativo sta usando questo termine per incoraggiare gli psicologi clinici a definire il loro campo e la loro missione non solo alleviando la sofferenza, ma anche aiutando le persone a passare dalla sofferenza alla prosperità o da una buona salute psicologica a fiorente. Penso che questo possa aumentare notevolmente le nostre opportunità di avere un impatto positivo sulla società.

EM: I tuoi interessi sono nella psicologia sociale, nella psicologia clinica e nella psicologia della salute. Puoi dirci brevemente che ognuno di questi "è"?

JM: In breve, la psicologia clinica, come notato sopra, è stata storicamente interessata alla comprensione e alleviazione di disturbi psicologici o "psicopatologia" come tradizionalmente definiti (ad es. Depressione, disturbi d'ansia, disturbi alimentari, schizofrenia). La psicologia sociale è stata storicamente interessata alla comprensione del cosiddetto comportamento sociale e interpersonale umano "normale". Tuttavia, poiché gran parte di ciò che gli "normali" esseri umani fanno nella loro vita quotidiana non è sempre adattivo, la psicologia sociale si è anche focalizzata sempre più sui cosiddetti "problemi di vita" che facilmente sfumano in problemi psicologici più seri. . Per me, il concetto principale che collega i due campi è l'assunzione di continuità tra i comportamenti e le emozioni che sono, per ragioni sociali e culturali, classificate arbitrariamente come problemi nella vita e quelli che sono arbitrariamente classificati come disturbi psicologici.

La psicologia della salute si occupa della comprensione delle influenze psicologiche e comportamentali sulla salute fisica piuttosto che sulla salute mentale – con la cautela che gli aspetti fisici e mentali del funzionamento umano non possono essere realmente separati. Gli psicologi della salute studiano temi come l'obesità, il fumo, il comportamento sedentario, il sesso non sicuro e aiutare le persone con malattie e lesioni a far fronte e superare le loro condizioni. La stragrande maggioranza delle teorie e dei concetti usati nella psicologia della salute provengono dalla psicologia sociale.

EM: In che modo la "psicologia accademica" aiuta i veri sofferenti?

JM: Gli psicologi accademici – quelli che lavorano nei college e nelle università – contribuiscono ad alleviare la sofferenza in due modi. Innanzitutto, la maggior parte di loro insegna e penso che una migliore comprensione della sofferenza umana, inclusi i propri problemi di vita, sia un passo importante verso il successo. Quindi l'insegnamento può dare un contributo importante. Secondo, a seconda dell'università, la maggior parte degli psicologi accademici è coinvolta nella ricerca di base e applicata. La ricerca di base riguarda la comprensione dei principi fondamentali del comportamento umano, mentre la ricerca applicata tenta di risolvere problemi pratici, spesso applicando i risultati della ricerca di base. La maggior parte di quelli che vengono chiamati interventi basati sull'evidenza (o basati sulla ricerca) nella psicologia clinica e di counseling (come la psicoterapia cognitivo-comportamentale) sono il risultato di molti anni di risultati accumulati dalla ricerca di base e applicata.

EM: Se tu avessi una persona amata in un disagio emotivo o mentale, cosa suggeriresti che lui o lei provi o faccia?

JM: Questa non è una domanda ipotetica per me, perché viene fuori più volte l'anno da varie persone della mia vita. In breve, cerco di ottenere un senso generale del problema con il quale lui o lei sta lottando e poi aiuta quella persona a trovare uno psicoterapeuta che abbia esperienza di quel particolare tipo di problema. Ora ci sono così tante informazioni sugli psicoterapeuti su Internet (ad esempio, sui siti web di Psychology Today, l'Associazione di terapia comportamentale e cognitiva, ecc.), Che i consumatori sono ora in una posizione molto migliore per fare una scelta informata su con chi loro vogliono lavorare Ora ci sono anche terapisti che faranno terapia per telefono o tramite Skype, il che può ridurre notevolmente le barriere di tempo e disagi.

**

James E. Maddux, Ph.D., è professore universitario emerito presso il Dipartimento di psicologia e borsista senior presso il Center for the Advancement of Well-Being presso la George Mason University (Fairfax, VA). È l'ex direttore del Journal of Social and Clinical Psychology e ex direttore del programma di dottorato in psicologia clinica presso la George Mason University. Maddux è membro delle divisioni di psicologia generale, clinica e sanitaria dell'Associazione psicologica americana e membro dell'associazione per la scienza psicologica. Le sue recenti attività hanno incluso ampi viaggi internazionali che hanno comportato lezioni, insegnare a studenti laureati e organizzare workshop su interventi clinici basati su evidenze e argomenti correlati.

http://psychology.gmu.edu/people/jmaddux

**

Eric Maisel, Ph.D., è l'autore di oltre 40 libri, tra cui The Future of Mental Health, Ripensare la depressione, Padroneggiare l'ansia creativa, Boot Boot per la vita e The Van Gogh Blues. Scrivi Dr. Maisel a ericmaisel@hotmail.com, visitalo su http://www.ericmaisel.com e scopri di più sul futuro del movimento per la salute mentale su http://www.thefutureofmentalhealth.com

Per saperne di più e / o per acquistare The Future of Mental Health visita qui

Per vedere il roster completo di ospiti intervistati, visita qui:

Interview Series

Solutions Collecting From Web of "14 ° giorno: James Maddux su Positive Clinical Psychology"