10 fatti sorprendenti sul rifiuto

Sappiamo che il rigetto fa davvero male, ma possono anche infliggere danni al nostro benessere psicologico che va ben oltre il semplice dolore emotivo. Ecco 10 fatti meno noti che descrivono i vari effetti che il rifiuto ha sulle nostre emozioni, pensieri e comportamenti. Iniziamo esaminando perché il rigetto fa male tanto quanto fa:

1. Rigetto sulle vie di dolore fisico nel cervello. Gli studi di risonanza magnetica mostrano che le stesse aree del cervello si attivano quando sperimentiamo il rifiuto come quando sperimentiamo il dolore fisico. Questo è il motivo per cui il rigetto fa tanto male (neurologicamente parlando). In realtà il nostro cervello risponde in modo simile al rifiuto e al dolore fisico che …

2. Tylenol riduce il rigetto del dolore emotivo. In uno studio testando l'ipotesi che il rifiuto imiti il ​​dolore fisico, i ricercatori hanno dato alcuni partecipanti al paracetamolo (Tylenol) prima di chiedere loro di ricordare un'esperienza dolorosa di rigetto. Le persone che hanno ricevuto Tylenol hanno riportato un dolore emotivo significativamente inferiore rispetto ai soggetti che hanno assunto una pillola di zucchero. Gli psicologi ritengono che la ragione del forte legame tra rifiuto e dolore fisico sia che …

3. Il rifiuto ha svolto una funzione vitale nel nostro passato evolutivo. Nel nostro passato cacciatore / raccoglitore, essere ostracizzati dalle nostre tribù era simile a una condanna a morte, poiché difficilmente sopravviveremo per molto tempo da soli. Gli psicologi evoluzionisti presumono che il cervello abbia sviluppato un sistema di allerta precoce per avvertirci quando eravamo a rischio di ostracismo. Poiché era così importante attirare la nostra attenzione, coloro che hanno sperimentato il rifiuto come più doloroso (cioè perché il rifiuto imitava il dolore fisico nel loro cervello) hanno ottenuto un vantaggio evolutivo – erano più propensi a correggere il loro comportamento e, di conseguenza, più probabilmente a rimanere in la tribù. Il che probabilmente spiega anche perché …

4. Possiamo rivivere e rivivere il dolore sociale in modo più vivido di quanto possiamo fare con il dolore fisico. Prova a ricordare un'esperienza in cui hai sentito un dolore fisico significativo e i percorsi del tuo cervello risponderanno, "Meh." In altre parole, quella memoria da sola non provocherà dolore fisico. Ma prova a rivivere un rifiuto doloroso (in realtà, non … prendi la mia parola per questo), e sarai sommerso da molti degli stessi sentimenti che avevi in ​​quel momento (e il tuo cervello risponderà molto come al momento , pure). Il nostro cervello dà la priorità alle esperienze di rifiuto perché siamo animali sociali che vivono in "tribù". Questo porta a un aspetto del rifiuto che spesso trascuriamo …

5. Il rifiuto destabilizza il nostro "bisogno di appartenenza". Tutti noi abbiamo un bisogno fondamentale di appartenere a un gruppo. Quando veniamo rifiutati, questo bisogno diventa destabilizzato e la disconnessione che sentiamo si aggiunge al nostro dolore emotivo. Ricollegarsi a coloro che ci amano, o raggiungere membri di gruppi a cui sentiamo forte affinità e che ci apprezzano e apprezzano, è stato trovato per lenire il dolore emotivo dopo un rifiuto. Sentirsi soli e disconnessi dopo un rifiuto, tuttavia, ha un impatto spesso trascurato sul nostro comportamento …

6. Il rifiuto crea ondate di rabbia e aggressività. Nel 2001, il Surgeon General degli Stati Uniti pubblicò un rapporto in cui affermava che il rifiuto era un rischio maggiore per la violenza adolescenziale rispetto alla droga, alla povertà o all'appartenenza a una banda. Innumerevoli studi hanno dimostrato che anche i lievi respingimenti portano le persone ad eliminare le loro aggressioni da astanti spettatori. Le sparatorie scolastiche, la violenza contro le donne e gli operai licenziati che vanno in "postale" sono altri esempi del forte legame tra il rifiuto e l'aggressione. Tuttavia, gran parte di quell'aggressione suscitata dal rifiuto è anche rivolta verso l'interno …

7. I rifiuti ci mandano in missione per cercare e distruggere la nostra autostima. Spesso rispondiamo ai rifiuti romantici trovando difetti in noi stessi, lamentando tutte le nostre inadeguatezze, prendendo a calci noi stessi quando siamo già giù e schiaffeggiando la nostra autostima in una poltiglia. Rifiuti più romantici sono una questione di inadeguatezza e mancanza di chimica, stili di vita incompatibili, desiderio di cose diverse in tempi diversi o altri temi di mutua dinamica. Incolpare noi stessi e attaccare la nostra autostima non fa altro che approfondire il dolore emotivo che sentiamo e rende più difficile il recupero emotivo. Ma prima di precipitarti a incolparti per … incolpare te stesso, tieni presente che …

8. Il rifiuto abbassa temporaneamente il nostro QI. Essere invitati a ricordare una recente esperienza di rifiuto e rivivere l'esperienza è stato sufficiente a far sì che le persone ottenessero punteggi significativamente più bassi nei successivi test del QI, test di memoria a breve termine e test sul processo decisionale. In effetti, quando ci muoviamo da un rifiuto doloroso, pensare chiaramente non è così facile. Questo spiega perché …

9. Il rifiuto non risponde alla ragione. I partecipanti sono stati sottoposti a un esperimento in cui sono stati respinti da estranei. L'esperimento è stato truccato: gli "estranei" erano confederati dei ricercatori. Sorprendentemente, sebbene venisse anche detto che gli "estranei" che li avevano "respinti" in realtà non li respingevano, faceva ben poco per alleviare il dolore emotivo provato dai partecipanti. Anche a sentirsi dire che gli estranei appartenevano ad un gruppo che disprezzavano, come il KKK, faceva poco per lenire i sentimenti feriti della gente. Tuttavia, le notizie non sono tutte negative, perché …

10. Ci sono modi per curare il rifiuto psicologico delle ferite. È possibile trattare il rigetto del dolore emotivo e prevenire le ripercussioni psicologiche, emotive, cognitive e relazionali che si verificano nelle sue conseguenze. Per farlo in modo efficace dobbiamo affrontare ciascuna delle nostre ferite psicologiche (ad esempio, lenire il nostro dolore emotivo, ridurre la nostra rabbia e aggressività, proteggere la nostra autostima e stabilizzare il nostro bisogno di appartenenza).

Per ulteriori informazioni sul trattamento delle lesioni psicologiche, il rifiuto infligge, controlla, Emotional First Aid: Healing Rejection, Guilt, Failure e Other Everyday Hurts (Plume, 2014).

Controlla la mia app GRATUITA per il rifiuto e il mal di cuore: Dr. heartbreak

Guarda il mio TED Talk qui e Potenzia la tua salute psicologica.

Clicca qui per iscriverti alla mia mailing list e ricevere un regalo esclusivo: Come recuperare dal rifiuto

Potrebbe piacerti anche:

10 fatti sorprendenti sull'autostima

Dieci segni potresti avere una paura del fallimento

Copyright 2013 Guy Winch

Seguimi su Twitter @GuyWinch e come la mia pagina Facebook

  • Consapevolezza contro antidepressivi: quale funziona meglio?
  • I campioni del tennis rivelano il segreto alla durezza mentale?
  • Gli ambientalisti sono migliori partner romantici?
  • Ritornare a un posto immutato rivela come sei cambiato
  • Come semplificare il processo decisionale utilizzando le regole del pollice
  • 5 messaggi segreti inviati dal corpo
  • I serial killer femminili non sono un mito
  • New York Times su Contributions of Singles - la celebrazione perfetta della settimana dei single!
  • The Gene Machine: un'intervista con Bonnie Rochman
  • Due cose che ti servono (e una che non fai) per un matrimonio felice
  • Teismo, naturalismo e morale
  • Sai cosa significa Emoji?
  • Pranzo con Deepak II: Hawking, Synesthesia e Scientism
  • 6 modi basati sulla scienza per dire "Mi dispiace" in modo efficace
  • Patriarcato vivo e vegeto a marzo
  • Come essere creativi 365 giorni l'anno.
  • Arteterapia con un sociopatico recalcitrante: qual è il punto?
  • Dovresti essere amico di qualcuno che ha una relazione?
  • Caldo o no: la scienza dell'attrattiva
  • Ariana Grande, vorrei che tu fossi il nostro presidente!
  • Come Erin Willett ci sta portando fuori dall'oscurità
  • Amare vs. giudicare: come mantenere vivo il tuo romanticismo
  • Digital Natives v. Digital Immigrants
  • Se ti ricordi ogni singolo giorno della tua vita - in dettaglio
  • Sei completamente carico? 5 modi per stimolare il lavoro e la vita
  • Home Alone il sabato sera? Nessuna chiamata da parte di Mr. Right?
  • 4 modi per affrontare la paura nel nuovo anno
  • Su Religion, Sanders e Clinton differiscono nettamente
  • Il cervelletto può essere la sede della creatività
  • 8 Miti mortali sullo stress
  • Sessualità durante e dopo la gravidanza
  • Strani motivi per l'omicidio seriale
  • Come scusarsi efficacemente: lezioni da Roseanne
  • Depressione atipica - # YouMightHaveDepressionIf
  • Vuoi costruire forza e guadagno muscolare? Solleva pesi più leggeri
  • Gestire la tua mente durante l'attesa (o il) del bambino