10 modi per superare la paura di perdere

arek_malang / Shutterstock

Nel nostro precedente blog abbiamo affrontato il concetto di FOMO (Fear Of Missing Out) e i pericoli di essere posseduti da questa condizione insidiosa. La FOMO affligge una parte crescente della popolazione, persone che si sovrastimano e non riescono a soddisfare molti dei loro impegni, o scelgono di evitare gli accordi e gli impegni il più possibile. Nella maggior parte dei casi, la motivazione per la loro azione o inazione è la paura che nel fare un accordo stiano perdendo la possibilità di impegnarsi in altre esperienze che potrebbero risultare in una maggiore gratificazione o soddisfazione personale. Un sentimento comunemente sentito da molte persone che hanno FOMO è "Mi piace mantenere aperte le mie opzioni".

Di seguito ti suggeriamo 10 pratiche per aiutarti a liberarti dalla morsa di FOMO e migliorare la qualità delle tue relazioni e il tuo benessere generale.

  1. Rallentare . La maggior parte di noi si muove ad un ritmo più veloce del necessario o benefico per i nostri migliori interessi. Pratica prenditi il ​​tuo tempo quando mangi, guidi, parli, fai l'amore o ti impegni a vivere nella vita di tutti i giorni. Può essere utile postare promemoria di questa intenzione in posti di rilievo per sostenerti. Avevamo un cartello nella nostra cucina che diceva semplicemente "Rallenta". Funzionava. Anche l'arruolamento del sostegno degli altri, in particolare quelli con cui vivi o con i quali hai rapporti stretti, può essere molto utile.
  2. Praticate il discernimento per distinguere ciò che è veramente importante e necessario da ciò che è meramente desiderabile e scegliete di eliminare alcune delle cose che non contribuiscono all'approfondimento della qualità della vostra esperienza di vita. Sii disposto a dire "no" a più cose. Questo ti fornirà più tempo da dedicare a quelle esperienze che sono più proficue. Ricorda: più non è necessariamente migliore. Concentrati sui tipi di cose che migliorano la qualità e non la quantità delle tue esperienze.
  3. Vai per l'esperienza, non il simbolo. Ci saranno sempre persone che ammiriamo e forse invidiamo. È la sindrome di "l'erba è più verde dall'altra parte". L'invidia può facilmente diventare risentimento se non riusciamo a riconoscere le opportunità disponibili nelle nostre vite per creare esperienze che migliorino la vita. Concentrarsi sull'esperienza – sensazione di realizzazione, avventura, connessione, divertimento, rispetto di sé, libertà – che sta alla base dell'oggetto o simbolo – ricchezza, matrimonio, un'auto sportiva, una casa lussuosa – ci aiuta a distinguere ciò che è veramente appagante da quello che può solo fornire una temporanea sensazione di piacere. Il piacere è meraviglioso, ma una preoccupazione ossessiva con esso può diminuire la nostra capacità di sperimentare l'adempimento più profondo che viene dal nutrire la nostra anima.
  4. Sii disposto a non averlo tutto. I bisogni sono limitati I desideri sono infiniti. Accettare l'essenziale inutilità di cercare di soddisfare ogni desiderio che abbiamo è molto più saggio di indulgere a tutti i nostri impulsi per la gratificazione. La priorità di determinate attività ci consente di lasciar andare gli altri. Decidi quali sono le tue priorità più alte e concentrati su di esse. La parola decidere viene dal latino, che significa "tagliare". Decidere che cosa dare la priorità richiede di escludere altre opzioni, ma permette di dare un'attenzione più chiara a coloro che hanno un cuore e un significato per noi.
  5. Una cosa alla volta. Anche se quelli che ci circondano sono multitasking, non dobbiamo. Dagli anni '90, gli psicologi hanno condotto esperimenti sui limiti del multitasking e gli studi sono conclusivi: i soggetti hanno mostrato gravi interferenze quando gli è stato chiesto di svolgere anche compiti molto semplici simultaneamente. Il cervello umano può rispondere solo a una richiesta di azione alla volta. Lo psichiatra Edward M. Hallowell descrive il multitasking come una "attività mitica in cui le persone credono di poter svolgere due o più compiti contemporaneamente così efficacemente come uno." Quando le persone tentano di applicare se stessi a troppe attività alla volta, di solito non hanno successo. Quando sono focalizzati su un singolo compito, e dedicano tutta la loro attenzione ad esso, non solo hanno maggiori probabilità di avere successo nel produrre un risultato di alta qualità, ma il loro livello di soddisfazione durante lo svolgimento dell'attività è molto più alto.
  6. Pratica Mindfulness . Piuttosto che rincorrere quella che può essere solo un'illusione di felicità, possiamo sforzarci gentilmente della profonda soddisfazione che deriva dalla coltivazione della consapevolezza – la pratica di essere presenti nelle nostre vite e di dare una consapevolezza non giudicante al nostro momento per momento esperienza. Invece di cercare disperatamente il riconoscimento delle rock star, coltivare la padronanza del godimento dei piaceri mondani. Il libro di Sylvia Boorstein, Do not Just Do Something, Sit There, fornisce intuizioni su come integrare questa pratica nella tua vita.
  7. Dare priorità alle relazioni sulle acquisizioni. In termini di benessere, i rapporti di qualità superano ogni volta la quantità di beni e di esperienze. Investire tempo ed energie nelle relazioni e coltivare le competenze di cui hanno bisogno, può essere una delle migliori cose che possiamo fare per portare livelli più alti di realizzazione nella nostra vita, che è un meraviglioso antidoto all'attività compulsiva che caratterizza la FOMO.
  8. Assapora il momento . Prenditi del tempo per soffermarti su esperienze piacevoli piuttosto che correre attraverso di loro alla ricerca del prossimo brivido. Profuma davvero il caffè (e le rose e gli altri profumi deliziosi che incontri). Prenditi il ​​tempo per goderti a fondo le delizie sensoriali che entrano nel tuo campo di consapevolezza e coltivare l'arte raffinata di assaporare i gusti, i panorami e le altre sensazioni che incontri nella tua vita quotidiana.
  9. Coltiva un atteggiamento di gratitudine. Invece di rincorrere fantasie crediamo che ci realizzeranno, possiamo coltivare gratitudine. Questa pratica ci consente di apprezzare più profondamente ciò che abbiamo piuttosto che concentrarci su ciò che ci manca o che desideriamo. FOMO è la paura di non avere qualcosa che è necessario per il nostro benessere. La gratitudine ci consente di contare le benedizioni nella nostra vita proprio ora, in questo momento, dove la vita sta effettivamente accadendo.
  10. Goditi il ​​processo . Integrare queste pratiche nella tua vita può essere un lavoro d'amore e può essere vissuto come una benedizione e un'opportunità, piuttosto che una serie di obblighi. Lasciati prendere piacere dal livello più elevato di rilassamento e allegria che entra nella tua vita mentre ti regali con queste esperienze. Non è solo te, tutti nella tua vita che traggono vantaggio dalla perdita di FOMO!

Se ti piace quello che leggi, clicca qui per visitare il nostro sito internet bloomwork.com e iscriviti per ricevere le nostre newsletter di ispirazione gratuite. Seguici su Facebook!

Solutions Collecting From Web of "10 modi per superare la paura di perdere"