11 modi per aiutare un amico con disturbo bipolare

Photo purchased from iStockphoto, used with permission.
Fonte: foto acquistata da iStockphoto, utilizzata con autorizzazione.

Quelli con diagnosi di disturbo bipolare possono essere in balia degli sbalzi d'umore estremi, ma non sono impotenti. Farmaci, terapia e uno stile di vita sano possono aiutarli a godere di una vita piena e produttiva, specialmente se supportati da coloro che sono più vicini a loro. Ed è qui che entri. Se a un amico è stato diagnosticato un disturbo bipolare, ecco 11 modi in cui puoi aiutare:

  1. Educa te stesso. Il termine "bipolare" viene gettato molto spesso in questi giorni, eppure rimane ampiamente frainteso. (Se hai bisogno di prove, ascolta questo offensivo disapprovazione del disturbo bipolare da parte del commentatore di Fox News come una "moda" pensata per giocare al sistema di disabilità.) Passa un po 'di tempo a imparare a conoscere il disturbo e sarai molto più in grado di capire qual è il tuo l'amico sta attraversando. Le buone fonti includono l'Istituto Nazionale di Salute Mentale, la Depressione e l'Alleanza di Supporto Bipolare e la Fondazione Internazionale Bipolar.
  2. Canalizza la tua compassione, ma lascia perdere la pietà . Nessuno vuole sentire "Mi sento così dispiaciuto per te". Quello che vogliono è il riconoscimento che la vita ha delle sfide per loro e che tu sarai lì per aiutarli ad incontrarli.
  3. Accetta i minimi con gli alti . Quando maniaco, la persona con disturbo bipolare può incontrare come la vita della festa. Quando sono depressi, tuttavia, possono sentirsi come se avessero perso il loro valore nella loro cerchia sociale perché non sono più "divertenti". Non aggiungere a questa pressione. Fai sapere al tuo amico che sei lì per loro, sia che si trovino in alto o in stasi, e che li aiuti a mirare a quella via di mezzo.
  4. Non dire "calmati" o "rallegrare". Può essere difficile sapere come reagire quando il tuo amico è nel bel mezzo di un episodio maniacale o depressivo estremo, ma insinuazioni come queste sono sicure solo per antagonizzare. Dopo tutto, se potessero calmarsi o rallegrarsi, lo farebbero. Una risposta migliore è chiedere come puoi aiutare, o suggerire alcune cose che voi due potreste fare insieme, anche qualcosa di semplice come andare all'aperto per un po 'd'aria. Quando il tuo amico non è più in pericolo, parla con loro su cosa potrebbe aiutarti la prossima volta e preparare le strategie.
  5. Sii comprensivo quando sono meno amici di quanto tu abbia bisogno. Quelli con disturbo bipolare hanno a che fare con sbalzi d'umore che possono lasciarli irritabili, eccessivamente sensibili, distratti, impulsivi e inclini a esplosioni esplosive – ognuno dei quali può essere considerato un affronto personale se non ne capisci la fonte. Cerca di mostrare la stessa pazienza e comprensione che speri di ricevere se tu fossi quello che ha a che fare con la malattia. E ricorda che la frustrazione che provano è con il disturbo, non con te.
  6. Renditi conto che non l'hanno portato da soli. Il tuo amico non ha scelto di avere il disturbo bipolare. Non è né un difetto di carattere né una debolezza. Invece, la ricerca indica una varietà di fattori che si pensa agiscano di concerto, tra cui la genetica, l'ambiente e la struttura del cervello. Ciò significa che non possono semplicemente scappare da esso o scegliere di essere felici, a prescindere da quanto siano ben intenzionati i tuoi consigli.
  7. Incoraggia uno stile di vita sano. Mangiare bene, fare abbastanza esercizio fisico e dormire ed evitare l'uso di alcool e droghe può aiutare il tuo amico a massimizzare il controllo sul proprio disturbo. Non hanno bisogno che tu agisca come loro tata, ma hanno bisogno di un amico che condivida attività sane con loro piuttosto che un amico che vuole semplicemente fare festa, soprattutto perché la dipendenza e il disturbo bipolare così spesso vanno di pari passo.
  8. Ascolta. Dai un orecchio comprensivo e fagli sapere che non ti aspetti che faccia una faccia coraggiosa. Chiedi come stanno facendo e ascolta veramente. Se parlano di autolesionismo, prendilo sul serio e assicurati che il terapeuta o il medico siano informati.
  9. Non arrabbiarti se il tuo amico smette di prendere le medicine . Possono avere a che fare con una serie di effetti collaterali dolorosi dal farmaco – sedazione, aumento di peso, smussamento emotivo e disfunzione sessuale, per citarne alcuni. Oppure possono incolpare i farmaci per i sentimenti di depressione anche se il farmaco non è responsabile. Non hanno bisogno che tu scuoti il ​​dito. La tua migliore speranza per farli tornare in trattamento è di rimanere a capire di cosa stanno vivendo, ma di incoraggiarli a fissare subito un appuntamento con il loro psichiatra.
  10. Rimani connesso. Quando un amico è malato di diabete o cancro, conosciamo il protocollo: visita, spedisci le carte, porta i pasti. Quando la malattia è mentale, tuttavia, siamo spesso in perdita su come rispondere. Coloro che stanno lottando possono essere lasciati sentirsi isolati e abbandonati. C'è un grande potere in tutto ciò che fai per rimanere connesso, non importa quanto sia semplice – scendi, invia una nota, visita se sono ricoverati in ospedale, abbracciali, fai biscotti, digli che sei lì per loro.
  11. Non arrenderti. Continua a dare suggerimenti per le cose che puoi fare insieme e cerca di capire se si annullano all'ultimo minuto. Il tuo amico potrebbe non essere sempre in grado di seguire un invito, ma sperano che continuerai a provare.

David Sack, MD è membro del consiglio di amministrazione della medicina delle dipendenze e della psichiatria delle dipendenze e scrive un blog sulla scienza della dipendenza . In qualità di CEO di Elements Behavioral Health, supervisiona una serie di programmi specializzati nel trattamento del disturbo bipolare e di altri disturbi della salute mentale tra cui il Ranch in Tennessee, il centro per la salute mentale di Malibu Vista in California e il Lucida Treatment Center in Florida.

Solutions Collecting From Web of "11 modi per aiutare un amico con disturbo bipolare"