10 passi per ripristinare la fiducia nelle relazioni

Mikhail_Kayl/Shutterstck
Fonte: Mikhail_Kayl / Shutterstck

Come ti piacerebbe vivere la vita senza relazioni significative?

Se sei costantemente stressato perché nessuno ti "prende", potresti essere sulla corsia preferenziale. È difficile quando vuoi favorire connessioni profonde, ma la fiducia ti trattiene. La buona notizia è che la vita non deve essere così. La cattiva notizia è che il tuo problema con gli altri non riguarda tanto loro. Potresti essere a modo tuo.

Permettimi di spiegare.

Fresco dalla scuola di specializzazione, ho trovato un lavoro di consulenza per adolescenti arrabbiati e ribelli. Molti sono cresciuti nel centro della città e hanno affrontato fattori di stress psicosociale come la violenza di gruppo, la droga e le famiglie monoparentali. Nel tentativo di servire il maggior numero possibile di bambini, la modalità terapeutica prescelta era la consulenza di gruppo focalizzata sulla gestione della rabbia e sulle abilità sociali. Poiché ero un novellino, sapevo che la mia migliore scommessa per capire e aiutare questi ragazzi era ascoltare i temi, AKA, The Big Picture. Era questo:

"Uomo, non mi fido di nessuno."

Se lavorassi con maschi o femmine, questo era di gran lunga il filo conduttore più comune e l'aspetto più impegnativo del counseling di questi bambini. Con il passare degli anni e delle esperienze cliniche, ho scoperto che non fidarsi di un'altra persona sarebbe stata la battaglia di molti clienti.

La fiducia è il fondamento delle relazioni

Le relazioni sono basate sulla fiducia. Quando non ti fidi degli altri ti stai privando della connessione umana e della vita autentica. Forse ti relazioni alla difficoltà intrinseca di lasciare entrare qualcuno. Forse ti sentivi al sicuro condividendo le tue speranze, i tuoi sogni e i tuoi demoni, ma non più.

Molti di noi sono stati bruciati dopo aver abbassato la guardia. Alcuni si riprendono scuotendo la polvere e procedendo. Altri spingono così lontano nella direzione opposta, praticamente investono quelli che potrebbero essere i loro più forti alleati.

Hai mai detto questo a te stesso oa qualcun altro ?:

"Come mi fido di qualcuno?"
"Come faccio a sapere se è sicuro?"
"Non si tocca la seconda volta il ferro rovente."
"Fidati solo della famiglia".

Perché la fiducia è difficile per te

Per quanto poco intuitivo possa sembrare, "Non mi fido di nessuno", significa davvero "Non mi fido di me stesso".

Torna a quegli adolescenti indisciplinati dei miei anni da principiante. Durante la supervisione clinica, il mio mentore Reevah Simon, LCSW, ha spiegato che quando qualcuno parla continuamente di qualcun altro, in realtà, parla di se stesso e del proprio dolore e sofferenza. E un modo per evitare di provare sentimenti indesiderati è di trasmetterli a un'altra persona tramite identificazione proiettiva:

La proiezione è l'atto inconscio di attribuire qualcosa dentro di noi a qualcun altro. Molto spesso, la cosa che stiamo proiettando è un'emozione o una caratteristica indesiderata. Quindi etichettando gli altri come non voluti, fuori per prenderti, o insincero, sei in grado di evitare di provare quelle emozioni per te stesso.

Ad esempio, se Sara si sente sfortunata, potrebbe avvicinarsi a John e dire "Sei un perdente". Supponendo che John non abbia fatto nulla per giustificare il nome, Sara sta proiettando i suoi sentimenti percepiti di indegnità su John. . In tal modo, Sara lascia John "tenendo la borsa" della sua rabbia, frustrazione e tristezza. Inoltre, non è in grado di vedere chiaramente la sua realtà.

Identificarsi con le proiezioni degli altri significa perdere la capacità di fidarsi delle proprie percezioni, opinioni, pensieri e sentimenti. Ti manca l'abilità di capire il tuo mondo interiore. Un segno distintivo di essere in grado di fidarsi di sé è quello di formare confini efficaci in presenza di proiezioni che vengono lanciati contro di voi.

Ad un livello più profondo questa mancanza di fiducia negli altri rappresenta un ego immaturo che non ha sviluppato la capacità di recupero e la tolleranza alla frustrazione. Naturalmente, se sei cresciuto con badanti insostenibili e sprezzanti, è facile capire perché la fiducia è un problema. Perché ti fideresti di qualcuno se i tuoi sentimenti non fossero convalidati da bambino?

Quando ti manchi di queste fondamenta ti aspetti che gli altri ti deluderanno e non manterranno la parola data. Dopotutto, se i genitori e i custodi – le stesse persone che dovrebbero amarci incondizionatamente – ci hanno tradito, perché non dovrebbero farlo gli altri?

Il rischio di aspettarsi di essere continuamente respinti è che i pensieri radicati e automatici portano a comportamenti garantiti per ottenere una reazione negativa da parte degli altri. Quindi, quando sei tutto solo, puoi continuare a incolpare la società di essere così infelice.

E questo è ciò che ha fatto inciampare le mie giovani consulenze nel corso della giornata. Perché non si fidavano delle proprie capacità per superare emozioni dolorose, rimanevano bloccati. Mentre credevano a metà delle loro arroganti pretese di non aver bisogno di nessuno, inconsapevolmente sperimentarono altri maltrattamenti dagli altri a causa dei loro rigidi modi di pensare e di comportarsi. Peggio ancora, alcuni di questi bambini erano eccezionalmente intelligenti e di talento. La loro incessante iper-vigilanza e le loro personalità di rifiuto feriscono anche gli altri, dato che i loro doni e contributi unici non hanno condiviso nulla.

Siamo collegati per connetterci. E quando sei tagliato fuori dagli altri, sei tagliato fuori dalla relazione più importante di tutti – la relazione con te stesso.

Come costruire la fiducia in te stesso

1. Riconoscere che tutti gli esseri umani sono composti da parti "buone" e "cattive". In altre parole, siamo esseri imperfetti.

2. Accetta le tue parti oscure, sgradevoli e primitive. Cambia ciò che puoi e accetta che non sarai mai completamente evoluto.

3. Lavorate per tollerare emozioni forti e intense come angoscia, ostilità, rifiuto, intimità e amore.

4. Sii consapevole di proiettare questi sentimenti esternamente perché non vuoi occuparti di loro.

5. Lascia dietro di te i tuoi tradimenti passati. Resistere all'impulso di soffermarsi su coloro che ti hanno fatto un torto e rifiutare di lasciare che queste esperienze ostacolino le relazioni sane ora.

6. Gestire il tempo. Fiducia significa sospendere la gratificazione immediata. In attesa di una chiamata, un'offerta di lavoro, un favore o una risposta, inclinati nel tempo di inattività. Invece di essere inadempienti alle sostanze controllate, inviare messaggi di testo a un'altra persona, o andare in modalità panico, trovare modi sani per mantenere la mente occupata.

7. Sappi che il mondo è fondamentalmente un luogo sicuro e credi nella buona volontà altrui.

8. Impara ad accettare che quando qualcuno tradisce o compromette la tua fiducia, puoi resistere a sentimenti di rabbia, rifiuto, ferita e incertezza. Non cadrai a pezzi e ti autodistruggere perché non sei arrivato così lontano.

9. Perdona te stesso per proiettare sugli altri e per sferzare. Siamo stati tutti lì, fatto.

10. Renditi conto che gli altri non possono "prenderti" se non ottieni te stesso.

È questo duro lavoro?

Scommetti. Chi vuole affrontare il loro lato brutto? In un mondo ideale, tutti. Il primo passo per sperimentare relazioni sane e prosperose è imparare a contenere i nostri sentimenti indesiderati e non proiettarli su qualcun altro.

Non appena avrai fiducia in te stesso, saprai come vivere. ~ Johann Wolfgang von Goethe

*****

Se stai cercando di acquisire le capacità per "migliorare" te stesso + sperimentare relazioni di qualità, clicca qui.

Segui Linda Esposito su Facebook, Twitter e Instagram.

Copyright 2015 Linda Esposito, LCSW

Solutions Collecting From Web of "10 passi per ripristinare la fiducia nelle relazioni"