10 consigli per un insegnamento pacifico

"Sono un insegnante di 4-5 anni. Ho preso la decisione di non fare più time-out con i bambini e ora non tornerò mai più. Ho sempre saputo che l'insegnante ha dato il tono per l'aula, ma i risultati del mio esperimento senza interruzione di tempo mi hanno sconvolto. Ero più rispettoso nei confronti dei bambini e dei loro bisogni come strumento di gestione della classe e poi quando i loro bisogni venivano riconosciuti, i bambini diventavano più rispettosi l'uno con l'altro. Sono stato costretto ad affrontare i veri problemi dietro i comportamenti e i bambini hanno iniziato a provare a risolvere i problemi stessi in modo reale, non solo per ottenere il risultato desiderato. Fondamentalmente, mostrai che mi importava di più di loro come persone e cominciarono a sentirsi rispettati ed erano più rispettosi l'uno con l'altro. Se mai avrò l'opportunità di fare un dottorato in educazione, sarà su questo argomento in qualche modo. È stato incredibile come sono stati i miei risultati. "- Erin

iStock/Used with Permission
Fonte: iStock / Usato con autorizzazione

Mi viene spesso chiesto se le idee genitoriali pacifiche possano funzionare in una classe. Come testimonia eloquentemente Erin, la risposta è SI! Certo, non è facile. Ci vuole regolare noi stessi. Ci vuole pazienza A volte non riesci davvero ad aiutare un bambino con le sue emozioni perché hai altri 20 che hanno bisogno di te. E come ogni insegnante sa, quello che succede a casa influenzerà sempre il comportamento del bambino a scuola.

Ma tutti gli umani rispondono al rispetto. E anche i bambini molto piccoli amano contribuire al gruppo e trovare soluzioni ai problemi.

Mi è stato detto dagli insegnanti che rispetto che possiamo essere guidati dalle stesse idee che ci guidano pacificamente nella genitorialità. Ad esempio, qualsiasi classe di bambini trarrebbe beneficio se noi, gli adulti nella stanza, potessimo ricordare che:

1. I bambini seguono il nostro esempio. Se diventiamo ansiosi e alziamo la voce, lo faranno anche loro. Se comunichiamo con la nostra calma che non è un'emergenza e scopriremo insieme le cose, impareranno la regolazione emotiva più rapidamente. Se ci scusiamo quando commettiamo errori, impareranno a fare lo stesso. Se li trattiamo con rispetto ed empatia, tratteranno gli altri con rispetto ed empatia.

2. I bambini rispondono alla connessione. I bambini sono progettati per orientarsi intorno ai loro genitori. Quando i bambini vengono a scuola, cercano un adulto da seguire. Per essere l'adulto che un bambino vuole seguire, connettersi calorosamente a quel bambino. Quando si disregola, inizia collegandoti con lei per ripristinare la sicurezza della situazione. A volte, è tutto ciò di cui un bambino ha bisogno per rimettersi in sesto.

3. I bambini rispondono meglio al coaching che al controllo. Tutti gli umani resistono all'essere spinti in giro, ei bambini non fanno eccezione. Ma i bambini sono molto interessati alle questioni di correttezza (come può testimoniare qualsiasi genitore di più di un bambino!). Quindi perché non parlare ai bambini di tre anni di quali regole ha bisogno l'aula, e perché? Non preoccuparti, non difenderanno un servizio gratuito per tutti. Di fatto, i bambini di solito offrono molte più regole di quelle che pensate siano necessarie. Ma quando i bambini sono coinvolti nel fare le regole, sono molto più propensi a "possedere" e seguirli. Scrivi e pubblica le regole concordate (tenendole al minimo), indica loro come necessario quando ricordi ai bambini di loro e sii aperto ad aiutare i bambini ad aggiungere nuove regole man mano che il bisogno si sviluppa.

4. La manutenzione preventiva previene i guasti. Dal momento che gli insegnanti non possono semplicemente abbandonare tutto e rispondere a un bambino che sta subendo un guasto, è fondamentale costruire una manutenzione preventiva. Quando puoi, rispondi con empatia a ciò che esprime ogni bambino. Assicurati di connetterti con ogni bambino ogni giorno, anche solo per un breve periodo. Se vedi problemi nel preparare, cerca di affrontarlo PRIMA che il bambino si disregola connettendosi con lui e ascoltando ciò di cui è turbato. Ricorda che risate e stupidità possono spesso diffondere una situazione che diventa tesa. Infatti, dopo che i bambini hanno avuto la possibilità di ridere ad alta voce, riduce gli ormoni dello stress che circolano nei loro flussi di sangue e li aiuta a stabilirsi e cooperare.

5. L'empatia può essere una bacchetta magica. "Faccio spesso pull-out per lavorare con i bambini uno contro uno o in piccoli gruppi. Ho scoperto che connettersi ascoltando i vari "reclami" degli studenti o le preoccupazioni (su qualsiasi cosa vecchia che li infastidisce) per 5 minuti dedicati prima di iniziare gli accademici fa miracoli !!! Una volta scaricati, sono molto più pronti a concentrarsi. Non offro quasi mai consigli o problemi, ma ascolto con empatia. Dico spesso: "Ragazzo, non sembra giusto" ed è quasi un proiettile d'argento. "- Christy

6. I bambini hanno una ragione per quello che fanno. Potrebbe non essere una buona ragione, ma se vogliamo cambiare comportamento, aiuta a capire che il bambino non sta solo cercando di farci impazzire. Quindi, mentre è inaccettabile che un bambino cicalino rumorosamente mentre lavora, dare un calcio alla scrivania di fronte a lui, o spingere il bambino dietro di lui in fila, ha una ragione. (Forse il ronzio lo aiuta a mettere a fuoco, calcia la scrivania perché ha così tanta energia repressa, e il bambino dietro si sta avvicinando troppo per il suo comfort.) Naturalmente, devi fissare dei limiti per tenere tutti i bambini nella tua classe sicura e focalizzata. Ma capire che il bambino ha una ragione ti aiuterà a stabilire il limite in un modo in cui è più probabile che il bambino segua.

7. I bambini VOGLIONO una possibilità di riparare le infrazioni. Parla alla classe su come riparare gli errori. Quando un bambino fa male a un altro bambino, qual è il modo migliore per riparare quella relazione? Punisci il bambino che ha fatto del male? Aiuta quel bambino a fare ammenda? Facilitare una discussione in modo che entrambi i bambini possano imparare a esprimere i loro bisogni senza attaccare l'altro bambino? Imparerai molto dall'ascoltare i bambini a parlare di questo. E finirai con un protocollo per aiutare a prevenire e affrontare alterchi, uno che non include la punizione.

8. Quando i bambini si disregolano, hanno bisogno di una possibilità per ristabilire il loro equilibrio. Mettere i bambini in timeout li fa sentire in colpa per se stessi, e non li aiuta a regolare se stessi la prossima volta. Invece, prova ad aiutare i bambini a imparare a monitorare le proprie emozioni e ad autoregolarsi con un "angolo accogliente". Invece di un posto vergognoso come la sedia per il timeout, rendilo uno spazio positivo di cui i bambini si divertono e può prendersi quando hanno bisogno per "trovare il loro posto calmo" dentro. Esercitati in classe "trova il tuo posto tranquillo" e invita i bambini a parlare di ciò che li aiuta. Quando un bambino è turbato, ascolta, empatia e aiutala a sentirsi connessa. Quindi, chiedi se l'avrebbe aiutata a prendere qualche minuto nell'angolo accogliente per sentirsi meglio. Se hai bisogno di conversare con lei su cosa potrebbe scegliere di fare in modo diverso la prossima volta, aspetta di uscire dall'angolo accogliente e sentirti meglio.

9. Quando i bisogni dei bambini sono soddisfatti, sono pronti a collaborare. La maggior parte dei "comportamenti scorretti" deriva dal fatto che i bisogni di un bambino non sono soddisfatti. Ad esempio, un bambino che si comporta in linea potrebbe essere disregolato con le transizioni, quindi ha bisogno di tenere la mano dell'insegnante mentre la linea lascia l'aula. Un bambino che trova difficile dire addio ai genitori e reagisce iniziando i problemi potrebbe aver bisogno di un lavoro speciale vicino all'insegnante in modo che possa connettersi e sentirsi stimato mentre inizia la giornata scolastica. Tutti i bambini devono spostarsi, spesso, e può essere molto difficile per alcuni bambini stare fermi e concentrarsi a lungo senza attività. Può essere difficile capire di cosa ha bisogno un bambino in una determinata situazione, ma se guardiamo e ascoltiamo, i bambini ci diranno spesso. E il nostro impegno a sostenere il bambino per soddisfare i suoi bisogni in un modo più sano può farlo scappare per il resto della sua vita.

10. I bambini vivono in alto o in basso rispetto alle nostre aspettative. I bambini si vedono riflessi nei nostri occhi e pensano che abbiamo ragione su chi sono. La maggior parte degli adulti ha una storia su un insegnante che ha fatto una grande differenza nelle nostre vite. Invariabilmente, quell'insegnante ha creduto in noi e ci ha aiutato a vivere fino al nostro potenziale. Credere in un bambino può essere il più grande dono che possiamo dargli.

Grazie a tutti gli insegnanti là fuori che danno tanto e fanno la differenza nella vita dei bambini. Stai davvero rendendo il mondo un posto migliore.

Solutions Collecting From Web of "10 consigli per un insegnamento pacifico"