019. Cambio marce

Finora, abbiamo discusso:
1. Le caratteristiche cliniche che comprendono il "disturbo dello spettro autistico" (ASD): sociale, linguaggio, pensieri ripetitivi e comportamento; problemi sensoriali / motori
2. Le cause note di ASD (genetico, teratogeno)
3. Regioni cerebrali note per essere associate all'ASD (a volte)
4. La storia naturale dell'ASD (prevedibile cambiamento nel tempo) e la necessità di guardare al QI e al grado di atipicità: Atypicality, IQ e Time = ASD in 3D
5. L'epidemiologia dell'ASD (le differenze tra incidenza, prevalenza e dati di servizio, mancanza di prove di un'epidemia, ampia spiegazione per l'aumento dei dati di servizio sulla base di fattori diversi da un cambiamento di incidenza)

Nei prossimi numerosi post, ci sposteremo un po 'dall'eziologia e dall'epidemiologia e parleremo di trattamento. Molti di voi seguono questo blog perché avete un bambino nello spettro. Per te, tutto questo parlare di dove è nato l'ASD di tuo figlio è un po 'accademico. Tuo figlio ha già ASD; devi sapere dove andare da qui.

Quindi nei prossimi post parlerò delle forme più popolari di terapia per l'ASD. Questi includeranno interventi comportamentali e educativi, terapie pratiche come terapia occupazionale e farmaci. Avremo anche alcuni post sul tema della ciarlataneria: come riconoscerlo e come proteggere tuo figlio e il tuo portafoglio da persone che promettono infondate, e poi incassare la storia naturale dell'ASD per "curare" i bambini del disturbo.

Bene, ora che ti ho "detto quello che sto per dirti", saltiamo dentro.

Un po 'di storia

150 anni fa, la scienza cognitiva non esisteva. Abbiamo avuto "mentalisti" come Franz Mesmer (l'inventore dell'ipnotismo, da cui otteniamo la parola "ipnotizzato"), che si esibiva sul palcoscenico, ma nulla sulla via di una ricerca seria, o di un corpo di conoscenza scientifica. La svolta del XX secolo ci diede Freud (che iniziò come neuropatologo, prima di creare psichiatria), Cattell e Binet (che creò moderni test del QI) e Spearman e Pearson (che crearono gli strumenti statistici necessari per analizzare i risultati dei test psicologici ). Fin dai tempi degli antichi greci, i filosofi avevano discusso sulla natura dell'intelligenza, del pensiero, dell'intuizione e su ciò che significa essere umani. Ma l'inizio del 20 ° secolo segna la prima volta che i ricercatori entrano in gioco. E questo, come si dice, è dove inizia il divertimento.

Fin dall'inizio, c'era (e rimane!) Uno scisma profondo tra due scuole di pensiero: da un lato ci sono gli psicologi comportamentali, che riconducono il loro patrimonio intellettuale a due figure: EL Watson e JB Thorndike. Al fine di elevare la psicologia al livello di una scienza "dura" (come la fisica o la chimica), Watson e Thorndike si sono limitati allo studio di comportamenti osservabili esternamente (da qui il termine "comportamentismo"), rifiutando completamente tali nozioni come " intuizione, "" intenzione "," emozione "ecc. Per Watson e Thorndike, termini come questi rappresentavano i trucchi del mentalista, piuttosto che la scienza. (Vedi http://www.psychology.sbc.edu/Thorndike%20and%20Watson.htm per una bella discussione). Watson e Thorndike hanno addestrato BF Skinner, che a sua volta ha addestrato Ivar Lovaas, il padre di ABA. Dall'altro lato del baratro troviamo William James, un professore ad Harvard, che nel 1890 pubblicò The Principals of Psychology. La posizione di James era che la "coscienza" è l'oggetto di studio adatto per gli psicologi e che una visione riduzionista (suddividendo tutto in singoli bit) non potrebbe mai fornire una comprensione soddisfacente del cervello umano. ("Il tutto è maggiore della somma delle sue parti" – Aristotele). Per una lezione illuminante di James, vedi http://psychclassics.asu.edu/James/energies.htm, in cui egli allude a "fluttuazioni che non possono essere facilmente tradotte in termini neurali" – almeno, non con gli strumenti delle neuroscienze allora disponibile.

La disputa tra queste due scuole di pensiero continua oggi, nei diversi approcci al trattamento dell'ASD. Maggiori informazioni su questa prossima volta.

29 agosto 2010: correzione : Skinner ha studiato le opere dei suoi predecessori (Thorndike e Watson); Lovaas a sua volta ha studiato le opere di tutti i 3. Ma nessuno ha mai preso una lezione da un'altra. Ci scusiamo per l'errore. JC

Solutions Collecting From Web of "019. Cambio marce"